Virgilio Sport

Serie B partite e risultati 9° giornata. Coda lancia la Cremonese, Como ko. Solo pari per lo Spezia. La classifica

La nona giornata di serie B rilancia le ambizioni di alta classifica di Catanzaro e Palermo che vincono in trasferta con Sudtirol e Modena. Prova super anche del Cosenza contro il Lecco.

Ultimo aggiornamento 08-10-2023 18:36

Va in archivio la nona giornata di serie A. Il risultato da sottolineare è la prima sconfitta del Parma. I ducali avevano cominciato il campionato su ritmi altissimi candidandosi a squadra da battere a Venezia arriva un ko inaspettato. La Sampdoria continua a fare fatica con il punto conquistato a Ascoli grazie alla reti di Borini. Volano altissimo Catanzaro e Palermo che dimostrano di avere grandi ambizioni.

Como-Cremonese 1-3: Coda rilancia i grigiorossi

La Cremonese si affida a Coda. Sul campo del Como arriva una vittoria preziosa per la squadra di Stroppa. Il match sia sblocca al 16’ grazie a un rigore concesso anche grazie all’aiuto del VAR. Dal dischetto va Coda che non sbaglia. Il Como fa fatica a reagire e al 32’ i grigiorossi trovano il raddoppio con Okereke.

Nella ripresa però la situazione si complica per la formazione lombarda: al 52’ ci pensa Cutrone ad accorciare le distanze. La replica è sempre di Coda che firma il doppio vantaggio prima del rosso a Lochoshvili che rimette tutto in discussione. Il Como però non trova la forza di replicare.

Spezia-Pisa 0-0: l’assalto ligure non basta

Solo un pareggio per lo Spezia in una gara che la formazione di Alvini ha cercato di vincere più con la forza dei nervi e della volontà che con lucidità. Il Pisa si difende con ordine e riesce a resistere all’assalto dei padroni di casa. Si gioca praticamente a oltranza nel finale, l’arbitro assegna 8 minuti ma si arriva al 13’ con Ekdal che rimedia anche un cartellino rosso dopo soli 5 minuti in campo.

Rivivi le emozioni di Spezia-Pisa

Sudtirol-Catanzaro 0-1: Iemmello lancia in orbita i calabresi

Non si ferma la corsa del Catanzaro che continua a stazionare nelle zone altissime della classifica di serie B. La squadra di Vivarini espugna anche il Druso battendo di misura i padroni di casa del Sudtirol grazie a una rete del solito Iemmello che sblocca il match pochi minuti prima dell’intervallo. Nella ripresa i padroni di casa ci provano ma non riescono a trovare la rete del pareggio.

Cosenza-Lecco 3-0: Forte scatenato, rossoblù super

Il Cosenza continua a macinare risultati e si affaccia nei quartieri alti della classifica di serie B. Contro il Lecco arriva un altro successo abbastanza agevole per i ragazzi di Caserta che chiudono i conti in meno di un’ora con Forte che apre le marcature al 4’, Marras che segna il raddoppio al 25’ e di nuovo Forte che chiude i conti al 50’.

Rivivi le emozioni di Cosenza-Lecco

Reggiana-Bari 1-1: succede tutto in un tempo

Un punto per parte. Reggiana e Bari non si fanno del male ma non vedono neanche migliorare sensibilmente la loro situazione in classifica. I pugliesi raccattano il settimo pareggio su nove partite in un inizio di campionato senza grandi squilli. Vantaggio degli emiliani al 10’ con Girma e pareggio del Bari al 34’ con Di Cesare. Poi una gara dominata soprattutto dalla noia.

Modena-Palermo 0-2: i rosonero mettono la sesta

Sesta vittoria in campionato per il Palermo che porta a casa tre punti pesantissimi sul campo del Modena. La squadra di casa arrivava alla sfida con la volontà di dimostrare che l’avvio di campionato non era stato un caso, ma l’espulsione di Oukhadda dopo 23’ ha sconvolto i piani. I rosanero ne hanno aprofittato con Hendeson e Mancuso che hanno realizzato i due gol vittoria.

Rivivi le emozioni di Modena-Palermo

Brescia-FeralpiSalò 1-1: La Mantia non trova il raddoppio

Lezzerini non può nulla. La parte più cospicua del Rigamonti si silenzia in fretta mentre la fetta più sparuta celebra il primo gol in assoluto nell’inedito derby lombardo tra dirimpettaie.

Il Feralpi legittima con il vantaggio una prima parte di gara all’insegna del pressing: in precedenza era stato capitan Balestrero a mancare la rete per una svirgolata clamorosa da ottima posizione.

Che La Mantia sia ispirato lo si capisce tre giri di lancette dopo il gol: la girata al volo della punta fa salire i brividi alla schiena di Lezzerini ma la palla si spegne a lato.

La terza occasionissima capita al bomber al 21’: trema il palo. Il dominio Feralpi nella prima parte di gara lo legittima anche Letizia che conclude dal limite: tiro potente, l’estremo del Brescia si rifugia in corner.

Prima conclusione pericolosa del Brescia al 37’: capitan Bisoli raccoglie palla sugli sviluppi di un calcio da fermo ma conclude malamente alto a due passi dalla porta. Tocca ancora a Lezzerini – 40’ del primo tempo – dire no a Kourfalidis che lo costringe al colpo di reni.

Ripresa di marca bresciana: Rondinelle a caccia del pari con Dickmann che prima ci prova con un gran tiro dalla distanza che lambisce il legno alla destra di Pizzignacco, poi con una girata da buona posizione che non inquadra la porta. Nel primo dei 7 minuti di recupero, Gabriele Moncini prima lo stimola e poi si tuffa nell’abbraccio del Rigamonti. Azione manovrata nell’assalto finale, la sponda di Borrelli per il bomber è un cioccolatino che Moncini, sotto porta, trasforma in gol.

Rivivi le emozioni live di Brescia-Feralpi

Ascoli-Sampdoria 1-1: Borini (forse) salva Pirlo

Non riesce a rialzare la testa la Sampdoria, che resta miseramente al penultimo posto della classifica dopo il pareggio 1-1 a domicilio dell’Ascoli. Il quarto punto conquistato tiene ad alto rischio la panchina di Andrea Pirlo. Borini salva i suoi spazzando sulla linea di porta la conclusione direttamente dalla bandierina di Falasco. I blucerchiati incassano, però, il gol in pieno recupero. Ci pensa l’ex Udinese, Nestorovski, che incorna la punizione di Falasco e si sblocca in campionato. Al rientro, la Samp si rimette subito in carreggiata grazie a Borini, che trova il pareggio trasformando il penalty concesso per atterramento di Esposito in area da parte di Caligara. La gara regala poche altre emozioni, fino al finale, con De Luca che viene neutralizzato da Viviano.

Cittadella-Ternana 2-2: Sorensen gela il Tombolato

Botta e risposta da brividi al Tombolato di Cittadella, dove i padroni di casa spartiscono la posta in palio con la Ternana, che agguanta il 2-2 nel finale. Dopo il traversa-linea di Cassano al 5′, la gara si sblocca all’8′. In vantaggio vanno gli ospiti che sfruttano con Faletti il rigore concesso per il tocco di mano in area di Carriero. Lo 0-1 regge un paio di minuti. Maistrello riaccende il pubblico di casa sfruttando l’assist basso di Vita, che pochi minuti più tardi colpisce anche la traversa. Appena prima della mezz’ora, il Cittadella mette la freccia. Il gol è di Cassano, che batte Iannarilli con un gran destro da fuori area. I cambi spezzano il ritmo nella ripresa, ma la Ternana resta in partita e, all’84’ trova il pari con Sorensen a risolvere alle spalle di Kastrati un batti e ribatti confuso.

Venezia-Parma 3-2: ducali costretti al primo ko stagionale

Colpo del Venezia, che grazie a una ripresa da brividi si prende i tre punti infliggendo al Parma capolista la prima sconfitta in stagione. In avvio, i ducali costruiscono almeno tre ottime occasioni per passare: Sohm da due passi alza sopra la traversa all’8′, il palo nega il gol a Benedyczak, Bertinato chiude su Bonny al 22′. Il primo squillo dei padroni di casa arriva due minuti dopo la mezz’ora. Pohjanpalo schiaccia di testa in tuffo, Chichizola compie il miracolo, Candela è lesto in anticipo, ma spreca clamorosamente in tap-in.

Al rientro in campo, la gara si infiamma letteralmente. Busio porta avanti i padroni di casa con il destro dopo appena 1′. Lo stesso centrocampista del Venezia causa, poi, il rigore che Benedyczak insacca per il momentaneo 1-1 al 54′. Meno di 10′ e Tessmann riporta avanti i lagunari su azione d’angolo. Ellertsson allarga il divario e porta la gara sul 3-1 insaccando di potenza il gol il cross tagliato di Pohjanpalo. In pieno recupero, Colak sorprende Bertinato aprendo il piatto, ma non c’è più tempo e gli arancioneroverdi dimezzano le distanze dalla vetta.

Risultati e programma della 9a giornata

Venerdì 6 ottobre ore 20.30

Brescia-FeralpiSalò 1-1

Marcatori: 13’ pt La Mantia (F), 46′ st Moncini (B)

Sabato 7 ottobre ore 14

Sudtirol-Catanzaro 0-1

Marcatori: 43’ Iemmello

Cosenza-Lecco 3-0

Marcatori: 4’ e 50’ Forte, 25’ Marras

Reggiana-Bari 1-1

Marcatori: 10’ Girma, 34’ Di Cesare.

Modena-Palermo 0-2

Marcatori: 47’ Henderson, 93’ Mancuso

Sabato 7 ottobre ore 16.15

Ascoli-Sampdoria 1-1

Marcatori: 45’+4′ Nestorovski, 51′ Borini (rig.)

Cittadella-Ternana 2-2

Marcatori: 8′ Falletti (rig.), 10′ Maistrello, 29′ Cassano, 84′ Sorensen

Venezia-Parma 3-2

Marcatori: 46′ Busio, 54′ Benedyczak (rig.), 63′ Tessmann, 78′ Ellertsson, 93′ Colak

Domenica 8 ottobre ore 16.15

Como-Cremonese 1-3

Marcatori: 16’ (rig.) e 63’ Coda (Cr), 32’ Okereke (Cr), 52’ Cutrone (Co).

Spezia-Pisa 0-0

La classifica aggiornata alla 9° giornata

Classifica: Parma 20, Palermo 19, Venezia e Catanzaro 18, Cosenza e Como 14, Cremonese e Cittadella 13, Modena 12, Brescia, Sudtirol e Bari 10, Pisa e Ascoli 9, Reggiana 8, Ternana e Spezia 6, FeralpiSalò 5, Sampdoria 4, Lecco 1.

Sampdoria: 2 punti di penalizzazione
Lecco e Brescia: 3 partite in meno
Como, Pisa e Spezia: 2 partite in meno
Cremonese, Sudtirol, Palermo e Modena: 1 partita in meno

La classifica marcatori alla 9° giornata

Massimo Coda con la doppietta realizzata contro il Como sale al primo posto della classifica marcatori della serie B con 9 reti. Alle sue spalle la coppia composta da Benedyczak del Parma e da Casiraghi del Sudtirol. A cinque gol invece il portoghese Mendes dell’Ascoli.

La classifica marcatori completa della serie B

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...