Virgilio Sport

Euro2024, Italia-Albania finisce sotto indagine: l'Uefa apre procedimento disciplinare

Aperto un fascicolo sul match tra gli Azzurri di Spalletti e i rossoneri di Sylvinho: ecco gli episodi nel mirino della commissione e le possibili sanzioni.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Il match tra Italia e Albania finisce al vaglio dell’Uefa. Il massimo organismo calcistico continentale ha aperto un’indagine in merito al confronto giocato nella serata di sabato 15 giugno al Signal Iduna Park di Dortmund tra gli Azzurri di Spalletti e i rossoneri di Sylvinho. Nel mirino della commissione disciplinare di Ceferin, in particolare, il comportamento dei tifosi albanesi: la Federcalcio di Tirana rischia di subire provvedimenti.

Italia-Albania, i tifosi azzurri fermati prima del match

La sfida tra Italia e Albania è stata contrassegnata da alcuni momenti di tensione prima del confronto, quando diversi “tifosi” italiani sono stati fermati dalle autorità tedesche perché trovati in possesso di armi e oggetti atti a offendere. Gli ultras azzurri, nello specifico, avrebbero cercato il contatto coi loro “colleghi” albanesi, ma sono stati bloccati in tempo. L’indagine Uefa, però, non prenderà in considerazione questi episodi: riguarderà solo gli accadimenti verificatisi all’interno dello stadio.

Uefa, procedimento disciplinare sul match di Dortmund

Come riporta un comunicato ufficiale, l’Uefa “ha avviato procedimenti disciplinari in conformità all’articolo 55 del Regolamento disciplinare UEFA (DR) in seguito alla partita della fase a gironi UEFA EURO 2024 tra Italia e Albania (2-1) giocata il 15 giugno 2024 a Dortmund, Germania”. Quattro, nel dettaglio, i capi d’accusa nei confronti dell’Albania e dei suoi tifosi:

  • Lancio di oggetti, Art. 16(2)(b) DR
  • Accensione di fuochi d’artificio, Art. 16(2)(c) DR
  • Invasione del campo di gioco, Art. 16(2)(a) DR
  • Trasmissione di un messaggio provocatorio non idoneo a un evento sportivo, Art. 16(2)(e) DR

L’emozione all’inno, l’invasione di campo e la lattina su Rimedio

Nel corso del match, a cui hanno assistito circa 50mila tifosi albanesi su un totale di 70mila spettatori, ci sono stati momenti emozionanti come quando gli stessi supporter illirici hanno intonato l’Inno di Mameli, e altri meno edificanti. Nel finale di gara, come si ricorderà, un tifoso rossonero ha invaso il campo dopo la mancata concessione di un corner alla sua Nazionale e, in quei frangenti, una lattina lanciata dagli spalti ha colpito la postazione Rai occupata dal telecronista Alberto Rimedio e dal commentatore Antonio Di Gennaro.

Procedimento Uefa: cosa rischia l’Albania e i suoi tifosi

Sarà il CEDB, l’organismo di controllo, etica e disciplina dell’Uefa, a decidere in merito al procedimento dopo aver visionato filmati e immagini delle telecamere di sicurezza dello stadio e dopo aver raccolto tutti gli elementi utili a una corretta valutazione del caso. L’Albania rischia di subire ammende e sanzioni che possono arrivare fino alle limitazioni, complete e parziali, per i tifosi in successive partite della Nazionale.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...