Virgilio Sport

Pagelle Roma-Atalanta: Muro Carnesecchi, Lukaku senza killer instinct, incubo Ruggeri

Top e flop della partita Roma-Atalanta, valevole per la 19° giornata di serie A 2023/2024: il portiere della Dea si piega solo al rigore di Dybala. Polveri bagnate per Lukaku, Ruggeri da dimenticare

Pubblicato:

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

Dybala risponde a Koopmeiners. Roma-Atalanta si chiude sull’1-1. Le pagelle del match dell’Olimpico che chiude l’ultima giornata del girone di andata e tiene le due formazioni fuori dalla zona europea. Gli orobici sono a 2 punti dal Bologna quinto e dalla Fiorentina, quarta. Una lunghezza in meno per i giallorossi di Mourinho, ancora una volta espulso.

Roma-Atalanta, la chiave della partita

Dea subito avanti. Dopo un paio di sbavature iniziali, all’ottavo, ci pensa Koopmeiners, che trasforma in rete l’assist al bacio di Miranchuck. I giallorossi non si scompongono, creano e tengono alta la pressione lavorando bene con Dybala e Lukaku e passando spesso e volentieri dalla parte di Zalewski, che cresce con il passare dei minuti e si rivela una spina nel fianco. Il meritato punto del pari per l’undici di Mourinho arriva a una manciata di minuti dal riposo: intervento ingenuo di Ruggeri su Karsdorp che manda sul dischetto Dybala. La Joya non sbaglia e fa 1-1. A un soffio dall’intervallo, Lukaku lavora ottimamente in area e serve Dybala, che calcia a botta sicura e sbatte sulla retroguardia atalantina.

Rivivi le emozioni del match dell’Olimpico

Nella ripresa, la gara vede la Roma prendere il pallino e l’Atalanta provare a pungere di rimessa. Ne esce una gara dalle forti tinte giallorosse, ma contraddistinta dalle tante imprecisioni sotto porta per l’undici di Mourinho. Un imputato su tutti? Romelu Lukaku, che si divora due ottime occasioni e, di fatto, certifica il pareggio graziando una Dea tenuta in gara dalle ottime parate di Carnesecchi. L’estremo difensore è, infatti, addirittura miracoloso quando è chiamato a superarsi sulla deviazione da distanza ravvicinata di Holm sulla pressione di Huijsen. Nel finale, Mourinho non ci sta e, dopo un contatto tra Lukaku e Hien si prende il rosso.

Roma, che cosa ha funzionato

Le buone notizie per Mourinho arrivano delle ottime risposte da parte di Pellegrini e Dybala, che mettono ulteriori minuti nelle gambe e sembrano pienamente recuperati. Eccellenti sensazioni da Huijsen, per lui un tempo di livello.

Roma, che cosa non ha funzionato

La capacità di finalizzare. I giallorossi, infatti, creano una mezza infinità di occasioni, ma non riescono a concretizzare, sbattendo su un super Carnesecchi e traditi dalle polveri bagnate di Romelu Lukaku, impreciso in almeno tre occasioni.

Le pagelle della Roma

  • Rui Patricio 6,5: Gol da zero metri che lo vede incolpevole. Chiusura in grande stile su De Keteleare sulla disattenzione di Cristante che spalanca una prateria all’ex Milan.
  • Karsdorp 5,5: Si lascia sovrastare dal connazionale Koopmeiners, che incorna e non sbaglia portando la Dea in vantaggio dopo otto minuti. Ha il merito di procurarsi il rigore che porta al pareggio di Dybala. Diverse imprecisioni in fase difensiva, meglio con gli inserimenti offensivi. (Dal 65′ Celik 6: Dalla sua parte, la Roma non passa praticamente mai, ma nemmeno l’Atalanta…)
  • Mancini 6,5: Combatte su ogni pallone come se non ci fosse un domani e meno male che non è al meglio…
  • Llorente 5,5: Si lascia saltare troppo facilmente da Miranchuk che ringrazia dello spazio concesso e pennella al centro per l’incornata vincete di Koopmeiners. Nel finale della prima frazione, si immola e salva tutto sulla conclusione a botta sicura di Holm nel recupero della prima frazione. (Dal 46′ Huijsen 6,5: Che personalità per l’ultimo arrivato in casa Roma, bene dietro, bene in impostazione e negli inserimenti offensivi.)
  • Kristensen 6: Gara senza rischi e senza grandi affanni per lui.
  • Pellegrini 6,5: Quando la palla arriva tra i suoi piedi, la sensazione che possa nascerne qualcosa di buono è tangibile. Dialoga ottimamente con Dybala. Crescita evidente per il capitano giallorosso. (Dal 72′ Paredes sv)
  • Cristante 6: Perde una palla sanguinosa a metà della prima frazione sulla pressione di De Keteleare, che sbatte su Rui Patricio e gli evita il peggio. Per il resto, gara preziosa in fase di copertura e impostazione.
  • Bove 6,5: Prestazione decisamente sufficiente per quella che è sempre più una pedina centrale nel gioco della Roma. Nel finale, indovina il corridoio in cui si infila Spinazzola, ma Lukaku spara alle stelle all’altezza del dischetto.
  • Zalewski 6: Parte con il freno a mano tirato, sale con il passare dei minuti, regalando folate interessanti sulla corsia di competenza. (Dal 65′ Spinazzola 6,5: Impatto importante sul match, crea grattacapi costanti alla retroguardia ospite).
  • Lukaku 6: Si appoggia e regala l’appoggio ai compagni con mestiere e fisico, è perno prezioso dello scacchiere di Mourinho. Non perde un pallone che sia uno. Molto meno freddo quando c’è da giocare faccia alla porta e il voto ne risente. Peccato.
  • Dybala 7: Giocate d’alta scuola in ogni zona del campo. Glaciale dal dischetto, spiazza Carnesecchi e pareggia il gol di Koopmeiners. (Dall’83’ El Shaarawy 6,5: Ingresso con gamba e voglia per il Faraone, che non fa rimpiangere l’uscita di Dybala).

Le pagelle dell’Atalanta

  • Carnesecchi 7,5: Gara importantissima per lui, che capitola sul rigore di Dybala dopo aver chiuso lo specchio a ripetizione con attenzione e uscite sempre perfette. Nella ripresa è super sull’intervento a un passo dall’autogol di Holm
  • Scalvini 6: Soffre la spinta costante degli avanti giallorossi, si prende il giallo dopo pochi minuti ma regge e non sbanda praticamente mai. (Dall’85’ Hien 6: Entra e si francobolla a Lukaku, togliendogli ogni spazio con fisico e buon posizionamento)
  • Djimsiti 6,5: Compie il miracolo respingendo sulla linea la conclusione a butta sicura di Karsdorp. Ruggeri vanifica tutto.
  • Kolasinac 6,5: Martellante, ci mette fisico, astuzia ed esperienza. Difficilmente su lascia spostare, rude ma efficacissimo, chiedere a Dybala. (Dal 78′ Palomino sv)
  • Holm 5,5: Parte con intelligenza, riuscendo a contenere Zalewski. Il verdetto si ribalta con l’avanzare dei minuti e i giallorossi fanno della corsa mancina una delle zone di caccia predilette. A inizio ripresa rischia l’autorete sulla pressione di Huijsen.
  • De Roon 6: Prova intelligente e accorta per la diga della mediana nerazzurra.
  • Ederson 5,5: Spesso in affanno, non riesce a regalare il cambio di passo alla Dea e quando lo fa, a inizio ripresa, conclude alle stelle al termine di un’ottima percussione centrale. (Dal 65′ Pasalic 5,5: Impatto incolore per l’ex Milan).
  • Ruggeri 4,5: Il meno in palla dei suoi nella prima frazione, compie un’ingenuità enorme intervenendo in modo scomposto su Karsdorp, regalando di fatto il rigore dell’1-1 alla Roma. (Dal 65′ Zappacosta 5,5: Si vede pochissimo).
  • Koopmeiners 6,5: Pronti-via e insacca il punto del vantaggio per gli orobici con un imperioso colpo di testa che sovrasta Karsdorp e non lascia scampo a Rui Patricio.
  • Miranchuk 6,5: Non benissimo in avvio, con l’errore che rischia di far capitolare i suoi. Si riscatta a stretto giro di boa con la giocata e il cross vincente per l’incornata del vantaggio di Koopmeiners.
  • De Ketelaere 5,5: Si vede pochissimo, ha l’occasione del raddoppio strappando benissimo la sfera a Cristante, ma a tu per tu con Rui Patricio chiude gli occhi e spara a salve. (Dal 46′ Scamacca 6,5: Si vede per un gol annullato, ma è troppo isolato per fare male. Ottimo il lavoro che porta alla conclusione alta di Ederson).

Top e flop di Roma-Atalanta

Il migliore in campo è senza dubbio Carnesecchi. Il portiere dell’Atalanta compie almeno quattro interventi decisivi sulle conclusioni degli avversari e su quelle dei suoi, che ne testano i riflessi.

Anche per il flop restiamo in casa Atalanta. La palma del peggiore in campo va a un Ruggeri autore di una prova condizionata dai troppi errori. Uno su tutti, quello che, di fatto, regala il pareggio alla Roma.

La pagella dell’Arbitro

Gianluca Aureliano. Il fischietto emiliano dirige il match con qualche sbavatura. Il VAR lo aiuta sul rigore concesso giustamente alla Roma per l’intervento scomposto di Ruggeri su Karsdorp. VOTO: 5,5.

Roma-Atalanta: il tabellino del match

Roma-Atalanta 1-1

Roma (3-5-2): Rui Patricio; Kristensen, Mancini, Llorente (46′ Huijsen); Karsdorp (65′ Celik), Bove, Cristante, Pellegrini (72′ Paredes), Zalewski (65′ Spinazzola); Dybala (83′ El Shaarawy), Lukaku. A disp.: Marin, Svilar, Pagano, Pisilli, Belotti, Azmoun. All.: José Mourinho.

Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi; Scalvini (85′ Hien), Djimsiti, Kolasinac (78′ Palomino); Holm, de Roon, Ederson (65′ Pasalic), Ruggeri (65′ Zappacosta); Koopmeiners; Miranchuk, De Ketelaere (46′ Scamacca). A disp.: Musso, Rossi, Bakker, Zortea, Mendicino, Comi, Muriel. All.: Gian Piero Gasperini.

Marcatori: 8′ Koopmeiners (A), 39′ (rig.) Dybala (R)

Arbitro: Aureliano di Bologna

Note: Ammoniti: Scalvini, Ruggeri, Ederson, Koopmeiners, Zappacosta, Holm (A), Kristensen (R). Espulso: Mourinho (R)

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...