Virgilio Sport

Noemi Bocchi rompe il silenzio sulla sua malattia, della quale non si parla quasi mai: la reazione di Francesco Totti

In un lungo post la compagna del per sempre capitano della Roma parla apertamente della sua malattia, la diastasi addominale che dovrà affrontare. Anche con il sostegno di Totti

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Ha rotto il silenzio per condividere quel che altre donne vivono in silenzio, spesso non ascoltate e capite, soprattutto dopo che era stata fotografata con una cartella clinica che riportava l’intestazione di una nota clinica romana.

La scelta di Noemi Bocchi, compagna di Francesco Totti, è stata di affrontare da personaggio pubblico un tema spesso scansato, perché disturbante e di ancora scarsa coscienza sociale, al pari di altri disturbi che attendono di essere riconosciute anche come malattie sociali.

La scelta di Noemi Bocchi, il sostegno di Totti

Una scelta importante che ha deciso di fare attraverso i social e che ha immediatamente trovato l’appoggio e il sostegno del suo compagno, il per sempre capitano della Roma Francesco Totti, in attesa della separazione da Ilary Blasi (fissata per il 14 marzo, in aula salvo accordi extragiudiziali).

Nel suo lungo e articolato post, Noemi Bocchi, che ha sempre preferito il silenzio, svela ciò che in pochi forse immaginavano: la sua malattia, la diastasi addominale.

“C’è un tempo per ogni cosa… uno per parlare e uno per tacere”, spiega la compagna di Francesco Totti, che compare al primo posto nei commenti. “Ed io ti starò vicino”, promette Totti.

Una valutazione condivisa e concordata

Di certo è stata una valutazione comune, quella che ha preceduto la pubblicazione del post che ha incassato estrema attenzione per via dell’assoluta novità della posizione di Noemi, che si è esposta senza riserve su un tema di salute molto delicato e che colpisce molte donne dopo le gravidanze come accaduto anche alla compagna del per sempre capitano della Roma. Un modo anche peer mettere a tacere le indiscrezioni su una gravidanza, per l’ennesima volta.

“Per tutta la vita ho scelto di tacere per proteggermi. Il più delle volte perché non venivo ascoltata dalle persone a me vicine e restare in silenzio era più facile. Tante volte perché mi sono sentita raccontare in ruoli che non mi appartenevano, ma anche i ruoli scomodi fanno parte della vita di ognuno di noi e si accettano per svariati motivi”, ha desiderato affermare su Instagram.

“Per molto tempo mi sono sentita a metà: metà qui e metà altrove”, riprende Noemi. “Un altrove che non conoscevo e mi faceva paura. Poi è arrivata una parvenza di benessere in cui ho iniziato a sentirmi bene, finalmente. Come per magia ogni pezzetto sparso qui e là della mia vita stava tornando al proprio posto. Lo sentivo nelle ossa, nelle lacrime e nei miei sorrisi… finalmente lo sentivo”.

“Mi sto riferendo a ciò che è successo nell’ultimo periodo? Forse alcune parole fanno pensare di sì e forse in parte è anche vero!”. “In realtà mi sto riferendo ad una cosa che riguarda soltanto me e che poi ho scoperto riguardare molte donne. Grazie ai loro racconti pieni di coraggio ho trovato la forza di raccontarvi cosa inizia ad invalidare le mie giornate. Dopo i parti ho iniziato a stare male e da tutti venivo liquidata con un: hai partorito, è normale”.

Il dolore e il silenzio di Noemi e delle donne

Noemi Bocchi è madre, infatti, di due bambini, Sofia (11 anni) e Tommaso (9), avuti dall’ex marito l’imprenditore del marmo Mario Caucci, con il quale ha contrapposta per via di un grave episodio di maltrattamenti, la causa è ancora in corso ed è un capitolo estremamente doloroso per la famiglia e la stessa Bocchi.

“Dopo 8 anni dalla seconda gravidanza ho scoperto che quello che avevo ha un nome e racchiude tutti i sintomi che ho: soffro di diastasi addominale”.

Che cos’è la diastasi addominale

Ma cos’è la diastasi addominale? La malattia della quale ha parlato nel suo post Noemi Bocchi è l’allargamento e eccessiva separazione della muscolatura retto-addominale centrale, in senso longitudinale, che provoca gonfiore e dolori alla schiena e al bacino, la soluzione è purtroppo solo chirurgica per ora. Anche Alice Campello ha dichiarato, prima dell’emorragia seguita all’ultimo parto, di aver avuto problemi simili.

“Ho scoperto di averla grazie ai gruppi Facebook in cui ci sono donne che con la loro testimonianza danno coraggio ad altre donne. Donne che si sostengono per superare un malessere non capito né dalle famiglie, né dalla società. Un intervento che passa come estetico, ma di estetico ha ben poco. Grazie a loro ho deciso il percorso da intraprendere e con chi! I loro racconti mi hanno fatto prendere coscienza e ho deciso di fare la mia parte condividendo il mio percorso e raccontandovi anche i sentimenti che l’articolo sulla gravidanza ha suscitato in me… sentimenti che si generano in tutte le donne che hanno patologia e si sentono rivolgere domande inopportune. Se le donne da sole sono pura forza, insieme sono uragani!”, l’invito di Noemi alle altre donne che soffrono in silenzio.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...