,,
Virgilio Sport SPORT

La classifica senza errori arbitrali: trentesima giornata

Il rosso rimediato da Ibra a Parma e il gol annullato a Thorsby in Sampdoria-Napoli sono gli episodi più controversi dell'undicesima di ritorno.

Rossi contestati, gol annullati, Var che interviene a intermittenza: non sono mancate le polemiche nell’undicesima giornata di ritorno del massimo campionato. Episodi controversi in tanti campi, nessuno però che ha inciso in modo determinante nell’economia delle partite. E così l’Inter può proseguire la sua marcia solitaria anche nella nostra classifica, dove è accesissima la bagarre pure per i piazzamenti Champions: proprio come nel campionato “vero”.

Ibra rosso di rabbia

Il primo episodio contestato del turno è stato il rosso rimediato da Ibrahimovic a Parma. Cos’ha detto lo svedese che ha determinato l’espulsione? Ma soprattutto, cos’ha capito Maresca? Le interpretazioni sono discordanti. Di certo Ibra ha commesso una leggerezza. Che, per sua fortuna (e dello stesso arbitro) non ha però inciso sul risultato finale del match del Tardini, vinto dal Milan sui gialloblu a dispetto dell’inferiorità numerica negli ultimi trenta minuti.

Samp-Napoli, il gol annullato

Qualche discussione anche a Genova per il gol annullato a Thorsby a 15′ dal termine, che sarebbe valso il momentaneo 1-1: il norvegese  ha deviato a rete di testa sugli sviluppi di un corner ma, dopo consulto Var, l’arbitro Valeri ha annullato. Oltre al fallo dello stesso Thorsby su Koulibaly, punibile anche l’ostruzione di Keita ai danni del portiere Ospina. Curiosità: come ha spiegato l’ex arbitro Marelli, con i parametri vigenti fino a venerdì scorso questo gol sarebbe stato convalidato. È stato Rizzoli ad “autorizzare” gli on field review anche nei casi non strettamente contemplati dal protocollo.

Gli altri episodi del turno

Timide proteste di marca juventina sul gol del Genoa: Scamacca ha appoggiato la mano sulla schiena di De Ligt nell’azione del 2-1. Tutto regolare per Di Bello e, visto che ha potuto osservare bene l’azione, si tratta di una decisione che si può condividere. Giusto anche l’annullamento della rete messa a segno da Caicedo in Verona-Lazio. L’ecuadoriano si era liberato con una manata del suo marcatore, sfuggita in un primo momento a Chiffi che ha poi rimediato rivedendo le immagini al monitor. Corretta, infine, la concessione del calcio di rigore all’Atalanta da parte di Sacchi contro la Fiorentina: seppur proveniente da un rimpallo, il pallone calciato da Ilicic ha colpito il braccio di Quarta che era posizionato in modo innaturale.

La classifica senza errori arbitrali

Ecco la classifica del campionato di serie A al netto degli errori determinanti dei fischietti: Inter 80 punti; Juventus 62; Napoli, Atalanta 61; Milan 58; Roma, Lazio* 53; Verona 41; Sassuolo 40; Sampdoria 38; Torino* 37; Bologna 34; Spezia 32; Genoa 31; Udinese 30; Fiorentina 29; Benevento 28; Cagliari 22; Parma 19; Crotone 13.

E la classifica reale

Ecco invece la graduatoria reale del campionato (tra parentesi i punti in più e in meno dovuti a sviste o errori): Inter 74 punti (-6); Milan 63 (+5); Juventus 62; Atalanta 61; Napoli 59 (-2); Lazio* 55 (+2); Roma 54 (+1); Sassuolo 43 (+3); Verona 41; Sampdoria 36 (-2); Bologna 34; Udinese 33 (+3); Spezia 32, Genoa 32 (+1); Fiorentina 30 (+1), Benevento 30 (+2); Torino* 27 (-10); Cagliari 22; Parma 20 (+1); Crotone 15 (+2).

*1 partita in meno

IL REGOLAMENTO

Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, le rimesse laterali, i corner contestati, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. 

Albo d’oro campionato senza errori arbitrali Virgilio Sport

2019-20: Inter

SPORTEVAI | 13-04-2021 10:30

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...