,,
Virgilio Sport SPORT

F1 Ferrari, Binotto a gamba tesa su Vettel: "Finalmente!"

Il team principal del cavallino nel commentare i risultati di Leclerc e Sainz non ha mancato di rivolgere una stilettata all'ex Ferrari

Bene ma non benissimo. E’ il leit motiv sulla Ferrari all’indomani del Gran Premio del Bahrain che ha aperto il Mondiale di Formula 1. Per la scuderia di Maranello un avvio sicuramente migliore rispetto al trend dello scorso anno anche se il bicchiere risulta mezzo pieno visto l’ampio distacco dal podio beccato da Leclerc e Sainz. Lo ha detto anche il team principal Mattia Binotto che si è tolto un sassolino dalla scarpa nei confronti dell’ex Sebastian Vettel.

Binotto, parole al vetriolo su Vettel

Le Ferrari hanno chiuso entrambe in zona punti. Charles Leclerc il 4° posto in qualifica e lo splendido spunto in partenza tanto da passare Bottas assaggiando il podio, è retrocesso pian piano per chiudere sesto. Sainz invece, all’esordio sulla rossa, ha fatto una gara di sostanza, partendo ottavo e chiudendo ottavo. Positivo il giudizio di Binotto che però ai microfoni di SkySport non riesce a non fare paragoni con Vettel pure senza nominarlo: “Contento di Sainz e Leclerc, finalmente possiamo contare su entrambi i piloti. Carlos ha avuto un buon ritmo, Charles anche. Siamo uniti per migliorare, trarranno delle sensazioni e indicazioni anche in vista delle prossime gare”.

Senza nominare il tedesco, Binotto ha rivolto a Vettel una sorta di stilettata indiretta. Un chiaro riferimento agli scarsi risultati ottenuti da Vettel lo scorso anno, ad esclusione del podio in Turchia in condizioni estreme di pista bagnata, quando spesso, quasi sempre, il 4 volte campione del mondo, ora in Aston Martin, è finito fuori già nel Q1 delle qualifiche, nelle retrovie fuori dalla zona punti, mentre Leclerc riusciva almeno a orbitare ai margini della top ten quando non riusciva a centrarla.

Vettel di male in peggio

Proprio l’ex Ferrari, all’esordio nella sua nuova esperienza in Aston Martin, ha vissuto un week end paragonabile a quelli dello scorso anno con la tuta rossa. Già fuori nel Q1, solo 18° a differenza del compagno di scuderia Stroll, Vettel si è visto retrocesso ultimo per aver ignorato il regime di bandiere gialle in qualifica. In gara la sua strategia, ad un solo pit stop, non lo ha ripagato e a parte un bella lotta con tanto di sorpasso ai danni di Alonso come ai vecchi tempi, Seb è finito nelle retrovie mentre Stroll centrava la zona punti, decimo.

SPORTEVAI | 29-03-2021 14:38

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...