,,
Virgilio Sport

Scontro Sarri-arbitri insostenibile. Lazio, fermento nello spogliatoio

Molto infastidito Dal Pino, che ha replicato a Sarri sul calendario, dopo le frasi pronunciate dall'allenatore della Lazio. Le scuse di Acerbi e il confronto nello spogliatoio

04-10-2021 17:32

Che Maurizio Sarri non sia il sarrismo è più di una constatazione: è lo sgretolamento di un mito, costruito ad arte, un ideale che non c’è, se non in quanti auspicavano di infatuarsi di una bellezza calcistica dove la filosofia del tecnico supera (e con abbondanza) la qualità dei giocatori. Con la debacle laziale, l’ennesimo rimprovero-sfogo del tecnico si è mutata in una seduta di analisi ai microfoni di DAZN, in cui l’allenatore biancoceleste ha difeso il suo operato e esposto i suoi alle critiche, ribadendo anche un concetto non ultimo nella storia del tecnico: le responsabilità dell’arbitro.

Le critiche di Sarri ai microfoni di DAZN

Quindi, dopo un rimprovero quasi paternalistico nei confronti di Luis Alberto e Milinkovic, Sarri ha riservato parole spietate nei riguardi del direttore di gara, Massa. “Devono diventare centrocampisti totali, sono poco portati alla fase difensiva e al sacrificio nelle fasi di rientro, sono molto portati a giocare palla al piede”, la sua critica a due calciatori che danno qualità e inventiva. Il tecnico non ha risparmiato una frecciata all’arbitro: “Non ha influito sul risultato, ma certe scene di protagonismo le vedo da parte degli arbitri italiani e basta”, ha aggiunto riferendosi all’espulsione di Acerbi che non sarà a disposizione contro l’Inter. Difensore che si è scusato pubblicamente per la sua condotta, su twitter:

“Ho sbagliato, ho fatto due caXXate. Chiedo scusa a tutti, ai tifosi, ai compagni per l’espulsione e per il brutto gesto fatto che non mi appartiene.

#Acerbi”

Il retroscena svelato in diretta: confronto Sarri-giocatori

Insomma, qualcosa che non va c’è ed è talmente evidente che non può rimanere chiuso nello spogliatoio, perché si risolva in breve tempo. Il Corsport, nell’edizione di oggi, riferisce di un confronto schietto a fine partita tra Sarri e i laziali e secondo lo stesso quotidiano romano c’è chi avrebbe individuato il problema. L’assurdità o il paradosso sta nel fatto che a DAZN lo ha raccontato l’allenatore: “Parlando con i giocatori uno di loro ha preso la parola e mi ha detto ‘sono qui da 6 anni e facciamo sempre così, abbiamo un periodo positivo e poi cadiamo in questo tipo di partite’”.

Il faccia a faccia nello spogliatoio della Lazio

Secondo le fonti del giornale, a pronunciare quelle parole sarebbe stato Milinkovic-Savic, l’eterno partente e fulcro del centrocampo che, a seguito della patita contro il Bologna, si è visto indicare come responsabilità di alcuni importanti buchi.

Una vicenda che cela altro: nello spogliatoio chi comanda o chi influisce, per ricorrere a un verbo più mansueto? Perché Sarri ha rivelato con dovizia di particolari simili retroscena ai microfoni di DAZN? E come reagirà il presidente Lotito dopo la fastidiosa replica del presidente Dal Pino che si è mostrato infastidito dalle parole dell’allenatore sul tema calendario?

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...