Virgilio Sport

Serie C, il derby all'Avellino: tecnico Benevento verso esonero, frena ancora il Foggia

L'Avellino fa suo il derby contro il Benevento e ora il tecnico sannita Andreoletti è a rischio esonero. Frenata per Foggia e Perugia, vola la Torres

11-12-2023 11:35

Pietro De Conciliis

Pietro De Conciliis

Giornalista

Giornalista pubblicista e speaker radiofonico, per Virgilio Sport si occupa di calcio con uno sguardo attento e competente sui campionati di Serie B e Serie C

A pochi passi dalla fine del girone d’andata, la Serie C continua a regalare gol e spettacolo. Tanti gli scontri diretti andati in scena nell’ultimo weekend, con incroci importanti che hanno caratterizzato soprattutto il girone C. Tra questi, il sentitissimo derby Benevento-Avellino, vinto dai Lupi di Michele Pazienza grazie al gol di Chicco Patierno. Frena ancora il Foggia di Mirko Cudini, ora a rischio esonero. Si interrompe anche la striscia positiva del Sorrento, che regala la prima gioia al nuovo Brindisi di Giorgio Roselli. Ecco cosa è successo ieri in Lega Pro.

Avellino: sorpasso sul Benevento, Andreoletti a rischio esonero

Partita ad alta tensione al “Vigorito”, con le due tifoserie divise da una storica rivalità e una posta in palio dal peso inestimabile. Le grandi deluse del girone C si sono date battaglia dinanzi a più di 7.000 spettatori, 1.000 dei quali di fede biancoverde. A deciderla è un gol di Chicco Patierno al minuto 41, al termine di una ripartenza da manuale della squadra allenata da Michele Pazienza, con il numero 9 dei Lupi che ha aperto e finalizzato il contropiede, con l’ausilio di D’Angelo e Gori.

Buona la reazione dei ragazzi di Matteo Andreoletti (che ora rischia l’esonero), che hanno provato in tutti i modi a pareggiarla, anche nel finale. Sulla loro strada, però, un super Ghidotti e un Thiago Cionek in formato “salvatore della patria”. È del difensore polacco, di origini brasiliane, il colpo di testa che evita il pareggio giallorosso al 95′, proprio sulla linea di porta, dopo un’uscita maldestra dello stesso Ghidotti.

Doppio sorpasso dell’Avellino, che scavalca in classifica Crotone e Benevento, portandosi a quota 30, a -6 dalla capolista Juve Stabia. Nel mezzo, ci sono ancora Picerno e Casertana. Mercoledì, fra due giorni, i biancoverdi saranno chiamati ad affrontare anche i quarti di finale della Coppa Italia di categoria, contro la Lucchese al “Partenio-Lombardi”. Poi, ci sarà il Taranto di Eziolino Capuano in campionato.

Lancio di petardi, fumogeni e torce: cosa rischia l’Avellino

Entrati all’interno del settore ospiti del “Vigorito” intorno alle ore 18.25, i gruppi organizzati della Curva Sud Avellino si sono resi protagonisti di un fitto lancio di petardi, fumogeni e torce sul terreno di gioco dell’impianto sportivo sannita. Uno spettacolo pirotecnico, non autorizzato, che ha costretto il direttore di gara a ritardare il fischio d’inizio di Benevento-Avellino di circa 10 minuti.

Il commissario di campo ha rilevato il tutto e ha inviato il referto al giudice sportivo della Lega Pro, che si esprimerà nel pomeriggio di domani. Per l’Avellino del patron D’Agostino si prospetta un’ammenda salatissima, vicina ai 20.000 euro. Per i supporters irpini, invece, va concretizzandosi il rischio di una gara casalinga senza pubblico nel settore più caldo del tifo biancoverde. Contro il Taranto di Eziolino Capuano, infatti, la Curva Sud potrebbe scontare un turno di squalifica.

Nuova frenata del Foggia, perde il Sorrento

Fatica a trovare gioco e continuità il Foggia di Mirko Cudini, fermato anche dal Potenza di Pietro De Giorgio allo “Zaccheria”. Nonostante la precaria situazione dei lucani, ancora in attesa di una nuova guida tecnica, i satanelli non sono riusciti ad abbattere il muro eretto dalla formazione ospite. Ci si mette anche la sfortuna, con Diego Peralta che fallisce un calcio di rigore pesantissimo, non sbloccando la contesa.

Il Foggia non vince dallo scorso 19 novembre ed è fuori dalla zona playoff, pur essendo appaiato al Catania di Cristiano Lucarelli. In serata, rischia persino di essere superato dai “cugini” dell’Audace Cerignola, impegnati alla “Nuovarredo Arena” di Francavilla Fontana contro l’undici di Roberto Occhiuzzi.

Cudini a rischio esonero, con Giuseppe Raffaele che aspetta la chiamata giusta per tornare in sella. Dopo aver lasciato il Potenza, il trainer siciliano è già stato allertato da Foggia e Cerignola. Entro domani, in tal senso, potrebbero esserci sviluppi importanti.

Sul neutro di Potenza, invece, da segnalare il colpo esterno del Brindisi di Giorgio Roselli, che bagna il suo esordio con una vittoria di capitale importanza. Ai pugliesi lo scontro salvezza con il Sorrento di Vincenzo Maiuri, forse appagato dai cinque risultati utili consecutivi messi alle spalle.

Girone B: la Torres tiene il passo del Cesena, cade la Carrarese

Classifica tanto lunga quanto strana nel girone B di Lega Pro, dove continua a dominare il tandem Cesena-Torres. Romagnoli in testa con 42 punti all’attivo, con due lunghezze di vantaggio sulla compagine sarda, ieri vittoriosa tra le mura amiche contro l’Arezzo. I rossoblù, seconda forza del raggruppamento, tengono a debita distanza Perugia e Pescara, ora entrambe a -10.

Gli umbri, infatti, non vanno oltre il 2-2 contro la Vis Pesaro, al “Curi”, mentre fa rumore il tonfo della Carrarese sul campo del Rimini. Al “Neri”, prestazione solida dei padroni di casa, che liquidano la pratica gialloverde senza grossi problemi. Toscani fermi a quota 38.

Questi i risultati della domenica nel girone B:

  • Lucchese-Fermana 0-0
  • Rimini-Carrarese 1-0
  • Sestri Levante-Ancona 3-2
  • Torres-Arezzo 3-2
  • Perugia-Vis Pesaro 2-2

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...