Virgilio Sport

Malagò zittisce De Laurentiis sugli extracomunitari in Serie A e scatena i social

Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, ricaccia le accuse del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis sul limite di extracomunitari imposto in Serie A. Sui social, i tifosi si dividono

18-07-2023 08:00

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

Dopo le accuse dirette, con tanto di invito a farsi da parte, ricevute da Aurelio De Laurentiis sul limite degli extracomunitari imposto alle squadre di Serie A, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha zittito il patron azzurro e scatenato i tifosi sui social.

Malagò risponde a De Laurentiis

Il numero uno del Coni, Giovanni Malagò, ha colto l’occasione dell’incontro con la Nazionale Under 19 campione d’Europa in Figc per rispondere a tono alle accuse circa il limite degli extracomunitari tesserabili dai club di Serie A fatte pervenire dal presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, nel corso della conferenza di presentazione del nuovo ds, Mauro Meluso.

Le parole di fuoco di De Laurentiis a Malagò

“I pochi sudamericani in squadra? Questa è colpa della Bossi-Fini sugli extracomunitari – aveva spiegato DeLa presentato il nuovo ds dei campioni d’Italia. Bisognerebbe dirlo alla Lega, a Malagò e Gravina. Siamo l’unico Paese che può avere solo due extracomunitari in squadra. Sarebbe bello avere un dialogo con loro. Andrebbe chiesto a Malagò di farsi da parte, visto che il calcio finanzia tutto lo sport italiano. Poi, in Italia, non si cambiano mai le leggi. Troppe cose impediscono ai club di fare vera impresa”.

L’affondo di Malagò a De Laurentiis

Oggi, Malagò ha risposto a tono, non nascondendo il proprio dispiacere e rammarico:

De Laurentiis? Onestamente, queste dichiarazioni da una parte mi hanno sorpreso, ma dall’altra dispiaciuto. E per tre motivi. In primis, perché lui è un amico e avrebbe potuto alzare il telefono se aveva questa opinione da esprimere. Ci conosciamo da una vita, ci saremmo parlati. In seconda battuta, per questo discorso mi aveva chiamato anche il presidente della Serie A, Lorenzo Casini, e avevamo trovato tutti i presupposti per risolvere questo eventuale problema.

Infine – conclude Malagò – il Coni in questa storia non c’entra nulla. E questo dimostra una non conoscenza in materia che è imbarazzante. Sono le Federazioni che devono fare una richiesta sul numero degli extracomunitari. Il Sistema sportivo adotta un provvedimento di Giunta e Consiglio nazionale, che rientra nell’ambito di una legge di Stato, la Bossi-Fini, appunto.

Malagò contro De Laurentiis, la polemica corre sui social

Sui social, l’affondo di Malagò a De Laurentiis, scatena il putiferio, con tantissimi tifosi a prendere le parti del presidente del Coni, o meglio, ad attaccare quello del Napoli. Qualcuno scrive: “Il nuovo Marchese del Grillo non può cadere così in basso. Il suo telefono è predisposto solo per rispondere, non può fare chiamate !!!” e ancora: “Malagò lui è un presidente super non si abbassa a chiamarti dovevi essere te”, “Anche ADL dovrebbe farsi da parte…ha raggiunto un limite di decenza intollerabile che gli fa credere di essere Dio onnipotente“.

Non manca, ovviamente, chi sta con il Patron del Napoli. “ADL a differenza di tanti altri vede lontano, anche lui ha molti limiti (vivaio e calcio femminile), ma non bisogna negare che la gestione sostenibile della SSC ha fruttato sia successi economici che sportivi”, “Malagò vattene”, “Probabilmente l’ha fatto e tu hai fatto orecchie da mercante e lui si è comportato di conseguenza!!!! Siete carte conosciute!!!!”, “No, il presidente a fatt buon, quelli come te si debbono prendere a pesci in faccia”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...