Virgilio Sport

Spezia-Napoli, la moviola: Focus su rigore negato e gol annullato a Osimhen

La prova dell'arbitro Di Bello al Picco analizzata ai raggi X dall'esperto di Dazn Luca Marelli

06-02-2023 09:26

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Era una gara di prima fascia Spezia-Napoli, lunch match della seconda giornata di ritorno di serie A e Rocchi aveva puntato sul sicuro, designando l’internazionale Di Bello che si sta rilanciando dopo un periodo in chiaroscuro (si ricorderanno gli sfoghi di Berlusconi dopo Monza-Udinese) e che aveva arbitrato bene nelle sue ultime uscite ma come se l’è cavata il fischietto di Brindisi nel 3-0 degli azzurri di Spalletti?

Spezia-Napoli, i precedenti di Di Bello con le due squadre

Assistito da Preti-Di Iorio con Marchetti IV uomo e al VAR: Aureliano coadiuvato da Paganessi, Di Bello ha mostrato subito il pugno duro ammonendo due giocatori in soli 18′ (Ampadu e Lozano) per poi chiudere con 5 gialli (anche Reca, Caldara e Zielinski).

Nei cinque precedenti con lo Spezia per i liguri il bilancio era di 1 vittoria, 1 pareggio e 3 sconfitte: ventuno, invece, i precedenti di Di Bello con il Napoli. Per i partenopei, al contrario dei liguri, lo score era e resta decisamente positivo: 17 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.

Spezia-Napoli, i casi discussi

Diversi gli episodi da moviola: nei primi minuti c’è un tocco di Caldara di mano in area con deviazione in calcio d’angolo. Un altro episodio molto contestato dai giocatori del Napoli è accaduto al minuto 25. Kvaratskhelia viene atterrato al limite dell’area di rigore, per l’arbitro Di Bello è di qualche centimetro fuori dall’area di rigore.

Interviene anche il Var e certifica che non c’è calcio di rigore per il Napoli. Poi c’è il rigore assegnato a inizio ripresa per il mani di Reca e infine un gol annullato a Osimhen per presunta spinta su Caldara.

Spezia-Napoli, per Marelli giusto annullare gol Osimhen

A fare chiarezza è Luca Marelli. L’esperto di Dazn si dice d’accordo nel non assegnare il rigore al Napoli per il mani di Caldara: “Caldara tocca con la mano il pallone e devia in calcio d’angolo, ma il braccio è molto attaccato al corpo”. Niente da dire sul rigore concesso, netto quanto ingenuo Reca, che ha toccato la palla col braccio in area nel tentativo di allargare le braccia per prendere posizione. Reca nemmeno protesta.

Al 61′ Di Bello fischia un fallo ad Osimhen che aveva superato Caldara in velocità e segnato, ma secondo l’arbitro c’è stata una trattenuta da parte di Osimhen. Marelli spiega: “In questo caso va valutata l’entità della trattenuta. L’annullamento del gol da parte di Di Bello ci sta, anche perché Osimhen ha tirato la maglia al difensore dello Spezia Caldara. C’è stato un consulto record del Var che ha dato l’ok all’annullamento della rete”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Bologna - Verona
SERIE B:
Cosenza - Sampdoria

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...