Virgilio Sport

Volley maschile, sorteggio sfortunato: l'Italia pesca Polonia e Brasile! Egonu giocherà due volte... a colazione

Girone di ferro per l'Italia di De Giorgi a Parigi: Polonia e Brasile rappresentano subito due test probanti sulla via che conduce all'oro. Il calendario del volley femminile: due match al mattino

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Più dura di così, davvero nessuno l’avrebbe potuto studiare: la rincorsa l’Italia del volley maschile verso quella medaglia d’oro sempre sfuggita nella storia delle partecipazioni ai giochi sarà decisamente in salita. Perché saranno Polonia, Brasile ed Egitto le avversarie del girone eliminatorio, dove a qualificarsi saranno le prime due più le due migliori terze (su tre gironi). Insomma, una missione piuttosto complessa, tenuto conto che al termine del girone eliminatorio il quoziente set e punti determinerà anche il seeding dei quarti di finale, dove la migliore qualificata affronterà l’ottava componendo un tabellone tennistico.

Un girone di ferro: con polacchi e brasiliani è subito bagarre

Il pericolo maggiore nell’urna di Lodz era certamente rappresentato dagli temutissimi polacchi, campioni d’Europa in carica, che l’Italia peraltro potrebbe ritrovare in semifinale di VNL sabato prossimo. Ma qualche grattacapo arrivava anche dalla terza fascia, dove il pericolo numero uno era il Brasile di Bernardinho, battuto un mese fa in VNL, che puntualmente tornerà a incrociare lo sguardo con gli azzurri, eterni rivali (da più di 30 anni). Non bellissimi ricordi pensando alle due finali per l’oro perse contro i verdeoro nel 2004 e nel 2016.

L’Egitto è invece la cenerentola del torneo olimpico: averlo pescato è un bene, perché è probabile che tutte e tre le superpotenze del girone alla fine si qualificheranno, ma l’ordine (e le ratio set e punti) potrebbero giocare un ruolo rilevante nella griglia dei quarti. Unica consolazione, quella di aver evitato Serbia e Germania (che ci aveva buttato fuori al preolimpico) nell’ultima urna (ma sarebbe stato davvero troppo). I pericoli insomma arriveranno da Leon e Semeniuk, ma anche da Lucarelli e Leal. Sarà una partenza decisamente tosta, e forse le scelte estive dello staff tecnico in qualche modo potrebbero finire per rivelarsi oltremodo vincenti e sensata.

Pool A: Francia, Slovenia, Canada, Serbia.
Pool B: Polonia, Italia, Brasile, Egitto.
Pool C: Giappone, Argentina, USA, Germania.

VNL, venerdì il quarto di finale con la Francia

Prima di pensare a Parigi, però, l’Italia di Fefé De Giorgi proverà a dare l’assalto alla Nations League, che da domani apre i battenti nella final eight di Lodz. Gli azzurri, che hanno chiuso al terzo posto la fase preliminare, affronteranno la Francia di Andrea Giani in un vero e proprio derby che promette spettacolo. Va però ricordato che De Giorgi ha operato una scelta “drastica” per la fase finale della VNL: tutta la schiera dei titolare è al lavoro da questo pomeriggio a Cavalese, dove è cominciata di fatto la marcia d’avvicinamento alle olimpiadi.

A Lodz il CT ha portato una squadra giovane e futuribile, preservando i muscoli e le energie mentali dei titolari ma anche per provare a vedere chi potrà effettivamente completare il roster dei 12+1 (la “riserva viaggante”: un giocatore che non entrerà nel villaggio olimpico, ma che potrà essere inserito in qualunque momento in caso di infortunio da parte di uno dei 12 convocati), che per almeno 9 elementi è già al completo.

A giocarsi i tre posti saranno due tra Mattia Bottolo, Luca Porro e Francesco Recine nel ruolo di schiacciatori e uno tra Alessandro Bovolenta e Fabrizio Gironi nel ruolo di opposto. Il tredicesimo potrebbe essere individuato tra Edoardo Caneschi (centrale) o Gabriele Laurenzano (libero): la final eight di VNL dovrà servire per sciogliere gli ultimi (leciti) dubbi di Fefé.

L’Italia femminile di Velasco a Parigi giocherà… a colazione

In campo femminile, proprio nella mattinata odierna sono state rese noti orari e abbinamenti delle partite dei tre gironi della prima fase del torneo olimpico. L’Italia di Velasco esordirà di buon mattino domenica 28 luglio affrontando alle 9 la Repubblica Dominicana. Il secondo impegno è in programma giovedì 1° agosto alle 17 contro l’Olanda, mentre l’ultima gara del girone contro la Turchia andrà in scena domenica 4 agosto sempre alle 9 di mattina. Orari “poco italiani” ma che rispecchiano la volontà della FIVB di allestire la giornata di gara su quattro fasce orarie (9, 13, 17 e 21), evitando il rischio di sovrapposizioni tra una partita e l’altra.

Ai quarti si qualificano le prime due di ogni gironi più le due migliori terze, che in base al quoziente set e punti ottenuto verranno rimodulate in un ranking dalla 1 alla 8 per realizzare gli accoppiamenti. Le quattro fasce verranno utilizzate anche nella giornata dedicata ai quarti di finale (martedì 6 agosto), mentre le semifinali saranno in programma giovedì 8 e la finale domenica 11 agosto alle 13 (quella per il bronzo sabato 10 alle 17,15).

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME NOTIZIE

MEDAGLIERE

  1. Afghanistan0
  2. Albania0
  3. Algeria0
  4. Andorra0
  5. Angola0
VEDI TUTTO

OLIMPIADI TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...