Virgilio Sport

Udinese-Milan, Maignan vittima di razzismo, il pugno duro del Giudice Sportivo: “Gara a porte chiuse”

Pugno duro del Giudice sportivo dopo i cori razzisti nei confronti di Mike Maignan: l’Udinese dovrà giocare una gara a porte chiuse. Solo una multa per la Salernitana dopo il lancio di oggetti contro Retegui

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Stangata doveva essere e stangata è stata: il Giudice Sportivo ha usato il pugno di ferro per il caso Maignan così come richiesto a gran voce da tutti. Il match tra Udinese e Milan di sabato scorso era stato fermato proprio dal portiere transalpino che è stato vittima di cori razzisti da parte dei tifosi avversari e ora la Dacia Arena resterà chiusa per una gara (quella con il Monza).

Udinese-Milan: la decisione del Giudice Sportivo

Il Giudice Sportivo ha deciso di sanzionare l’Udinese con l’obbligo di giocare una gara a porte chiuse, una decisione importante che è stata motivata così nella lunga spiegazione presente all’interno del Comunicato ufficiale.

Visto il referto arbitrale in ordine alle manifestazioni di discriminazione razziale che hanno interessato in più occasioni, il calciatore Mike Maignan, e che hanno portato all’effettuazione di due annunci con altoparlante nonché a una prima interruzione del gioco per un minuto e poi alla sospensione della gara per cinque minuti, ritenuta la gravità dei fatti descritti e riportati”.

E ancora. “Rilevato che non sono state riportate durante e dopo i fatti, chiare manifestazioni di dissociazioni da tali intollerabili comportamenti da parte dei restanti sostenitori, rivelato che il comportamento attivo dell’Udinese e la disponibilità a collaborare sin da subito per l’individuazione dei responsabili, fanno si che per un evento di tale portata e gravita possa applicarsi la pena minima con la sanzione per l’Udinese di disputare una gara a porte chiuse”.

Salernitana-Genoa: multa per i granata

Il Giudice Sportivo ha scelto la strada della multa invece per punire i fatti di Salerno, dove il giocatore italo-argentino del Genoa Retegui è stato colpito da uno snack mentre festeggiava il gol insieme ai compagni di squadra. Per la Salernitana ci sono 40mila euro di multa per “aver lanciato nel corso della gara diversi oggetti tra cui una grossa pietra di cemento di 10 c e per aver lanciato all’indirizzo dei calciatori della squadra avversaria uno snack che colpiva al collo un calciatore”.

Paredes, Badelj e Frendrup squalificati

Nel comunicato arriva anche la squalifica per Badelj e Frendrup del Genoa arrivati alla quinta sanzione, e anche per il centrocampista della Roma, Leandro Paredes. Mancano invece ancora le comunicazioni relative ai giocatori che verranno squalificati dopo la finale di Supercoppa italiana tra Inter e Napoli.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Salernitana
SERIE B:
Modena - Catanzaro

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...