Virgilio Sport

Euro 2020, Mancini e Bonucci spingono l’Italia verso Wembley

L'Inghilterra sarà l'ultimo ostacolo dell'Italia verso il titolo di Campione di Euro 2020. Mancini e Bonucci, in conferenza stampa suonano la carica ad un paese intero.

Pubblicato:

Due giorni solamente ci separano dalla Finalissima di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra. Grandissimo entusiasmo si respira per tutto il nostro Paese, da Milano a Roma fino alle Isole, in un’onda azzurra che domenica potrebbe finalmente travolgere l’intera Europa. In testa a tutto questo ci sono il CT Roberto Mancini e il difensore Leonardo Bonucci, che nella giornata di oggi hanno entrambi parlato in conferenza stampa. Ripercorriamone i momenti salienti.

Roberto Mancini

Al Mancio vengono mostrate una serie foto che ripercorrono i più bei momenti di Euro 2020 fino alla finale. Per iniziare, di foto di gruppo scattata prima dei supplementari contro la Spagna, Mancini riassume così i suoi pensieri: “Io ci credevo, perchè credo sempre nelle cose positive. Ma sono stati bravi loro perchè ci hanno creduto sin dal primo momento, anche se non era così semplice”.

Poi si parla della doppietta stupenda di Manuel Locatelli contro la Svizzera, forse il momento nel quale gli azzurri hanno iniziato a crederci veramente:

“Quelli sono stati gol importanti, perchè ci hanno spalancato le porte per gli ottavi di finale. Battendo la Svizzera eravamo già agli ottavi. E non è stata una partita semplice”.

La penultima foto riprende i momenti della festa sul campo, con dedica di gruppo a Leonardo Spinazzola (maglia numero 4 indossata dal gruppo), l’esterno giallorosso che si è rotto il tendine d’Achille nella gara contro il Belgio:

“Secondo me Spina è stato il miglior terzino dell’Europeo, è un gran dispiacere che non sia con noi a giocare la finale”.

Per finire, al Mancio viene mostrata una foto dell’Inghilterra, ultimo ostacolo verso il titolo di Campioni d’Europa:

“Li affronteremo in finale, credo siano arrivati con merito alla finale perchè sono una squadra che ha concesso poco, pochissimo. E’ una squadra solida, credo che sarà una bella finale contro l’Inghilterra a Wembley”.

Leonardo Bonucci

A differenza di Mancini, sempre molto pacato ed elegante, Leonardo Bonucci trasmette con le sue parole una carica enorme, stupenda, coinvolgente che ci accoglie tutti. Queste le sue parole:

“La possibile vittoria di domenica è importante per il movimento del calcio italiano, per ogni giocatore, per la Federazione, per tutto quello che andrebbe a portare la vittoria dopo anni difficili e in questo periodo. Sarebbe una grande iniezione di fiducia per gli italiani […] Pensiamo solo a giocare a calcio e a divertirci. Il resto sono solo chiacchiere. In campo ci sarà il miglior spettacolo per il calcio da parte dell’Italia, dell’Inghilterra e degli arbitri. Giocare in casa loro non ci spaventa”.

Bonucci, numero 19 e capitano quando è assente Chiellini, elogia anche il lavoro dello stesso Mancini, capace in 3 anni di trasformare una nazionale sull’orlo del baratro in una rappresentativa vera, in grado di contendersi un Europeo:

“Non pensavo di esserci ma non ho mai pensato che risalire fosse difficile. Mancini ci ha spinto sin dal primo giorno, lì si è sentita la voglia di tutti di ripartire. Ci ha aiutato un anno in più d’esperienza per tutti, giovani e anche grandi. In questo anno abbiamo maturato esperienza ed entusiasmo, ci ha permesso di esser qui a credere in qualcosa che tre anni fa sembrava utopia. Faremo di tutto per essere all’altezza domenica sera […] Mancini ha lavorato sulla testa, ridandoci fiducia, entusiasmo, autostima. Ci ha fatto credere che la sua strada era giusta, era quella migliore. Ha messo in campo talento, qualità, che poi nel calcio ti fa vincere. Puoi giocare la tua gara migliore ma se davanti la qualità non porta al gol, rimani zero a zero al massimo. Giocare con tanto talento in mezzo e davanti agevola il nostro percorso”.

Infine anche una parola sull’Inghilterra, anche se Bonucci si concentra principalmente su quale sarà il risultato finale:

“Non deviamo l’ora di scendere in campo anche se gran parte dei tifosi presenti sarà inglesi. Vogliamo fare qualcosa di storico, una grande prestazione e poi vedremo come finirà […] Kane non lo scopro ora, è tra i migliori al mondo. In queste tre gare abbiamo avuto la fortuna di aver incontrato alcuni dei più importanti al mondo. E’ uno stimolo per non concedere nulla alla fine della partita”.

 

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...