Virgilio Sport

Tennis, è Sinner mania: la F1 lo accoglie a braccia aperte, sarà testimonial. E a Londra gli dedicano una pizza col suo nome

Jannik Sinner continua a collezionare riconoscimenti dopo un anno magico: sarà "Friend of F1" testimonial del circus per i giovani e poi da Londra c'è un'altra consacrazione: la "pizza Sinner" ideata ovviamente da due "pizzaioli" italiani

13-12-2023 09:45

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

E’ il personaggio del momento. Non solo in Italia ma in tutto il mondo. Jannik Sinner sempre più amato, sempre più in vista, sempre più corteggiato e al centro dell’attenzione. Gli ultimi successi, la finale alle Atp Finals e la vittoria della Coppa Davis da trascinatore dell’Italia hanno aumentato la fama del giocatore azzurro.

E la F1 si è accorta di lui. Per quanto sia difficile fare un parallelismo tra i bolidi del circus e le bolidi tirati con la racchetta da Jannik, la Formula 1 lo ha voluto come testimonial per le generazioni più giovani. Un gran riconoscimento per il numero 4 al mondo.

Ma c’è dell’altro, un po’ meno sul piano sportivo ma mangereccio. Arriva da Londra la notizia della prima “pizza Sinner” e non potevano che essere due italiani ad averla “inventata”. Pare stia andando forte proprio Jannik, fonte di ispirazione.

La Formula 1 arruola Sinner: sarà “Friend of F1”, in cosa consiste

Non salirà su una Ferrari e nemmeno su una Red Bull o una Mercedes. Almeno non per ora, in futuro chissà. Eppure Jannik Sinner è entrato a far parte della Formula 1. Insignito del ruolo di “Friend of F1” Sinner parteciperà ad alcuni Gran Premi, dove sosterrà la F1 nella promozione attraverso il coinvolgimento dei fan. Negli ultimi anni, sia la Formula 1 che il tennis hanno attratto un pubblico più giovane e diversificato, e il sostegno di Sinner alla F1 incoraggerà un più stretto crossover tra le basi di fan dei due sport.

Sinner, la passione per il kart e la velocità: “Non vedo l’ora”

In alcune interviste Sinner non ha mai nascosto la passione per i motori, ha sempre rimarcato di essere un appassionato e ha anche raccontato di essere un assiduo pilota di go-kart. In passato è stato anche testimonia di Alfa Romeo ed è anche amico di Daniel Ricciardo e Antonio Giovinazzi, ex proprio di Sauber Alfa Romeo.

Esprimendo il suo entusiasmo per l’unione delle forze con la F1, Sinner ha dichiarato: “Essendo italiano, ho la F1 nel sangue, quindi non potrei essere più entusiasta di lavorare non solo con il miglior marchio degli sport motoristici, ma con la migliore piattaforma sportiva del mondo. Sono onorato di avere questa opportunità e sono davvero entusiasta di essere un amico della F1”.

Sinner ha continuato descrivendo l’imminente collaborazione con la F1 come un “enorme privilegio”, poiché non vede l’ora di “dare vita a progetti speciali per il pubblico del tennis e viceversa. Voglio contribuire a mostrare le cose straordinarie che lo sport delle corse ha da offrire e la Formula 1 è il partner perfetto per farlo”

Sinner in F1, il messaggio di benvenuto di Stefano Domenicali

A dare il benvenuto a Sinner ci ha pensato il gran capo della F1, Ceo di Liberty Media, Stefano Domenicali in persona: “Jannik è uno degli atleti giovani più talentuosi ed emozionanti al mondo al momento, quindi sono felice che diventi un Amico della F1. Continuando a crescere e coinvolgere nuovi e diversi fan, è vitale che continuiamo a collaborare con persone al di fuori del nostro sport per attirare nuovo pubblico. Questa entusiasmante opportunità ci permetterà di unire i mondi della F1 e del tennis.”

E Sinner sottolinea cosa gli piace di più del mondo della F1: “Trovo molto interessante il modo in cui i team possono migliorare la vettura e il modo in cui i piloti massimizzano le loro prestazioni e le loro abilità per battere i rivali di millesimi di secondo. È affascinante il modo in cui competono e si comportano sotto la pressione più estrema, ai massimi livelli, settimana dopo settimana”.

Jannik mania: a Londra nasce la pizza Sinner, gli ingredienti

Dal piatto della racchetta al piatto di portata il passaggio, in questo caso, è breve. E sì perchè la fama di Jannik Sinner è così aumentata da far sì che a Londra qualcuno si ingegnasse a preparare la “pizza Sinner”. L’idea, non poteva essere altrimenti, ha la paternità di due imprenditori italiani, Gianluca e Claudio, appassionati di tennis, peraltro uno di loro tifoso di Berrettini… entrambi fondatori e proprietari di una catena di pizzerie italiane di successo.

Gli ingredienti sono vellutata di broccoli, salsiccia di maiale, patate arrosto al rosmarino e mozzarella. C’è anche la versione nera, fatta con farina di carbone vegetale, più digeribile. “Il nostro sogno – dice uno dei proprietari – è di invitare Jannik e tutto il team della Coppa Davis a mangiare una pizza in uno dei nostri ristoranti, magari in occasione di Wimbledon”.

Berrettini: il 2024 per ripartire col nuovo coach

Leggi anche:

Caricamento contenuti...