Virgilio Sport

Juventus, il retroscena su Agnelli: era pronto a patteggiare, perché ha cambiato idea

L’ex presidente della Juventus, Andrea Agnelli, ha deciso di non firmare l’accordo di patteggiamento perché vuole continuare la sua battaglia sul caso plusvalenze che gli è valso due anni di squalifica

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La Juventus patteggia, Andrea Agnelli no. La giornata di ieri è stata quella che può mettere la parola fine ai problemi giudiziari (almeno in ambito sportivo) del club bianconero in Italia mentre l’ex presidente ha deciso di portare avanti la sua battaglia. Anche se alcuni quotidiani rivelano che l’ex numero uno sta continuando a trattare con il procuratore federale Chiné alla ricerca di un accordo.

Juventus, il retroscena su Andrea Agnelli

A rivelare il retroscena dietro la decisione di Andrea Agnelli è Il Fatto Quotidiano che rivela che l’ex presidente della Juventus era ad un passo dalla firma del patteggiamento prima di tirarsi indietro. Agnelli infatti aveva espresso la volontà di rinunciare a futuri contenziosi ma non ha voluto mettere la firma sul documento che gli avrebbe impedito di continuare la sua battaglia, in questo modo l’accordo per lui è saltato e la sua posizione nei confronti della FIGC per quanto riguarda la manovra stipendi è stata stralciata. Ora andrà a processo il prossimo 15 giugno anche se le parti stanno continuando a trattare alla ricerca di un accordo.

Agnelli, i motivi dietro il no al patteggiamento

La scelta di Andrea Agnelli di rifiutare il patteggiamento si base sulla decisione dell’ex presidente di non voler interrompere la sua battaglia riguardo il caso plusvalenze. In questo momento per lui è ancora aperta la possibilità di fare ricorso al Tar verso la squalifica di 2 anni che gli è stata comminata dalla giustizia sportiva. Secondo Il Fatto Quotidiano, Agnelli ne ha fatta una questione di immagine personale e continua a considerarsi innocente riguardo quel filone di indagini.

Linea Agnelli o Linea Calvo: le strategie dividono anche i tifosi

Quella di ieri è stata una giornata molto complessa anche per i tifosi della Juventus. Da una parte la fine di un lungo calvario giudiziario che ha senza dubbio influito anche sulla stagione bianconera, dall’altra la voglia di giustizia con i fan della Vecchia Signora che hanno vissuto le indagini della Figc come una sorta di persecuzione. Il club ha scelto quella che è passata come la “linea Calvo”, con il nuovo dirigente bianconero che ha scelto la strada del compromesso per mettere fine alla querelle giudiziaria e cominciare a programmare con maggiori certezze la prossima stagione. Ma molti tifosi hanno invece applaudito la “linea Agnelli”, che ha deciso di non sottoscrivere il patteggiamento e continua la sua ricerca di innocenza.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...