Virgilio Sport

“Milanista chiacchierone”, il coro incriminato di Dimarco fa arrabbiare anche la curva dell’Inter

Il coro intonato dal giocatore dell’Inter, Federico Dimarco, dopo la vittoria in Champions League diventa un caso tra ultras: anche i tifosi nerazzurri condannano il giocatore, costretto a scusarsi

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Affari di curva, affari di ultras. La gioia per la vittoria contro il Milan e per la conquista della finale di Champions League sembra aver portato un po’ di problemi a Federico Dimarco. Adrenalina a mille dopo aver eliminato i cugini rossoneri, microfono in mano e tutte le attenzioni per lui: la ricetta per il disastro.

“Milanista chiacchierone”: Dimarco e il coro incriminato

Dopo la gara con il Milan, Federico Dimarco ha deciso di vestire i panni del capoultras, microfono in mano ha intonato un coro “Milanista chiacchierone”, per esultare dopo la vittoria nell’euroderby e per schernire i tifosi avversari. Da quel momento si è scatenato un vero e proprio putiferio. Sotto la casa del giocatore è apparso uno striscione decisamente minaccioso (“Dimarco pensa a giocare o la lingua te la facciamo ingoiare”) su cui stanno investigando anche le forze dell’ordine, e nella giornata di ieri è arrivato anche il messaggio della Curva Sud del Milan.

Il coro di Dimarco condannato anche dagli ultras Inter

Il caso sembrava essersi spento ma a rinfocolarlo sono arrivate le parole degli ultras dell’Inter che non si sono messi a difesa di Dimarco, ma al contrario hanno condannato anche loro il coro intonato dal giocatore nerazzurro con un lungo comunicato.

Quello che è successo in questi giorni è una cosa un po’ spiacevole. C’è stato un errore alla base che ha commesso Federico, ha vissuto la vittoria di pancia e ha voluto esternare con leggerezza la sua felicità cantando dei cori che sono andati un po’ oltre il normale sfottò. Lui è andato a fare un coro, che la Curva Nord non fa più per una scelta politica di non parlare più degli scontri durante i cori e di conseguenza questo coro è stato abolito.

Dimarco e il coro incriminato: sui social scoppia la polemica

Sui social le prese di posizioni delle due curve del tifoso milanese sono state notevolmente criticate. Sono tanti i tifosi che sembrano volersi smarcare da queste logiche del tifo: “Lo dico da interista. Maldini è stato il primo e forse unico a prendere le distanze dagli ultras. L’ho sempre stimato per questo. I veri tifosi non sono gli ultras, credo che lo abbia capito anche Dimarco adesso”. E ancora: “Secondo me la volontà di cambiare stadio è legata anche alla voglia di chiudere con questa gentaglia”. Mentre Memento commenta: “Gentaglia, sia quelli della Nord che quelli della Sud. Spero che Dimarco non faccia più l’errore di mischiarsi con queste sciocchezze”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...