Virgilio Sport

L'assurdo infortunio in allenamento di Wijnaldum: Roma sotto choc, la rabbia di Mourinho

Infortunio grave e molto compromettente quello del centrocampista olandese: ora dopo una notte di riflessione dovrà decidere se operarsi o meno. Il retroscena

22-08-2022 10:51

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Nell’assurdità di un avvio di campionato agostano, a causa dell’insolito Mondiale in Qatar programmato in un periodo dell’anno inusuale, l’infortunio di Georginio Wijnaldum appare ancora più paradossale: quanto confermato dagli esami strumentali pone sia il giocatore, sia la Roma davanti a uno scenario imprevedibile, un evento scatenante da autentico teatro dell’assurdo.

Il 31enne centrocampista olandese, arrivato in giallorosso dal Paris Saint-Germain in questa sessione di mercato, è già fermo e sarà costretto a un lungo stop a causa della frattura riportata in allenamento.

Nottata a Villa Stuart: presto Wijnaldum ingessato

La nottata a Villa Stuart, per dirla alla maniera di Eduardo De Filippo, è passata ma con una amplificazione sui dubbi che moltiplicano l’ansia – comprensibile – di Georginio Wijnaldum, della società e di José Mourinho dopo che gli esami eseguiti nella tarda sera di domenica hanno confermato la frattura composta della tibia destra in seguito ad un contrasto di gioco nella partitella durante la rifinitura a Trigoria. Situazione gradevole e di certo non auspicabile, in questa fase.

Una frattura che compromette, da qualsiasi punto di osservazione si studi l’accaduto, minimo i due-tre mesi che Mou sperava di traguardare con Wijnaldum disponibile e non certo con un problema così importante alla seconda giornata di campionato e dettato da una leggerezza che costerà cara.

Al calciatore, secondo quanto reso noto dall’agenzia ANSA, verrà applicato in mattinata il gesso ma sembra esclusa una operazione immediata a Villa Stuart per due motivi: il primo legato a una questione di tempi.

Fonte:

L’operazione chirurgica dopo la conferma della frattura

Qualora si procedesse a una operazione chirurgica, soluzione percorribile ma con un impatto notevole anche in termini di eventuale partecipazione del giocatore al Mondiale, non vi sarebbe alcuna fretta perché il suo rientro slitterebbe comunque al 2023.

I tempi di recupero, a seguito di questa operazione, sarebbero infatti almeno di 2-3 mesi come da prassi e dunque non permetterebbero neanche nella migliore delle ipotesi di accarezzare il sogno di una convocazione e di disputare il Mondiale, come vorrebbe – invece – Wijnaldum.

L’opzione conservativa: l’attesa per il consulto

Il secondo, invece, si rifà all’accordo stipulato dalla Roma nel 2021 con la Klinik Gut di St. Moritz, che consente al club di avvalersi dell’esperienza del Dott. Ahlbaumer e del suo staff per consulenze ortopediche nell’eventualità di traumi o problematiche relative ai calciatori della società.

Insomma, la seconda opzione sarebbe conservativa, ma altrettanto dilatata: a questo punto si può ipotizzare un consulto con Ahlbaumer, per decidere la strada da intraprendere per il recupero di Wijnaldum, presentato come l’acquisto clou della stagione della Roma fresca di Conference e decisamente più ambiziosa con l’apporto tattico e carismatico di Mourinho in panchina.

Fonte: ANSA

Il comunicato della Roma e gli scenari

“In seguito a un trauma riportato durante la seduta odierna di allenamento – si legge in un comunicato del club -, Wijnaldum è stato sottoposto in serata ad accertamenti clinici che hanno evidenziato la frattura della tibia destra. Il calciatore sarà sottoposto a ulteriori controlli nei prossimi giorni. Forza Gini!”, questo recita il comunicato della Roma dei Friedkin.

Mourinho, secondo le indiscrezioni, sarebbe furioso per la leggerezza di Felix, autore dell’entrata che avrebbe causato la frattura composta dell’olandese e l’origine dei suoi problemi, secondo la Gazzetta. Ma lo sarebbe anche per i tifosi che hanno espresso, in modo becero, la loro offensiva e superflua opinione su un incidente di allenamento accusando Felix.

Tiago Pinto e il club dovranno concordare con il centrocampista, dopo gli opportuni consulti, se e come procedere davanti a questa beffa imprevedibile e che, fin da subito, mette in evidente difficoltà il percorso della squadra. Mou sarà costretto a ragionare e a studiare una geniale alternativa, di cui solo e solamente lui sa essere capace.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...