Virgilio Sport

Arbitri: Juve-Roma a Sozza, al VAR Mazzoleni. C'è Doveri per l'Inter, Marinelli per il Milan. Fermato Colombo

Mou e i romanisti preoccupati per la presenza di Mazzoleni al VAR contro la Juve. Doveri per Genoa-Inter, Milan col talismano Marinelli. Napoli affidato a Di Bello.

27-12-2023 13:05

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Sono state ufficializzate le designazioni arbitrali per l’ultimo turno di campionato del 2023 in Serie A. Si gioca la diciottesima giornata, la penultima del girone d’andata, spalmata tra venerdì 29 e sabato 30 dicembre. Curiosità per le scelte di Rocchi, che ha deciso di non fermare Doveri dopo le polemiche in Salernitana-Milan e di affidare il big match di giornata, la supersfida dello Stadium tra la Juventus e la Roma, a uno dei suoi pupilli, Sozza di Seregno. Fermato invece Colombo dopo l’oggettivo disastro in Roma-Napoli.

Juventus-Roma, tocca a Sozza

Considerato uno dei giovani arbitri più promettenti del panorama nazionale, Sozza di Seregno dovrà gestire l’infuocato match dello Stadium. La Juventus nelle ultime uscite ha avuto da ridire sulle direzioni di gara (ricordate Allegri a muso duro con l’arbitro Massa negli spogliatoi di Marassi dopo il match col Genoa?), mentre la Roma contro il Napoli ha avuto “finalmente” una serata di tregua dal punto di vista arbitrale: nessuna lamentela, nessun mugugno, niente recriminazioni. Fatto sta che Colombo è stato fermato, non dirigerà alcuna gara in questo turno dopo i due rossi comminati all’Olimpico a Politano e Osimhen. Soprattutto il primo, apparso eccessivo.

Sozza in realtà ai romanisti fa venire in mente soprattutto la sfida del campionato 2021-22 in casa dell’Inter, quando la sua designazione – è di Seregno, a due passi da Milano – scatenò polemiche e lamentele feroci. In realtà il bilancio di Sozza coi giallorossi è di sei vittorie, un pari e una sconfitta in otto partite. L’unico ko? Proprio quello in Inter-Roma. Più che altro, a preoccupare Mou è la presenza di Mazzoleni al VAR, una sorta di “garanzia” per la Vecchia Signora. Mentre i precedenti della Juventus con Sozza non sono esaltanti: quattro in tutto, con appena una vittoria, due pareggi e una sconfitta.

Genoa-Inter affidata a Doveri

Un fischietto romano, invece, per Genoa-Inter. Doveri designato per l’anticipo di Marassi, dove il Genoa – che sin qui ha dato filo da torcere a tutte le grandi – proverà a fermare la corsa della lanciatissima capolista. Al VAR Irrati. Doveri protagonista di una serata ricca di proteste all’Arechi. In Salernitana-Milan si è perso un rigore per i rossoneri (braccio di Fazio), anche se l’errore principale in quel caso è stato del VAR.

Non è la prima volta che Doveri arbitra Genoa e Inter. Ovviamente si tratta di una battuta, visto che l’esperto fischietto della sezione di Roma, coi suoi 46 anni di età, ha diretto per 29 volte sia i Grifoni che i nerazzurri. Coi rossoblu il bilancio recita tredici vittorie, sette pareggi e nove sconfitte. Con l’Inter invece dodici vittorie, nove pareggi e otto sconfitte. Qualche tempo Doveri finì al centro di un piccolo caso dopo essere stato pizzicato in aeroporto con uno zaino dell’Inter. Acqua passata, a tutti i fischietti le società donano gadget e cadeau e il caso si è sgonfiato da solo.

Milan-Sassuolo a Marinelli

Sono pochi invece i precedenti di Marinelli, fischietto della sezione di Tivoli, ex soldato in missione umanitaria in Afghanistan, sia col Milan che col Sassuolo. Appena tre coi rossoneri, due vittorie e un pareggio. E tre pure con gli emiliani: in questo caso un pareggio e due sconfitte. Insomma, una sorta di talismano per il Milan e di tabù per il Sassuolo (al VAR Meraviglia). Marinelli che fece arrabbiare moltissimo l’Udinese per un rigore concesso al Milan a San Siro nella prima giornata del campionato 2022-23: l’allora direttore friulano Pierpaolo Marino era quasi incontenibile davanti ai microfoni.

Napoli-Monza, arbitra Di Bello

Infine, i campioni d’Italia. Un Napoli rabberciato e col morale sotto i tacchi quello che si prepara ad affrontare il Monza al Maradona nell’ultima partita del 2023, anno del terzo Scudetto. Napoli reduce dalla serata di proteste contro la Roma e che col Monza sarà diretto da Di Bello, fischietto brindisimo con cui gli azzurri vantano numeri quasi da record: 19 vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Non proprio edificanti invece i ricordi del Monza con Di Bello: in una circostanza l’allora presidente Berlusconi ironizzò su di lui dopo una direzione contestata: “Dovrebbe chiamarsi Di Brutto“.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...