Virgilio Sport

Milan, Pioli fa chiarezza su Lukaku e mercato aperto, poi tira le orecchie a Leao

Il tecnico rossonero contento dei progressi della squadra ma sa dove deve ancora lavorare, soprattutto nella fase difensiva

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

La prima è andata. Forse anche meglio del previsto. Il Milan non solo ha vinto a Bologna ma ha mostrato di avere già assorbito e metabolizzato i nuovi, che non a caso sono stati tra i migliori aspettando chi è ancora un po’ in ritardo. Ora c’è l’ostacolo Torino con l’obiettivo di rimanere a punteggio pieno e continuare a crescere. Pioli alla vigilia è fiducioso, anche se l’argomento principale, a una settimana dalla chiusura, resta il mercato.

Pioli contesta il mercato aperto

Il tecnico rossonero riparte dal successo di Bologna: “La cosa migliore è la disponibilità dei giocatori: abbiamo corso tutti tantissimo, magari non bene sempre ma sacrificandoci fino alla fine. Anche Leao sta migliorando, è più continuo e partecipativo, vorrei però che facesse qualche rincorsa in meno per prendere la posizione migliore possibile”.

Poi sul mercato fa solo una considerazione generale: “Il mercato deve finire prima dell’inizio del campionato, non capisco perché non si trovi una soluzione. Lukaku? Sono concentrato solo sulla partita di domani ma so che alle spalle c’è una società che saprà cogliere le occasioni. Siamo in 30 ora ma dobbiamo esserne di meno, vorrei i doppi ruoli e attingere dai giovani, come Bartesaghi che è molto interessante: 25 bastano. Anche in attacco con Giroud, Okafour e Colombo stiamo bene”.

Pioli spiega le differenze rispetto allo scorso anno

Il Milan rispetto all’anno scorso è cambiato: “I confronti sono sempre difficili, ogni stagione fa storia a sè ma questo gruppo mi piace, sia come si sta allenando che come si sta formando, anche i nuovi si stanno sforzando imparare lingua, ambiente e metodi. Nel nostro modo di costruire e difendere comunque abbiamo cambiato qualcosina”.

Pioli non condanna la difesa vista a Bologna

Tra i migliori a Bologna c’è stato Reijnders: “Non amo i paragoni, è un giocatore intelligente che può darci tante soluzioni”. In difesa il Milan ha lasciato troppi spazi: “E’ vero che abbiamo concesso troppo ma se attacchiamo bene non è merito solo degli attaccanti e se non difendiamo bene non è solo colpa dei difensori, ci stiamo lavorando”.

Dopo un elogio per Romero (“Uno che mi sta sorprendendo è Luka Romero, è pronto per giocare, poi dipenderà dalle mie scelte ma partiamo da un buon livello”) ultima riflessione sul Torino: “Abbinano organizzazione a fisicità, oltre a giocatori di qualità. Sono una squadra da parte sinistra della classifica, sono una squadra che può mettere tutti in difficoltà. Noi stiamo bene, siamo alla seconda giornata e vogliamo insistere, vogliamo superare le difficoltà con soluzioni giuste, specie nel recupero palla per essere pericolosi”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...