Virgilio Sport

Polonia-Olanda: terrore ad Amburgo, polizia spara a uomo armato con piccone che minacciava tifosi orange

Pericolo scampato oggi a Amburgo alla vigilia di Polonia-Olanda, valida per la fase a gironi di Euro 2024: un uomo armato è stato neutralizzato dalle forze dell'ordine tedesche

Pubblicato:

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Una competizione come gli Europei di calcio inevitabilmente comporta degli aspetti critici relativi alla sicurezza: un palcoscenico del genere potrebbe stimolare le menti più disturbate, perciò organizzatori e soprattutto forze dell’ordine devono studiare e fare il possibile per evitare i rischi e, alla peggio, minimizzarli. Va messa in conto la disgraziata possibilità di una scheggia impazzita, come è successo oggi ad Amburgo dove un uomo armato di un piccone e di molotov ha minacciato, a quanto risultata, i tifosi orange prima di Polonia-Olanda, in programma alle 15 come prima partita del programma di oggi.

La dinamica dei fatti di Amburgo: la potenziale aggressione e la neutralizzazione dell’uomo armato

I fatti sono avvenuti nei pressi della Reeperbahn della città tedesca, una via molto popolare e trafficata, animata da migliaia di tifosi (si parla di 40.000 persone) che si stavano dirigendo pacificamente allo stadio per il match odierno. Verso le 12:30 però un uomo armato, uscendo da un bar, si è diretto verso la zona dei tifosi olandesi con intenti piuttosto allarmanti e ha minacciato le forze dell’ordine, le quali hanno chiesto all’individuo di posare piccone e molotov come riporta l’edizione online della Bild.

In seguito gli agenti hanno spruzzato dello spray al peperoncino per neutralizzarlo, sparando poi inizialmente un colpo di avvertimento, per quindi colpire l’aggressore con diversi colpi di arma da fuoco sinché l’uomo non è caduto a terra, riportando una ferita alla gamba. Sempre la Bild riporta che l’individuo, condotto all’ospedale, non è in pericolo di vita. Fortunatamente, a parte il potenziale aggressore, non ci sono stati altri feriti, né tra i tifosi né tra le forze dell’ordine.

Le ricostruzioni: l’uomo voleva aggredire i tifosi olandesi?

Ricostruzioni successive però spiegano che difficilmente ci potrebbe essere un legame con il calcio, perché il fatto è avvenuto nella zona della stazione della S-Bahn di Reeperbahn, e che come spiega la Bild si trova a più di un chilometro di distanza dall’area ufficiale dove si sono radunati i tifosi. Altri media invece parlano del rischio che avrebbero corso gli stessi supporter, in particolare quelli olandesi, dovuto al fatto che l’aggressore avrebbe potuto far esplodere la molotov in mezzo alla folla una volta raggiunta, con tutte le potenziali tragiche conseguenze.

In ogni caso, un altro incidente disinnescato dalle forze dell’ordine tedesche dopo gli scontri, fortunatamente evitati, che avrebbero potuto accedere una sessantina di tifosi italiani contro quelli albanesi ieri, alla vigilia di Italia-Albania. E stasera c’è una partita considerata ad alto rischio di ordine pubblico, ovvero Serbia-Inghilterra in programma a Gelsenkirchen. Tant’è che la polizia tedesca, come riporta Open, si augura che i tifosi eccedano più in cannabis che in birra, che potrebbe arroventare gli animi anziché ottunderli.

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...