Virgilio Sport

Lazio-Monza è già cominciata, la scenata di Lotito a Galliani: ma Gasparri smentisce

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha attaccato Adriano Galliani in occasione della promozione del film sulla vita di Ennio Doris: “Hai difeso Gravina”. Gasparri smentisce.

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Claudio Lotito scatenato, il presidente della Lazio, stavolta mette nel mirino Adriano Galliani e lo fa un po’ a sorpresa e in una location in cui non si parlava di calcio. L’occasione era infatti la proiezione del film su Ennio Doris intitolato “C’è anche un domani”, ma di “cinema” ne ha fatto anche il numero uno biancocelesti nei confronti dell’amministratore delegato del Monza.

Lotito contro Galliani: “Hai difeso Gravina”

Dopo la proiezione del film, Lotito ha deciso di andare all’attacco del suo collega senatore, Galliani: “Ti sei schierato con Gravina, dillo che stai con loro – ha urlato il presidente della Lazio che ha continuato – Anche in Commissione oggi lo hai difeso. Io non te lo perdono”. Adriano Galliani ha deciso di non accendere maggiormente gli animi e secondo i presenti avrebbe deciso di abbandonare immediatamente la sala. Proprio l’amministratore delegato del Monza, e senatore di Forza Italia, aveva cominciato la sesta parlando del rapporto con Ennio Doris e Silvio Berlusconi.

Lotito contro Galliani: i motivi della scenata

Claudio Lotito opera su più fronti, sia come senatore che come presidente di un club di serie A. Tra i motivi del contendere c’è il diritto di intesa, una norma che dà la possibilità alla Lega di bloccare ogni decisione che impatti sul proprio campionato anche se presa con il 75% dei consensi da parte del Consiglio federale. Il presidente della Figc, Gravina, nei giorni scorsi aveva parlato proprio su questo tema. Il numero uno della federazione infatti ha più volte passato di una possibile riforma con una possibile riduzione dei club professionistici rispetto ai 100 attuali.

Un’ipotesi a cui il presidente della Lazio avevo risposto quasi con rabbia un mese fa: “Gli facciamo causa. Non contiamo nulla, noi non contiamo niente. Queste regole non ci stanno più bene. Vogliamo che la mie A, quella composta dai club che hanno immagine, tifosi e producono il 90% del fatturato, si trasformi in qualcosa di diverso: la Lega di serie A deve essere la nuova Premier”.

La “colpa” di Galliani

L’attacco di Lotito a Galliani nasce dalle parole che l’amministratore delegato del Monza ha pronunciato in Commissione Cultura e istruzione del Senato sulle pospettive della riforma del calcio: “Condivido integralmente la relazione del presidente Gravina, i contrasti interni al sistema ci sono sempre stati ma ora si sono acuiti perché 4 big (Milan, Juve, Inter e Roma) hanno pensato che attraverso l’abolizione del diritto di intesa si potesse cambiare il format della serie A da 20 a 18 squadre”.

Lite Lotito-Galliani, Gasparri smentisce

In serata è arrivato l’intervento del presidente dei senatori di Forza Italia, Maurizio Gasparri, che attraverso l’Ansa ha dato una versione differente dell’accaduto: “Non c’è stata nessuna lite e nessun battibecco. Eravamo tutti insieme per vedere un bellissimo film dedicato a Ennio Doris, un grande italiano, amico di un altro grande italiano come Silvio Berlusconi. Per il resto ognuno tifa per le sue squadre con la passione dovuta, ma senza litigare con nessuno. Tantomeno al cinema o al Senato”, le dichiarazioni di Gasparri.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...