Virgilio Sport

Massa stavolta non ha alibi: Rocchi boccia arbitro e Var di Genoa-Juve, ecco perché

Il mancato rosso a Malinovskyi e il rigore non dato ai bianconeri fanno salire sul banco degli imputati il fischietto di Imperia e il varista Fabbri

17-12-2023 12:10

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

L’aveva fatta franca la volta scorsa quando, nonostante la furia di De Laurentiis che era amareggiato per il rigore non concesso al Napoli contro l’Inter e il fallo di Lautaro su Lobotka in occasione del primo gol nerazzurro di Calhanoglou, ma stavolta Davide Massa è stato bocciato dai vertici della Can. La sua prova al “Maradona” era stata giudicata sufficiente ma ora il fischietto di Imperia non è piaciuto per la sua direzione in Genoa-Juventus.

Massa sotto accusa per Genoa-Juventus

Al designatore Rocchi non sono andate giù due decisioni che hanno penalizzato i bianconeri nell’1-1 di Marassi, ovvero un rigore non visto per un mani di Bani in area e un rosso non dato per il brutto intervento al 90′ del genoano Malinovskyi, che se l’è cavata solo con un’ammonizione.

Per Rocchi l’errore più grave è la mancata espulsione

Tra i due errori il più grave, secondo Rocchi, è stata la mancata espulsione di Malinovskyi per l’entrataccia su Yildiz. E se a Massa in campo poteva sfuggire la pericolosità dell’intervento, il Var non ha invece giustificazioni. Meno grave invece non concedere il secondo rigore alla Juve: fosse stato dato in campo nessuno lo avrebbe tolto, ma la dinamica secondo il capo degli arbitri può giustificare il mancato richiamo del Var.

La curiosità è che nelle ultime 2 settimane, in cui Massa ha arbitrato 3 partite, sono capitati sempre episodi che sarebbero stati da esaminare all’On Field Review, ma la costante di Napoli-Inter, Parma-Palermo in B e Genoa-Juventus è sempre quella: l’internazionale in nessuna di queste circostanze è andato al monitor per correggersi.

Pagherà soprattutto il Var Fabbri

A pagare però sarà principalmente Fabbri, Var a Genova, che per un po’ non frequenterà il centro di Lissone, da dove vengono monitorate le partite: proprio pochi giorni fa Rocchi si era raccomandato di tutelare con particolare attenzione l’incolumità dei giocatori punendo senza remore i gravi falli di gioco come quello commesso. Fabbri era già stato al Var con la Juve quest’anno in occasione della gara con il Sassuolo. Anche in quel caso fu protagonista di una decisione errata ai danni della Juve. Berardi infatti andava espulso per il fallo su Bremer.

Fioccano le reazioni sul web: “Povera la squadra che affronterà la Juventus la prossima partita…e non solo” ma anche: “Contro la Juve commettono spesso degli errori ma non si sa come mai alla fine non sbaglia mai nessuno e può proseguire tutto senza problemi” e infine: “Contro la Juve usa parole: poteva, non era solare, falli di striscio ecc.. poi non vedono il fallo Bani di mani, Malinovsky da rosso, il gol regolare di Milik con Candreva in gioco in Juve-Salernitana, ma vedono il fuorigioco di Kean con un tacchetto“.

Massa stavolta non ha alibi: Rocchi boccia arbitro e Var di Genoa-Juve, ecco perché Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...