Virgilio Sport

Inter-Empoli 0-1, pagelle: Skriniar e Onana affossano le speranze scudetto, Baldanzi da urlo

Il rosso di Skriniar e l'intervento non irreprensibile di Onana sulla rete di Baldanzi affossano l'Inter e, di fatto, la tagliano fuori dalla lotta scudetto

Pubblicato:

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

Colpaccio dell’Empoli che sbanca San Siro imbrigliando l’Inter in una trama favorita dall’espulsione di Skriniar sul finale del primo tempo e resa perfetta dalla giocata da campione di Baldanzi. Un gol, quello del classe 2003 che lo consacra tra le più belle sorprese di questa stagione e affossa, con molta probabilità, le speranze scudetto dei nerazzurri. In un’Inter che per larghi tratti è sembrata essere il Milan (non) ammirato in Supercoppa, si salvano in pochi. Bocciatura pesante per Skriniar e Onana. L’Empoli, invece, si gode i suoi gioielli.

Inter-Empoli, il commento

Grazie a una gara attenta e perfetta, l’Empoli sorprende l’Inter a pochi giorni dalla conquista della Supercoppa italiana e la condanna ad abbandonare i sogni scudetto. Nella prima frazione, la squadra di Inzaghi ci prova (due volte) con il solito Dimarco, ma è l’Empoli a farsi preferire ai punti e a costruire due occasioni con un Caputo che pecca solo di cattiveria e non riesce a superare Onana. L’inerzia del match cambia definitivamente al 40′, con il secondo giallo a Skriniar.

Nella ripresa, i toscani di Zanetti ne approfittano e si prendono i tre punti sfruttando una delle diverse ripartenze concesse con troppa facilità da un’Inter senza filtro a centrocampo e incapace di rendersi davvero pericolosa. A decidere è la giocata importante di Baldanzi, che gestisce d’astuzia al limite dell’area e fulmina un Onana non precisissimo. Nel finale, Inzaghi getta nella mischia anche Dzeko e Lukaku, ma il risultato non cambia e, a fine gennaio, il sogno scudetto, con un Napoli che scappa via, pare destinato a rimanere tale.

Inter-Empoli, le pagelle dei nerazzurri

  • Onana 5: Poco sollecitato, sul gol di Baldanzi ci mette del suo lasciando che la sfera gli passi sotto il corpo
  • Skriniar 4,5: Nella serata in cui l’agente sembra confermare l’addio, la gara dello slovacco dura appena 40′. Ottimi interventi da leader assoluto, vanificati però da un doppio giallo ingenuo quanto evitabile
  • de Vrij 6: Mancava da un bel po’, ma non si vede. Prestazione quasi sempre autorevole e precisa. Nelle ultime ore si è parlato del suo rinnovo… se l’olandese è questo, l’Inter sa che cosa fare. Sul gol è il meno colpevole
  • Bastoni 5,5: L’Inter sbanda e lo fa dalla sua parte, dove l’Empoli trova praterie in cui inserirsi. La latitanza di Dimarco in fase difensiva e di un filtro di centrocampo non aiutano
  • Darmian 6,5: Chiamato a compiti più difensivi, è ancora una volta tra i migliori nelle fila dei suoi. Corsa, voglia e interventi importanti per evitare il peggio (71′ Dzeko 6: Entra e si fa vedere subito con una girata che non trova la porta. Faro a cui Inzaghi non può rinunciare, ma pecca anche lui di precisione)
  • Barella 5,5: Prova a dettare i ritmi e a caricarsi la squadra sulle spalle, ci riesce solo a tratti, e il nervosismo – a più riprese graziato da Rapuano – complica le cose. Inzaghi lo sa e lo richiama in panchina dopo il giallo (70′ Asllani 6,5: Entra con grande personalità e voglia di dare una mano, diventa uomo ovunque di Inzaghi)
  • Calhanoglu 5,5: Parte bene con un paio di cambi di gioco da applausi. Cala con il passare dei minuti e l’assenza di Brozovic si fa sentire
  • Mkhitaryan 5: Prova anonima e senza alcuno spunto. Manca in fase di pressione e in costruzione e l’Empoli ne approfitta (76′ Lukaku sv)
  • Dimarco 6: Inizio intraprendente che lo porta anche due volte alla conclusione. Nella prima è bravissimo Vicario, sulla seconda svirgola un po’. Nella ripresa sparisce e il cambio è inevitabile (71′ Gosens 6: Si divora il gol del pareggio con una botta alle stelle da ottima posizione, ma è il più pericoloso dei suoi nel finale)
  • Lautaro Martinez 5: Si vede solo un paio di volte nella prima frazione, ma quello ammirato nella Supercoppa contro il Milan sembra un lontano parente
  • Correa 5: Ha la grande occasione, ma un primo tempo opaco e l’espulsione di Skriniar lo privano di ulteriori minuti (46′ Bellanova 4,5: Ingresso da horror per l’ex Cagliari, che sbaglia due volte e rischia di regalare il vantaggio all’Empoli)

Rivivi tutte le azioni di Inter-Empoli

Inter-Empoli, le pagelle dei toscani

  • Vicario 6,5: In una serata in cui l’Inter è meno pericolosa del solito, si fa trovare pronto e reattivo. Non fa più notizia, è più che una certezza
  • Ebuehi 6,5: Nel primo tempo serve a Caputo una palla al bacio, che il compagno non riesce a insaccare, da un suo lancio nasce la rete che decide il match
  • De Winter 6: Prova senza grandi sbavature, tiene testa alle bocche di fuoco nerazzurre con precisione
  • Luperto 6,5: Rischia molto colpendo il palo della propria porta su un corner teso di Asllani, ma sarebbe stata una beffa doppia, dopo una serata vissuta da protagonista
  • Parisi 7: Altro grande protagonista di serata, l’esterno difende alla grande e fa ripartire i suoi con gamba e precisione
  • Akpa Akpro 6: Gara di interdizione importante e concreta, Zanetti lo toglie per provare a sfruttare la superiorità numerica (46′ Haas 6: Partita di attenzione e sostanza, senza sbavature)
  • Henderson 6: Pur senza punte d’eccellenza, lo scozzese ci mette anima e cuore come sempre, arriva al tiro in un paio di occasioni (72′ Fazzini sv)
  • Bandinelli 6: Perde l’attimo giusto per affossare l’Inter ritardando il passaggio a Caputo solo a centro area nel finale, una decisione che gli costa mezzo punto
  • Bajrami 6,5: Sfrutta al meglio e veste i panni di assist man sulla prodezza di Baldanzi (72′ Satriano sv)
  • Cambiaghi 7: Sprint e giocate che sfruttano al meglio lo spazio concesso dall’Inter, manca soltanto la giocata decisiva, ma il biglietto da visita è di quelli che si conservano gelosamente (63′ Baldanzi 7,5: A proposito di talento, il classe 2003 entra e spacca la partita con una giocata di intelligenza tattica superiore che lo consacra tra le più belle sorprese di questo campionato)
  • Caputo 6,5: Due occasioni nel primo tempo in cui dimostra una volta di più il gran senso della posizione, manca, però, la cattiveria giusta per far male. Costringe Skriniar al secondo giallo (90′ Walukiewicz sv)

Inter-Empoli, la pagella dell’arbitro

Antonio Rapuano. Il fischietto riminese non sbaglia sull’episodio del secondo giallo a Skriniar. Tutto sommato, la direzione di gara è positiva, pecca un po’ di personalità concedendo un po’ troppo di farsi gridare in faccia. VOTO: 5,5.

I prossimi impegni dell’Inter

Nel mirino di un mese che può regalare grandi soddisfazioni, sono diversi gli appuntamenti clou da cerchiare sul calendario per i tifosi nerazzurri. Dopo la visita alla Cremonese, infatti, l’undici di Inzaghi sarà chiamato alla gara con l’Atalanta in Coppa Italia, che avvia la settimana del derby con il Milan del 5 febbraio. Il 13 c’è la Samp, il 18 l’Udinese, che anticipa il grande impegno in Champions League contro il Porto del 22 febbraio.

Tutti i prossimi impegni dell’Inter

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Fiorentina - Genoa
Atalanta - Verona

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...