Virgilio Sport

Sanremo, per Eros Ramazzotti Inter-Juve non è ancora finita: attacco durissimo a Dusan Vlahovic

Ospite d'onore sul palco dell'Ariston, il cantante tifoso vip dei bianconeri pensa ancora al match di San Siro e si lancia in un giudizio impietoso sull'attaccante.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

È tra gli ospiti d’onore della terza serata del Festival di Sanremo. Sono passati quarant’anni dalla sua “Terra promessa” che lo consacrò come uno degli artisti più promettenti della scena canora italiana (e non), in quel turbinio di talenti, astri nascenti e meteore che erano gli Anni 80, anche dal punto di vista musicale. Adesso Eros Ramazzotti torna sul palco dell’Ariston da stella conclamata. Ma con un piccolo cruccio dentro: per lui, tifosissimo bianconero, quella dell’ultimo Inter-Juve è una ferita ancora aperta. Di più: apertissima.

Inter-Juve, l’attacco di Ramazzotti a Vlahovic

Intervenuto ai microfoni di Radio Bianconera, il cantante romano – che nel 1984 trionfò al Festival tra le “Nuove proposte” – ha ammesso candidamente di avere ancora un po’ di magone per l’esito della sfida di San Siro. Un match tra Inter e Juventus mai così importante e probabilmente decisivo per le sorti del campionato, almeno in questi ultimi anni. Soprattutto, Ramazzotti ce l’ha con un calciatore in particolare: Dusan Vlahovic. “Non capisco come uno che guadagna tutti quei soldi possa sbagliare a stoppare un pallone come quello, che se avesse controllato bene sarebbe valso sicuramente il vantaggio per noi. Probabilmente se quella palla l’avessero data a Yildiz, avrebbe segnato”.

Quando e perché Vlahovic ha fatto infuriare Eros

Il riferimento di Eros è a un’occasione piuttosto nitida avuta a disposizione del serbo alla mezz’ora del match di San Siro, quando il punteggio era ancora sullo zero a zero. Forse l’unica palla veramente interessante capitata tra i piedi di Vlahovic in tutta la partita. L’ex Viola, però, ha sbagliato malamente lo stop, vanificando quella che poteva essere un’ottima chance per portare i suoi in vantaggio. Anche Paolo Di Canio, su Sky, aveva bacchettato Vlahovic subito dopo la gara: “In questo tipo di partite non dico che devi segnare, ma almeno imprimere una ferita alle certezze dell’Inter, calciare, far parare il portiere. Invece ha fatto svanire tutto così e da lì non si è più visto”.

Il cantante: “Già con l’Empoli Juve non convincente”

Ramazzotti, che non ha mai nascosto le sue forti simpatie per la Juve e per i colori bianconeri, si è poi soffermato sul momento non particolarmente brillante che sta attraversando la Juventus proprio in concomitanza con una fase forse decisiva della stagione e del campionato: “Già con l’Empoli la squadra non mi aveva convinto, con l’Inter ci siamo ripetuti. Io però voglio essere ottimista fino alla fine. Arrivare tra le prime quattro in classifica è l’obiettivo minimo ed è vicino, ma speriamo di riuscire a fare il meglio possibile“.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...