Virgilio Sport

Un classe 2005 all'assalto della Serie BKT: alla scoperta di Francesco Pio Esposito

Il giovane attaccante scuola Inter ha già messo a referto due reti con i liguri: da Milano lo osservano, dopo un’estate passata a far sognare l’Italia

01-11-2023 11:16

Un classe 2005 all'assalto della Serie BKT: alla scoperta di Francesco Pio Esposito

Il calcio nel sangue, l’estate azzurra, l’impatto in Serie B: a La Spezia brilla la stella di Pio Esposito.

Il calcio, a volte, può essere anche una questione di famiglia. Lo sa bene Francesco Pio Esposito, il più piccolo della dinastia cresciuto con il pallone fra i piedi insieme ai fratelli Sebastiano e Salvatore.

Con quest’ultimo, in questa stagione, condivide anche lo spogliatoio allo Spezia ed entrambi si stanno regalando grandi soddisfazioni individuali in quest’avvio di stagione in Serie BKT, nonostante la partenza stentata della squadra di Alvini.

Registrati a Virgilio Sport per continuare a leggere questo contenuto

Bastano pochi click

Questione di famiglia

Francesco Pio è cresciuto con in casa due esempi, due modelli, due “rivali”: i fratelli Salvatore e Sebastiano.

Oggi, con il primo condivide lo spogliatoio a La Spezia, mentre con il secondo si è ritrovato in Nazionale Under 21 oltre che il ruolo da attaccante (seppure con caratteristiche diverse e complementari).

Più guizzante e tecnico Sebastiano, più strutturato e forte fisicamente Francesco Pio, bravo – e anche tanto – nel gioco aereo oltre che nella finalizzazione.

Tutti e tre i fratelli Esposito sono nati a Castellammare di Stabia, in una generazione della città campagna che ha dato i natali anche a Gigio Donnarumma. Per tutti e tre i fratelli il percorso di crescita è stato il medesimo, con l’Inter che ha investito sul talento della famiglia Esposito portando a Milano i ragazzi e la famiglia.

Un percorso che ha portato papà Agostino, anche lui ex calciatore ma ad un livello più basso di quello raggiunto dai figli, e mamma Flavia a trasferirsi ormai da 14 anni a Brescia.

Proprio nella città lombarda i fratelli Esposito hanno investito in una scuola calcio, la Voluntas, per far crescere i giovani e dargli l’opportunità di farsi notare dai club professionistici.

Tra Brescia, città del cuore per tutta la famiglia Esposito, e Milano, dove si sono formati calcisticamente, nasce e cresce la tradizione della famiglia Esposito.

Il più grande di tutti, Salvatore, lo scorso giugno durante uno stage a Coverciano, parlando del fratello più piccolo ne ha tessuto le lodi, raccontando anche un retroscena: Abbiamo avuto la fortuna di avere un campetto sotto casa e questo ci ha aiutato molto. Di solito il più piccolo è quello più forte, si dice sempre così”.

Chissà se sarà davvero così per un ragazzo, come Francesco Pio, che sta già bruciando tutte le tappe.

La prima stagione da professionista

Il classe 2005, al primo anno nel calcio dei grandi, si sta ritagliando già uno spazio importante con la maglia in Serie BKT con la maglia dello Spezia.

Dopo le 15 reti in 34 partite dello scorso campionato di Primavera 1 con l’Inter allenata da Chivu, ne sono già arrivate 2 nell’annata del debutto assoluto in cadetteria.

In estate lo Spezia ha puntato, dopo aver riscattato dalla Spal il fratello Salvatore (arrivato in Liguria lo scorso gennaio).

Nessun paura per Francesco Pio e accetta la competizione con un ragazzo come Luca Moro che lo scorso anno è stato protagonista nella promozione del Frosinone.

Francesco Pio è certamente uno dei giovani italiani più interessanti della Serie BKT 2023-2024, insieme a giocatori, come per esempio altri Claudio Cassano e Alessando Bianco, che stanno trovando spazio e crescita nella serie cadetta.

Il classe 2005 mostra subito grande personalità prendendosi la maglia numero 9 e lavorando per mettere in difficoltà nelle scelte Mister Alvini. L’allenatore gli concede qualche spezzone nelle prime giornate, e poi arriva la prima titolarità contro il Como il 3 settembre: l’esordio dal primo minuto tra i professionisti.

Alla sesta giornata arriva anche il primo gol: una spizzata di testa sul calcio d’angolo del fratello Salvatore che però è ininfluente ai fini del risultato nella sconfitta per 1-2 subita dallo Spezia per mano della Reggiana.

Un gol che non vale punti ma solo l’enorme soddisfazione di segnare il primo gol tra i professionisti su assist del fratello più grande, un momento che rimarrà impresso nella sua mente.

Con il primo gol arriva ancora più spazio, e il giovane attaccante dimostra di sapersi fare trovare pronto anche da subentrato. A Palermo contro i rosanero di Brunori e Di Francesco, in una partita rocambolesca terminata 2-2, segna il gol del momentaneo 0-2 per lo Spezia con un tocco in area di rigore da attaccante vecchio stampo.

Il gol per Francesco Pio è un qualcosa che scorre nelle vene e grazie alle prestazioni con i liguri ottiene anche la prima convocazione in Under 21.

Nel match contro la Norvegia dello scorso ottobre timbra il cartellino diventando a 18 anni il quarto marcatore più giovane nella storia degli Azzurrini.

Un’estate azzurra: dall’Europeo vinto al Mondiale sfiorato

Francesco Pio si è messo in mostra già nelle prime apparizioni con lo Spezia, dopo un’estate che resterà per lui indimenticabile.

Tra giugno e luglio ha infatti disputato prima il Mondiale con la selezione Under 20, da sotto età di ben due anni (e a 18 anni la differenza può risultare importante), sfiorando l’impresa e perdendo solo in finale contro l’Uruguay in una competizione in cui si è messo in mostra sin da subito in un attacco a 3 con Pafundi e Baldanzi.

La delusione mondiale non ha frenato la sua voglia di vestire l’azzurro e, qualche settimana dopo, ecco la soddisfazione di vincere l’Europeo con l’Under 19.

Due pagine diverse, con un successo che mancava da vent’anni e una finale sfortunata, ma che lo hanno visto sempre protagonista: Francesco Pio ha giocato complessivamente undici partite fra Mondiale ed Europeo, segnando due reti e disputando entrambe le finali.

Due competizioni come Mondiale ed Europeo, seppure Under20 e Under19, giocate tutte d’un fiato in una sola estate. Un emozione non da poco e una voglia di calcio che fa trasparire la passione e la voglia di arrivare in alto di questo ragazzo.

Una doppia convocazione che attesta quanto anche a Coverciano credano nel suo talento, capace di attirare attenzioni da tutto il mondo.

Anche il quotidiano spagnolo AS ne ha evidenziato i progressi, ipotizzando un futuro accanto a Lautaro Martinez in quell’Inter che lo ha cresciuto negli ultimi anni e che si sfrega le mani osservandone la crescita.

Futuro a tinte nerazzure?

In estate l’Inter lo ha ceduto allo Spezia con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto in proprio favore.

Una scelta che, probabilmente, finirà con il riportare a Milano Francesco Pio, dopo un processo di crescita che in Liguria deve ancora continuare.

Per caratteristiche il ragazzo di Castellammare sarebbe il perfetto “back” della coppia LautaroThuram, mettendo in evidenza caratteristiche da prima punta classica per statura e presenza in area di rigore.

Guardando ad esempi all’estero, è pur vero che in altri campionati un ragazzo del suo talento avrebbe già giocato in prima squadra e magari attirato l’interesse di qualche squadra di Serie A vogliosa di puntare da subito su di lui.

L’Inter lo osserva con molto interesse e ne segue la crescita con la volontà ferrea di puntare sulle sue doti.

Per Francesco Pio la maglia nerazzurra è un obiettivo fissato in testa dopo averla assaporata la scorsa stagione osservando da vicino due giocatori come Dzeko e Lukaku a cui ambisce di somigliare per caratteristiche.

Se parliamo di idoli invece le idee sono chiare: Salvatore e Sebastiano. In un’intervista della scorsa estate Francesco Pio ha parlato così dei suoi fratelli: “Ho grande stima di loro fin da quando ero piccolo. Sono cresciuto guardando le loro partite, li seguivamo sempre dagli spalti. Sono sempre stati i miei idoli”.

La stoffa è di famiglia in casa Esposito e, il più piccolo dei fratelli, punta a raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Empoli
Salernitana - Monza
SERIE B:
Cremonese - Palermo
Brescia - Reggiana
Sudtirol - Bari
Cittadella - Catanzaro
Ternana - Lecco
Pisa - Venezia
Como - Parma

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...