Virgilio Sport

Qualificazioni Europei 2024: Morata trascina la Spagna, en plein Portogallo. Dzeko-gol, Petkovic show

Pubblicato:

Morata trascina la Spagna con una tripletta, Bruno Fernandes e McTominay regalano, rispettivamente, l’en plein a Portogallo e Scozia, Dzeko prende per mano la Bosnia Erzegovina, Petkovic fa bella la Croazia.

Nessuna sorpresa nel corso delle gare di venerdì 9 settembre valevoli per le qualificazioni agli Europei 2024. Il gruppo A sforna il botta e risposta di Spagna e Scozia con gli iberici dominanti in Georgia (1-7 il finale) e gli scozzesi in scioltezza Cipro (0-3).

Nel gruppo D Modric e Brozovic custodiscono le chiavi del fraseggio croato e indirizzano la partita con i classici lampi di genio: la Croazia liquida la Lettonia per 5-0, Petkovic e Ivanusec fanno in fretta a blindare il risultato, a segno anche l’atalantino Pasalic. Botta e risposta tra Turchia e Armenia (1-1) con i padroni di casa che la raddrizzano nel finale.

Nel gruppo J fa notizia il gol del Liechtenstein in trasferta contro la Bosnia Erzegovina di Edin Dzeko: il finale (2-1) premia l’ex interista – a segno dopo 3’ – ma la rete ospite è un rumore assordante perché è il primo graffio che riesce loro in cinque gare giocate. Togliere lo 0 dalla casella dei gol fatti non era scontato. Non si arresta la cavalcata del Lussemburgo: 3-1 all’Islanda.

GRUPPO A

Georgia- Spagna 1-7

Marcatori: 22’ pt Morata (S), 27’ pt aut. Kvirkvelia (S), 38’ pt Olmo (S), 40’ pt Morata (S), 4’ st Chakvetadze (G), 20’ st Morata (S), 23’ st Williams (S), 29’ st Yamal (S)

La goleada della Spagna in Georgia è un toccasana per gli iberici ma non ancora abbastanza da lasciarli tranquilli: con due gare in meno rispetto alla capolista Scozia, Rodri e compagni inseguono a 6 punti. Scozzesi primi a 12.

Alvaro Morata – a poche ore di distanza dalla presa di posizione pubblica, in conferenza stampa, sul caso Rubiales – si carica in spalla la nazionale con una tripletta che va a dare il là al 7-1 finale. Spagna in totale dominio del campo e del gioco. Dopo i primi 45’ è già 4-0: due volte l’ex Juventus – a inizio e fine parziale – l’autorete di Kvirkvelia e il guizzo di Olmo.

L’avvio di ripresa è di marca georgiana con il moto d’orgoglio locale che si tramuta nel gol della bandiera di Chakvetadze. Poi torna a essere monologo: ancora Morata con una conclusione da distanza ravvicinata nell’angolino basso. L’azione personale di Williams e il tocco da due passi di Yamal (mezza rete è del gran lavoro di Williams) chiudono i conti e archiviano la pratica.

Cipro- Scozia 0-3

Marcatori: 6’ pt McTominay, 16’ pt Porteous, 30’ pt McGinn

Prosegue il percorso netto della Scozia che guida il girone con 5 vittorie in altrettante gare. Fanno in fretta, gli uomini di Clarke a blindare il risultato. 16’ di gioco e gli ospiti hanno in tasca i tre punti: sblocca McTominay al 6’ con un tiro piazzato e angolato su cui Joel Mall non può fare nulla.

Il raddoppio di Porteous al 16’ arriva su un calcio piazzato: perfetto lo stop del difensore che, da ottima posizione, infila per la seconda volta la porta dei padroni di casa. McGinn trova il tris al 30’: assiste McTominay, a lui non resta che controllare e insaccare.

Classifica

Scozia 15 (5 giocate), Spagna 6 (3), Norvegia 4 (4), Georgia 4 (4), Cipro 0 (4).

GRUPPO D

Croazia-Lettonia 5-0

Marcatori: 3’ pt Petkovic, 13’ pt Ivanusec, 44’ pt Petkovic, 22′ st Kramaric, 33′ st Pasalic

Metti un piede divino, un pallone piazzato e una traiettoria magistrale: la Croazia la sblocca così, con un calcio di punizione di Petkovic che lascia Purins senza difese né riflessi. Ivanusec raddoppia con un tap in da due passi, ancora Petkovic – imbeccato magnificamente da Perisic – a segno allo scadere della prima frazione.

Nella ripresa la pennellata di Barisic mette Kramaric nelle condizioni di calciare a botta sicura, nel finale c’è gloria anche per Pasalic che insacca con una botta all’incrocio. Traiettoria imprendibile, pallone imparabile.

Turchia-Armenia a-1

Marcatori: 4’ st Dashyan (A), 43′ st Yildirim (T)

Manca il pezzo pregiato, Henrikh Mkhitaryan, ma l’Armenia non lo dà a vedere. A Eskişehir dirige l’italiano Orsato: gara intensa, fisica, maschia, tattica. I turchi manovrano in possesso costante ma le ripartenze armene sono micidiali.

Partita da difese contro attacchi: al primo svarione importante, gli ospiti non si lasciano pregare: Armenia in vantaggio al 4’ della ripresa con Dashyan abile a raccogliere palla sugli sviluppi di un rimbalzo e gelare lo Yeni Eskişehir Stadyumu.

I turchi si salvano al 43′ grazie alla conclusione da due passi di Yildirim.

Classifica

Turchia 10 (giocate 5), Croazia 7 (3), Armenia 9 (4 giocate), Galles 4 (4), Lettonia 0 (4)

GRUPPO J

Bosnia Erzegovina-Liechtenstein 2-1

Marcatori: 3’ pt Dzeko (BE), 18’ aut. Luchinger (L), 21’ pt Wolfinger (L)

Pronti, via. L’ex interista Dzeko castiga alla prima occasione sfruttando a dovere l’assist di Bilbija. L’autogol di Luchinger pare spianare la strada ai padroni di casa verso una serata all’insegna della tranquillità, invece accade quello che non ti aspetti.

Il Liechtenstein la riapre al 21’ profittando della dormita colossale della mediana e della retroguardia locale. Per Wolfinger un gol che non dimenticherà facilmente.

Lussemburgo-Islanda 3-1

Marcatori: 9’ pt Chanot (L), 25′ st Borges Sanchez (L), 43′ st Haraldsson (I), 44′ st Sinani (L)

Lo scarto è netto, il bottino è pieno: serve il consulto con il VAR all’arbitro Kikacheishvili per decretare al 9’ il calcio di rigore al Lussemburgo. Chanot si incarica del tiro dagli 11 metri e opta per un rasoterra che Runarsson né intuisce né riesce a fermare.

Nella ripresa Borges Sanchez prova a metterla in cassaforte ma Haraldsson la riapre a 2′ dal 90′. Nemmeno il tempo di esultare che Sinani castiga gli islandesi e la chiude definitivamente.

Slovacchia-Portogallo 0-1

Marcatori: 43’ pt B. Fernandes

Basta poco per massimizzare: il Portogallo resta a punteggio pieno nel girone grazie all’acuto di Bruno Fernandes al 43′ della prima parte. Grande merito a Bernardo Silva che si libera in torsione e smarca Fernandes: battere Dubravka con un tiro di potenza e precisione è un gioco da ragazzi. Ronaldo in campo per tutta la partita: per lui un cartellino giallo per eccesso di foga al 17′ della ripresa.

Classifica

Portogallo 15 (5 giocate), Slovacchia 10 (5), Lussemburgo 10 (5), Bosnia Erzegovina 6 (5), Islanda 3 (5), Liechtenstein 0 (5)

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...