Virgilio Sport

Roma-Milan, moviola: il rosso a Celik, il rigore negato e il cartellino sbagliato a Theo

La prova dell’arbitro Marciniak nel ritorno dei quarti di Europa League analizzata ai raggi X, il fischietto polacco ha espulso un giallorosso

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

E’ un nome assai noto al pubblico italiano quello di Szymon Marciniak, l’arbitro designato dall’Uefa per Roma-Milan, ritorno dei quarti di Europa League. Il polacco, che ha arbitrato semifinale e finale dell’ultima finale di Champions e anche la finale dei Mondiali in Qatar (quando fu criticato dai galletti), fu ferocemente contestato dal Napoli nella passata stagione, quando non vide un rigore netto per fallo di Leao su Lozano ma come se l’è cavata ieri all’Olimpico?

I precedenti di Marciniak con Roma e Milan

Erano due i precedenti di Marciniak con la squadra giallorossa, ed in entrambe le occasioni la Roma aveva perso senza nemmeno segnare: si tratta di Roma-Porto 0-3, preliminare di Champions League in cui De Rossi ed Emerson Palmieri vennero espulsi, e Real Madrid-Roma 2-0, della stagione 2015-2016. Le sfide in cui l’arbitro polacco si è trovato di fronte il Milan erano quattro, tutte in trasferta: il bilancio è di una vittoria, ottenuta la scorsa stagione contro la Dinamo Zagabria, una sconfitta contro il Liverpool e due pareggi contro Dortmund e Napoli.

L’arbitro ha ammonito 4 giocatori e ne ha espulso uno

Coadiuvato dagli assistenti Listkiewicz e Kupsik con Raczkowski IV uomo, Kwiatkowski al Var e Frankowski all’AVar, l’arbitro ha ammonito quattro giocatori, di cui tre della squadra di Pioli: 47′ Gabbia (M), 51′ Adli (M), 77′ Jovic (M), 93′ Theo Hernandez (M) e ha espulso al 31′ Celik (R)

Roma-Milan, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. All’8′ Dybala riceve palla a centrocampo e viene toccato prima da Calabria e poi da Bennacer: Marciniak sbaglia a non estrarre il cartellino giallo. Al 17′ Bove e Tomori si abbracciano in area di rigore, non ci sono gli estremi per il penalty. Al 22′ duello Lukaku-Gabbia vinto dal belga, il milanista cade e si rialza, l’azione prosegue e Dybala realizza il 2-0. Rete assolutamente regolare, non c’è fallo di Lukaku su Gabbia. Al 30′ Celik atterra da dietro Leao partito da centrocampo: per Marciniak non ci sono dubbi ed è rosso diretto per il terzino giallorosso tra le proteste della Roma. Al 39′ il Milan chiede un rigore per un mani di Smalling ad anticipare Giroud, ma il primo a toccare di braccio è proprio il francese. Chiamato al VAR, Marciniak lo vede e assegna la punizione in favore della Roma.

Al 55′ Svilar in presa alta blocca la sfera ma Pulisic gli va addosso: il portiere giallorosso finisce in rete con tutta la sfera, ma il gol è ovviamente irregolare per carica sll’estremo difensore. Al 91′ espulso Theo Hernandez per un intervento scorretto a centrocampo su El Shaarawy: dopo consulto VAR, Marciniak cambia il colore del cartellino e lo ammonisce. Finisce qua Roma-Milan.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...