Virgilio Sport

Torino-Milan 2-1, commento e pagelle. Pioli sbaglia tutto, Leao pure

Brutta prova del Milan, sconfitto 2-1 a Torino: rossoneri a -6 dal Napoli. Leao sostituito dopo 45' da Pioli, al Diavolo non basta il gol di Messias.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Il più brutto Milan della stagione cade sorprendentemente in casa del Torino, perdendo terreno dal Napoli capolista. Pioli e i rossoneri ora terzi in classifica, mentre i granata di Juric si regalano finalmente una notte di gloria contro una big. Finisce 2-1 all’Olimpico Grande Torino, punteggio che premia il cinismo e il carattere dei granata e boccia il Diavolo. Si discuterà a lungo delle scelte del tecnico rossonero, all’inizio e dopo l’intervallo.

Torino-Milan, i momenti chiave della gara

Al 5′ e al 6′ due occasioni in fotocopia per Leao: Diaz offre due palloni invitanti per il portoghese a tu per tu col portiere, clamorosi gli errori dell’attaccante del Milan prima col sinistro, poi col destro. Al 35′ passa il Toro. Punizione dalla sinistra di Lazaro, girata di Djidj e palla alle spalle di Tatarusanu. Due minuti dopo Vlasic libera in area Miranchuk, diagonale del russo e il portiere del Milan è sorpreso. Nella ripresa al 23′ il Milan accorcia: pasticcio tra Buongiorno e Milinkovic-Savic, Abisso e il Var non vedono una spinta evidente di Messias sul difensore e il brasiliano segna a porta vuota.

Torino-Milan, l’analisi della partita

La sfida col Toro cade in mezzo alle ultime due, cruciali sfide di Champions e Pioli deve fare turnover. Il tecnico rossonero conferma Gabbia al centro della difesa, dove ritrova Tomori. Kalulu gioca a destra, in mezzo con Tonali c’è l’ex Pobega. I trequartisti sono Messias, Diaz e Leao, la punta Origi. Difesa a tre per il Toro. Juric affida a Ricci le chiavi del centrocampo, con Vlasic e Miranchuk alle spalle di Pellegri, altro ex.

Il pressing alto sui portatori di palla granata funziona solo nei primi minuti, quando Diaz può offrire due palloni d’oro a Leao che il portoghese spreca malamente. Poi il Torino prende le misure e non corre più rischi, anzi inizia ad affacciarsi timidamente dalle parti di Tatarusanu. A Origi non arrivano palloni invitanti e, quasi senza accorgersene, il Milan si ritrova sotto di due gol. In un paio di minuti Djidji e Miranchuk puniscono la disattenta difesa rossonera: la partita per il Diavolo si complica terribilmente.

Dopo l’intervallo Pioli ne cambia tre. Escono Diaz, Leao e Kalulu, al loro posto De Ketelaere, Rebic e Dest. Il Milan prova ad alzare il baricentro, ma al di là della sfuriata iniziale non riesce a creare pericoli alla porta di Milinkovic-Savic. Origi rimane isolato, De Ketelaere fa errori su errori, anche Rebic stenta a innescarsi. Il gol di Messias è frutto di un’incomprensione tra Bongiorno e Milinkovic-Savic e di un clamoroso errore della coppia Abisso-Var, ma consente al Milan di riaprire una gara a un certo punto praticamente chiusa.

Pioli gioca prima la carta Bennacer (al posto di Tonali), poi Giroud (per Messias). De Ketelaere si sistema alle spalle del francese, per un Milan a trazione decisamente anteriore. Juric (espulso per le proteste sul gol di Messias) si copre con Karamoh e Rodriguez al posto di Pellegri e Buongiorno, poi Zima rileva Schuurs. Dentro anche Linetty e Adopo per un finale alla baionetta. Il Toro si difende con ordine, il Milan non dà mai l’impressione di poterla riprendere. E infatti finisce 2-1, senza neppure una chiara occasione per i rossoneri per acciuffare almeno il pareggio.

Torino-Milan, le pagelle

Torino-Milan, le pagelle dei rossoneri

Dest 7 Entra bene in partita, sfiorando anche la rete.

Messias 6,5 Tra gli ultimi a mollare, trova il gol che riaccende le speranze del Milan.

Diaz 5,5 Due palloni invitanti per Leao, poi sparisce dal campo.

Tatarusanu 5 Sorpreso da Djidji, grave l’indecisione sul diagonale di Miranchuk

Leao 4 Due errori clamorosi in avvio, non da lui. Esce dopo 45′.

Pioli 5 Milan abulico e inoffensivo, sorpreso dal Toro nel finale di primo tempo e incapace di offrire una reazione convincente.

Torino-Milan, le pagelle dei granata

Miranchuk 7,5 Il gol, ma non solo. Tanta qualità e quantità.

Vlasic 7,5 Un assist al bacio per Miranchuk, ma anche tanti palloni lavorati bene.

Djidji 7 Esperienza e mestiere, suo il gol del vantaggio del Toro.

Torino-Milan, la pagella dell’arbitro

Abisso 4 Incredibile la svista sul gol di Messias, poi sembra perdere la bussola.

Torino-Milan, che succede ora

Il Milan perde terreno dal Napoli, ora distante sei lunghezze, e si fa scavalcare dall’Atalanta. Rossoneri terzi in classifica a quota 26 e attesi dalla cruciale sfida di Champions contro il Salisburgo a San Siro. Il Torino sale a quota 17 punti, scavalca la Salernitana e si sistema in nona posizione in classifica: dopo il lungo periodo senza successi, due vittorie consecutive per Juric, la prima – sospiratissima – contro una grande.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...