Virgilio Sport

Lecce-Milan, moviola: Abisso e il Var nella bufera, tutti i casi dubbi

La prova dell’arbitro siciliano al Via del Mare analizzata ai raggi X dall’esperto di Dazn Marelli: il fischietto palermitano ha ammonito 9 giocatori

12-11-2023 05:45

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Imprenditore nel settore dell’arredamento, Abisso è una bella scommessa per Rocchi che lo ha designato in un match di prima fascia come Lecce-Milan. Reduce da prove alterne il fischietto siciliano non ha iniziato benissimo la stagione con tre direzioni altalenanti. A spingerlo verso l’arbitraggio è stato il nonno: la prima volta fu nel 2002 quando aveva 16 anni e venne chiamato ad arbitrare una partita del campionato Giovanissimi: ha poi cominciato ad arbitrare tra i professionisti nel 2011 accedendo alla Can Pro e ricevette la notizia di essere diventato un arbitro di serie A proprio mentre era in viaggio di nozze ma come se l’è cavata ieri al Via del Mare?

Clicca qui per rivedere gli highlights di Lecce-Milan

I precedenti di Abisso con il Milan

I precedenti con il Milan erano 9. Il bilancio sorrideva ai rossoneri che negli scorsi incontri arbitrati da Abisso avevano collezionato 6 vittorie, due pareggi e una sconfitta. La partita più recente con il Milan in campo diretta dal fischietto di Palermo era Torino-Milan della passata stagione, terminata 2-1 per la squadra di Ivan Juric. In 97 partite nel torneo, erano 441 i cartellini gialli tirati fuori, 8 i rossi e 44 i rigori assegnati

Abisso ha ammonito 9 giocatori e ha espulso Giroud

Coadiuvato dagli assistenti Peretti e Mokhtar, con Rapuano IV uomo, Guida al Var e Nasca all’Avar, l’arbitro Abisso ha ammonito 9 giocatori, di cui 5 della squadra di Pioli, espellendo Giroud per doppio giallo: 44’ Theo, 45’ Ramadani, 62’ Strefezza, 80’ Musah, 81’ Calabria, 85’ Piccoli, 90’ Florenzi, 92’ Gonzalez, 93’ Giroud. Espulsi: 93’ Giroud.

Lecce-Milan, gli episodi dubbi

Questi i principali casi da moviola. Al 53’ su una percussione di Theo Hernandez contrata con un tackle in area di rigore da Dorgu in calcio d’angolo, il laterale sinistro del Lecce rischia di vedersi fischiato un rigore per un pallone toccato col braccio largo. Abisso dal campo non si accorge nulla e dopo un silent check con la sala VAR, l’impressione è che l’attenzione dell’arbitro non venga richiamata perché il tocco di Dorgu col braccio avviene dopo un rimpallo.

Al 70’ Banda segna la rete del 2-2 con Theo Hernandez a terra, ma in questo caso il VAR non può intervenire: dopo il contatto (forse falloso) con lo zambiano, infatti, la palla era momentaneamente tornata tra i piedi dei giocatori del Milan. Al 93’ espulso Giroud per proteste dopo la mancata sanzione di un tocco di mano di Pongracic al limite dell’area non sanzionato dal direttore di gara. Errore abbastanza evidente quello di Abisso, visto che il tocco di mano di Pongracic appare abbastanza solare con Giroud che commette l’ingenuità di dire qualche parolina non gradita all’arbitro.

Sul rovesciamento di fronte c’è il gol di Roberto Piccoli che sorprende Maignan con un rasoterra dai 35 metri che fa esplodere il pubblico del Via Del Mare ma c’è la chiamata all’on field review di Guida e la successiva decisione di Abisso di annullare il gol per un fallo in attacco di Piccoli ai danni di Thiaw. Il numero 91 giallorosso rifila un pestone (il più classico degli step on foot) al difensore tedesco che cade a terra.

La sentenza di Marelli sul gol annullato

A fare chiarezza è l’esperto di Dazn, Luca Marelli, che parte dalla seconda rete del Lecce: “Banda segna la rete del 2-2 con Theo Hernandez a terra, ma in questo caso il VAR non può intervenire: dopo il contatto (forse falloso) con lo zambiano, infatti, la palla era momentaneamente tornata tra i piedi dei giocatori del Milan”.

Si passa al gol annullato al Lecce: “Attenzione alla posizione di Abisso,al momento del contatto tra Thiaw e Piccoli non vede assolutamente nulla. Il motivo dell’annullamento è il classico step on foot, che è stato sicuramente casuale e possiamo definire negligente: Abisso l’aveva mancato completamente e il VAR l’ha corretto. È un errore arbitrale, il pallone andava calciato lungo e non poteva non seguirlo. Per quanto riguarda il contatto, possiamo dire che è leggero e che Thiaw si alza subito. Posso essere d’accordo, ma la linea è sempre quella: il VAR interviene sempre in questi casi, l’abbiamo visto la settimana scorsa in Juventus-Verona, sono due falli diversi ma la ratio è la medesima”.

Infine sul rosso a Giroud per il fallo di mani non fischiato a Pongračić: “Ormai siamo abituati a vedere i giocatori che si aiutano con le braccia. Se un difensore si aiuta con le mani a marcare l’avversario e tocca il pallone, se ne assume la responsabilità: è un errore abbastanza grave di Abisso. Per quanto riguarda le proteste, non possiamo sapere cosa abbia detto Giroud e questo è un discorso che prescinde dall’errore, che resta abbastanza grave”. Insomma un pomeriggio davvero pesante per Abisso nel 2-2 tra Lecce e Milan.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...