Virgilio Sport

Classifica senza errori arbitrali: Fabbri e Doveri i fischietti che hanno falsato più gare, Orsato sul podio

Come sarebbe finita la serie A senza errori arbitrali? Ecco la lista completa di tutte le partite falsate e i direttori di gara più "pasticcioni": ovviamente, sempre in buona fede.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Alla conclusione della Serie A 2023-24 manca una sola partita, quella che Atalanta e Fiorentina recupereranno domenica 2 giugno. I verdetti, però, sono già stati emessi. Al vertice, nella zona Europa e in coda. Che campionato sarebbe stato senza le sviste arbitrali? Nella nostra classifica, una sorta di “giochino”, abbiamo riscritto la graduatoria depurando ogni partita dagli errori determinanti dei direttori di gara e dei loro omologhi in sala Var. L’Inter avrebbe vinto lo Scudetto comunque davanti al Milan, in Champions sarebbero andate le stesse cinque della Serie A “reale” (Inter, Milan, Juve, Atalanta e Bologna) e in B le tre squadre che sono retrocesse sul campo: Frosinone, Sassuolo e Salernitana. Ciò non vuol dire che non siano stati commessi errori gravi. Anzi.

In Serie A 38 partite falsate: media di una a turno

Quante partite sono state alterate in totale? E quali sono stati gli arbitri più “pasticcioni”? Prendendo in considerazione soltanto gli errori determinanti (ecco perché non troverete nelle varie liste altri errori clamorosi, ma non decisivi), sono state falsate complessivamente 38 partite, in media una per ogni turno di campionato. Nonostante i sorrisi di Rocchi e i bilanci lusinghieri e cosparsi di zucchero dell’AIA, è stata una stagione quasi disastrosa per i fischietti italiani. Alcuni di loro ci hanno messo lo zampino – in buona fede, s’intende: quella nessuno la mette in dubbio – addirittura in quattro partite. Altri di grande esperienza in tre, altri ancora in due. I più fortunati hanno involontariamente deciso una sola sfida a testa, qualche altro zero.

Errori arbitrali, Fabbri e Doveri primatisti: 4 a testa

Due gli arbitri che hanno commesso più errori determinanti, Fabbri di Ravenna e Doveri di Roma. Ecco nel dettaglio la lista di sviste e pasticci.

  • Doveri 4 – 1) Monza-Torino, gol ingiustamente annullato a Rodriguez per precedente fallo di Zapata su Caldirola che non c’è, inoltre manca un rigore per il Toro per fallo di Gagliardini su Lazaro; 2) Salernitana-Milan, manca un rigore per i rossoneri per un tocco con la mano di Fazio in area; 3) Genoa-Inter, c’è una spinta di Bisseck su Strootman nell’azione del gol nerazzurro di Arnautovic; 4) Cagliari-Verona, negato un rigore ai sardi per fallo di Tchatchoua su Zito Luvumbo.
  • Fabbri 4 – 1) Genoa-Napoli, spinta di De Winter su Anguissa sul gol del vantaggio rossoblu; 2) Empoli-Udinese, manca un rigore ai toscani per fallo di Samardzic su Cancellieri; 3) Monza-Juventus, il gol della Juve nasce da corner inesistente (ultimo tocco di Vlahovic dopo il suo errore dal dischetto); 4) Inter-Verona, gol del 2-1 nerazzurro da annullare per un fallo di Bastoni su Duda.

Orsato e Prontera sul podio delle sviste: 3 a testa

Anche il migliore degli arbitri italiani, Orsato, sul podio dei pasticcioni. Per l’esperto fischietto di Schio tre errori decisivi, gli stessi del più giovane Prontera.

  • Orsato 3 – 1) Sassuolo-Torino, manca il secondo giallo a Lovato per fallaccio su Pinamonti; 2) Milan-Atalanta, rigore inesistente concesso ai bergamaschi per contatto leggerissimo e non da rigore tra Giroud e Holm; 3) Frosinone-Bologna, mancato rosso a Saelemaekers per fallaccio su Zortea nei primi minuti.
  • Prontera 3 – 1) Salernitana-Lazio, mancato rosso a Gyomber per fallo su Zaccagni; 2) Udinese-Monza, rigore non visto per i brianzoli, fallo di Bondo su Thauvin; 3) Cagliari-Fiorentina, inspiegabile il maxi prolungamento del recupero che porta poi al gol del 2-3 viola.

Errori determinanti, sei arbitri sono a quota due

Sei gli arbitri con due errori determinanti sul groppone: Aureliano, Ayroldi, Marchetti, Massa, Piccinini e Sacchi.

  • Aureliano 2 – 1) Fiorentina-Inter, manca rigore per i viola (contatto Bastoni-Ranieri); 2) Torino-Monza, espulsione troppo severa di Pessina e rigore Toro inesistente.
  • Ayroldi 2 – 1) Roma-Monza, eccessivo il rosso a D’Ambrosio a fine primo tempo; 2) Inter-Genoa, Barella frana addosso a Frendrup e l’arbitro assegna rigore, confermando poi l’inspiegabile decisione dopo on field review.
  • Marchetti 2 – 1) Torino-Fiorentina, mancato rosso a Ranieri per fallaccio su Bellanova al 7′ ed espulsione eccessiva di Ricci a fine primo tempo; 2) Fiorentina-Napoli, non visto fallo di Dodo su Kvaratskhelia nell’azione del pari viola.
  • Massa 2 – 1) Genoa-Juventus, tocco di mano di Bani in area non visto e mancato rosso a Malinovskyi nel finale; 2) Empoli-Roma, Niang già ammonito andava espulso per fallo su Bove 1′ prima del gol salvezza.
  • Piccinini 2 – 1) Genoa-Milan, partita decisa da un mani di Pulisic nel finale; 2) Cagliari-Juventus, manata di Mina ad Alcaraz in area di rigore non vista da arbitro e Var.
  • Sacchi 2 – 1) Napoli-Genoa, manca un rigore agli azzurri per fallo di mano di Messias su cross di Politano al 45′; 2) Inter-Lazio, Vecino fa cadere Lautaro in area ma per l’arbitro non è rigore.

Arbitri, tutte le altre partite falsate del campionato

Un errore determinante a testa per altri dodici fischietti del massimo campionato. Ecco la lista completa.

  • Chiffi 1 – Salernitana-Cagliari, manca rigore al Cagliari per contatto Coulibaly-Prati.
  • Di Bello 1 – Juventus-Bologna, manca rigore solare al Bologna per atterramento di Ndoye da parte di Iling Junior.
  • Di Marco 1 – Fiorentina-Genoa, negato rigore ai viola per fallo di mano di Haps in area non visto.
  • Fourneau 1 – Inter-Cagliari, c’è un fallo di mano di Lapadula non visto nell’azione del secondo pareggio cagliaritano, che sarebbe stato dunque da annullare.
  • Giua 1 – Juventus-Lecce, il corner da cui nasce il gol vittoria bianconero non c’era: l’ultimo tocco era di Rabiot.
  • Guida 1 – Udinese-Empoli, gol di Maleh non era da annullare (colpetto leggero di Niang su Kristensen).
  • La Penna 1 – Inter-Napoli, il calcio d’angolo del pareggio azzurro è inesistente (ultimo tocco di Di Lorenzo).
  • Marinelli 1 – Lazio-Genoa, mancato penalty ai biancocelesti per fallo di Bani su Zaccagni.
  • Massimi 1 – Frosinone-Torino, mancato rosso al 12′ a Oyono.
  • Pezzuto 1 – Monza-Bologna, gol annullato a Ferguson per precedente fallo inesistente di Zirkzee.
  • Santoro 1 – Juventus-Salernitana, non visto fallo da rigore di Szczesny su Ikwuemesi.
  • Sozza 1 – Salernitana-Sassuolo, c’è un fallo non ravvisato di Pirola su Defrel nell’azione del definitivo 2-2.

Serie A, la classifica senza errori arbitrali

Ecco la classifica di Serie A 2023-2024 senza errori arbitrali, al netto di tutte le sviste determinanti dei fischietti e in attesa del recupero tra Atalanta e Fiorentina:

class
reale
diff
punti
class
virtuale
INTER 94 INTER +1 93
MILAN 75 MILAN -2 77
JUVENTUS 71 BOLOGNA -3 71
ATALANTA* 69 ATALANTA* -1 70
BOLOGNA 68 JUVENTUS +2 69
ROMA 63 LAZIO -1 62
LAZIO 61 ROMA +1 62
FIORENTINA* 57 NAPOLI -5 58
TORINO 53 FIORENTINA* +1 56
NAPOLI 53 TORINO -1 54
GENOA 49 GENOA +2 47
MONZA 45 MONZA 45
VERONA 38 CAGLIARI -3 39
LECCE 38 LECCE -1 39
UDINESE 37 EMPOLI -2 38
CAGLIARI 36 VERONA 38
EMPOLI 36 UDINESE 37
FROSINONE 35 FROSINONE -1 36
SASSUOLO 30 SASSUOLO -4 34
SALERNITANA 17 SALERNITANA +3 14

*1 partita in meno

IL REGOLAMENTO

Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. In caso di parità di punti tra due o più squadre, è premiata quella che ha subito più penalizzazioni nell’arco del campionato.

L’Albo d’oro del Campionato di Serie A senza errori arbitrali di Virgilio Sport

Ecco i vincitori dello speciale campionato di Virgilio Sport, giunto alla quinta edizione.

2019-20: Inter
2020-21: Inter
2021-22: Milan
2022-23: Napoli
2023-24: Inter

Quando può intervenire il VAR? Ecco il regolamento e il protocollo aggiornato, con tutti i casi.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...