Virgilio Sport

Tennis Australian Open, Jasmine Paolini sogno infranto: resa senza appello ad Anna Kalinskaya negli ottavi

La giocatrice toscana continua la sua corsa agli Australian Open: batte in due set la russa Blinkova e si guadagna l'accesso alla seconda settimana

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Sembrava abbordabile, s’è rivelato alla stregua di un ostacolo insormontabile: Anna Kalinskaya ha alzato l’asticella e per Jasmine Paolini non c’è stato nulla da fare, con la resa negli ottavi di finale degli Australian Open che ha sancito la caduta dell’ultima azzurra rimasta in gioco nel tabellone del primo slam stagionale. Il 6-4 6-2 finale è figlio della grande aggressività in risposta della russa, ma soprattutto della difficoltà conclamata che la toscana ha mostrato nel riuscire a trovare un piano alternativo per provare a restare aggrappata all’incontro. La consolazione è data dal best ranking alla numero 24, ma forse Jasmine sa di aver buttato alle ortiche un’occasione che potrebbe non ricapitare più.

Troppi errori gratuiti, troppi rischi non calcolati

S’era capito bene che la parte di tabellone nella quale è finita l’azzurra avrebbe potuto davvero riservare sorprese gradite. Contro Kalisnkaya però Paolini ha sbagliato tanto, inciso poco e combinato meno. Troppi i 33 errori gratuiti lasciati per strada (contro i 13 della russa), troppo poco il 51% di punti realizzati con la prima, segno che in risposta la futuro numero 37 del mondo (ma potrebbe tranquillamente entrare tra le prime 30 se dovesse approdare in semifinale) ha davvero fatto proseliti.

Lo ha lasciato intuire sin dai primi scambi, col primo break arrivato nel terzo gioco, subito replicato da una Paolini che, seppur in evidente difficoltà, ha provato a reagire mostrando il carattere che la contraddistingue. Ma i colpi potenti ed efficaci di Kalinskaya non hanno lasciato spazio a troppi voli pindarici: il secondo break subito nel primo set ha rotto definitivamente l’equilibrio, con Jasmine che ha annullato un set point sul suo servizio prima di cedere nel decimo gioco, al netto di un paio di dritti che avrebbero meritato miglior sorte.

La chance sprecata, poi la resa incondizionata

Nel secondo set la grande occasione per la toscana è capitata durante il secondo game, quando s’è ritrovata tre palle break sulla racchetta, tutte però giocate male in risposta (e li la russa ha alzato decisamente il ritmo al servizio, evitando brutte sorprese). I 14 punti giocati nel game perso pesano nella testa della garfagnina, che concede una palla break nel gioco successivo e puntualmente paga dazio, vedendosi così costretta nuovamente a rincorrere una Kalinskaya ormai lanciata verso i quarti di finale.

L’unica soluzione che Paolini può provare ad abbozzare è quella di anticipare qualche scambio, ma prendendosi rischi enormi: la rivale ne intuisce le intenzioni e nel settimo gioco dimostra di essere perfettamente allineata al suo piano partita, salendo 0-40 e chiudendo poi alla prima occasione utile per il secondo break del parziale, anticamera di un comodo gioco col quale chiude definitivamente i conti. Rimpianti per l’azzurra? Qualcuno si, ma al netto di un’avversaria che s’è mostrata semplicemente superiore.

Nel tabellone maschile avanti tutti i big: brivido Zverev

Nel tabellone maschile la notte non produce sorprese. Avanzano tutti i big, a cominciare da Hubert Hurckacz che si sbarazza in tre set della sorpresa francese Cazaux. Soffre tanto ma alla fine arriva a dama Alexander Zverev, che riesce a piegare soltanto al quinto Cameron Norrie, bravo a rimontare due volte dopo essersi ritrovato sotto nel computo dei set, mancando però nel supertiebreak decisivo (perso 10-3).

Daniil Medvedev deve concedere un set al portoghese Nuno Borges, giustiziere di de Minaur, ma alla fine s’impone in 4 come da pronostico. Alcaraz scappa via in fretta contro Kecmanovic, dimostrando esso stesso di essere sulla strada buona per alzare sensibilmente il livello del proprio tennis. Domani mattina, come ultimo match del programma di giornata, torna in campo Jannik Sinner, opposto nei quarti di finale ad Andrey Rublev.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...