Virgilio Sport

Arbitri, senza gli otto errori VAR ammessi da Rocchi la Juve avrebbe raggiunto l'Inter in vetta

Quale sarebbe la classifica senza le otto sviste VAR certificate da Rocchi e dall'AIA? I bianconeri di Allegri avrebbero - almeno - agganciato l'Inter di Inzaghi.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

La rabbia e l’orgoglio, la passione e il pentimento. Nella furente conferenza stampa in cui ha fatto una difesa d’ufficio della categoria arbitrale, Gianluca Rocchi ha ammesso pubblicamente gli otto gravi errori del VAR sino a questo momento. Otto corti circuiti del protocollo ufficialmente riconosciuti dall’AIA, otto situazioni in cui dalla sala VAR avrebbero dovuto segnalare al direttore di gara di andare al monitor a modificare la sua decisione, oppure in cui l’arbitro – pur rivedendo le immagini – ha perseverato nel chiaro ed evidente errore. Quale sarebbe la classifica senza gli otto gravi errori segnalati direttamente dal designatore? Juve e Inter, tanto per cominciare, sarebbero in vetta a braccetto.

VAR, il primo disastro: il contatto Iling-Ndoye in Juve-Bologna

Tutto è cominciato ad agosto, alla seconda di campionato: contatto in area bianconera tra Iling Junior e Ndoye, pronto a insaccare a porta vuota. L’arbitro Di Bello lascia correre, Fourneau al VAR e Nasca (AVAR) non gli fanno capire che il fallo c’è, con conseguente espulsione del bianconero. Il gioco prosegue normalmente e dopo qualche minuto, peraltro, arriverà il pareggio della Juventus.

Gli altri errori ammessi da Rocchi: quel mancato rosso a Berardi

Altro errore alla quarta di campionato: eccessiva l’espulsione di Baschirotto in Monza-Lecce per fallo su Colombo. Marinelli ci va pure al monitor per la On Field Review, ma conferma incredibilmente la decisione. Alla quinta, poi, manca un rosso a Berardi del Sassuolo per l’entrata sullo juventino Bremer. Fabbri non richiama Colombo al VAR e il Sassuolo rimane in parità numerica: vincerà 4-2. Ancora Bologna penalizzato alla sesta: a Monza finisce 0-0 con due gol annullati alla squadra di Motta, una senza motivo. Pezzutto giudica falloso un intervento di Zirkzee su Caldirola in occasione della rete di Ferguson, in realtà non c’è nulla ma il VAR Di Paolo non interviene.

Malinovskyi e Bisseck: gli errori in Genoa-Juve e Genoa-Inter

Dopo dieci giornate senza sviste, sempre secondo Rocchi, i disastri ripartono alla sedicesima. In Genoa-Juve manca un rosso a Malinovskyi per fallo su Yilidz a 2′ dal termine. Massa ammonisce il giocatore del Genoa, avrebbe dovuto espellerlo ma Fabbri alla VAR (ancora lui) tace. Due giornate dopo, altro errore in Genoa-Inter. Evidente la spinta di Bisseck su Strootman, per tutti tranne che per l’arbitro Doveri e per il VAR Irrati. Due tra i migliori arbitri (e arbitri VAR) d’Italia. E il gol viene incredibilmente convalidato.

Inter-Verona e Sassuolo-Fiorentina, le ultime sviste clamorose

Quindi i due orrori della 19ma giornata, il gol di Frattesi in Inter-Verona convalidato nonostante una sbracciata fallosa di Bastoni su Duda e il gol annullato a Thorsvedt in Sassuolo-Fiorentina per fuorigioco di Henrique. I protagonisti ormai sono arcinoti, Fabbri e il VAR Nasca a San Siro e Abisso col VAR Marini a Reggio Emilia. Per Rocchi il gol dell’Inter doveva essere annullato, mentre quello del Sassuolo andava convalidato.

Serie A, la classifica senza gli errori ammessi da Rocchi

Cambiamenti in classifica senza gli errori ammessi da Rocchi? Certo. La Juve avrebbe almeno agganciato l’Inter. Vero che i bianconeri hanno guadagnato un punto grazie alla svista contro il Bologna, vero anche che pur col rosso a Berardi non sarebbe cambiato l’esito del match col Sassuolo (vinto 4-2 dagli emiliani), mentre il rosso a Malinovsky a pochissimi minuti dal termine non avrebbe probabilmente modificato il destino del match di Marassi. L’Inter, però, avrebbe tre punti in meno senza le ultime sviste a favore. Quali? Il punto strappato col Genoa nonostante il fallo di Bisseck e i due conquistati contro il Verona a dispetto del fallo di Bastoni. Dunque, Juve a 45 e Inter…pure. Lo dice Rocchi.

In ogni caso le ammissioni di Rocchi riguardano solo gli errori di mancata applicazione del protocollo VAR. Qui la classifica senza errori arbitrali con tutte le sviste, anche quelle extra-protocollo.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...