Virgilio Sport

Roma-Bologna 1-0, le pagelle: Smalling monumentale, Arnautovic da incubo

La Roma supera il Bologna e aggancia Inter e Lazio al quarto posto. Decide Pellegrini dal dischetto, mostruoso Smalling, promosso il giovane Tahirovic. Bocciati Lucumì e Arnautovic

04-01-2023 18:58

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

La Roma apre il proprio 2023 con un importante successo di misura contro il Bologna e, in attesa del big match di San Siro tra Inter e Napoli e grazie al ko della Lazio a Lecce, aggancia nerazzurri e biancocelesti la quarto posto in classifica. All’undici di José Mourinho basta un rigore di Pellegrini. In campo si rivede un ottimo Dybala, ma è ancora una volta la difesa giallorossa a prendersi la scena. Dall’altra parte della barricata, si salva solo Orsolini.

Roma-Bologna, gli highlights

Orfana di Abraham, escluso da Mourinho per dare spazio al giovane Tahirovic, la Roma rompe l’equilibrio in appena 6′. Ci pensa Pellegrini, che dal dischetto spiazza Skorupski, dopo il contatto in area tra Dybala e un ingenuo Lucumì. Nella ripresa, la Roma non preme sull’acceleratore e prova a conservare il vantaggio. Le occasioni si contano sulle dita di una mano. Da due cross dalla sinistra di Orsolini le più ghiotte per il Bologna in avvia; dall’errore di Soumaoro quella che costringe Skorupski agli straordinari su Zaniolo. Nel finale, giallorossi in apprensione per le uscite anticipate e con smorfie non proprio rassicuranti di Dybala e dello stesso Zaniolo. Sui tre punti c’è, però, la firma di Tammy Abraham, che libera sulla linea l’incornata allo scadere di Schouten e certifica l’1-0.

Roma-Bologna, le pagelle dei giallorossi

  • Rui Patricio 6 – Ordinaria amministrazione e poco più. Il Bologna non tira praticamente mai in porta e l’estremo difensore portoghese ringrazia la sua retroguardia
  • Mancini 6,5 – Tra i migliori in campo, vince su tutta la linea il duello con Arnautovic senza nessuna sbavatura e con una grande personalità. L’anno inizia alla grande
  • Smalling 7,5 – Senza alcun dubbio l’Mvp del match, salva i suoi nel finale e chiude ogni possibilità al Bologna. Preciso, attento, sempre al posto giusto. Monumentale
  • Ibanez 6 – Meno sollecitato dei compagni di reparto, in un paio di occasioni si lascia superare da Orsolini
  • Celik 6,5 – Qualche buono spunto e prove per una titolarità conquistata e da confermarsi. Se il buon giorno si vede dal mattino…
  • Cristante 6,5 – Certezza tra le certezze. Se ci fosse ancora bisogno di confermare perché sia fondamentale per la Roma, la gara con il Bologna ne è prova lampante.
  • Tahirovic 6,5 – Lo svedese classe ’93 non sente la pressione e giostra con autorevolezza. Quando c’è da impostare o da ripiegare, lui c’è sempre (64′ Matic 6 – entra in campo nel momento in cui c’è da soffrire e dà una mano, poco più)
  • Pellegrini 6,5 – Si sblocca davanti al suo pubblico dopo quasi un anno di digiuno. Freddo dal dischetto, solita autorevolezza e classe al centro del campo
  • El Shaarawy 5,5 – Meno ispirato del solito, la buona giornata di Orsolini lo frena un po’ troppo e in avanti non si vede praticamente mai (64′ Zalewski 6 – Medesimo discorso di El Shaarawy, ma un paio di spunti e uscite che costringono alle maniere forti gli ospiti)
  • Zaniolo 6 – filtrante al bacio per Dybala nell’occasione che porta al rigore, solita corsa e volontà, così come consueta mancanza di freddezza sotto porta: sorpreso sul regalo di Soumaoro a inizio ripresa. Costretto al forfait per un problema fisico (59′ Abraham 7 – Decisivo dove non te lo aspetti, toglie dalla rete di Rui Patricio il possibile gol del pareggio all’ultimo minuto di recupero e blinda il successo giallorosso)
  • Dybala 6,5 – Svaria, salta l’uomo, tenta la giocata, serve i compagni e si prende il rigore con un taglio da manuale. Con il passare dei minuti cala di intensità, ma la prova resta più che positiva (72′ Bove sv)

Mourinho 6 – La prepara bene e, nonostante la scelta di rinunciare ad Abraham, la sua Roma (guidata in panchina da Foti) non cambia pelle. Il vantaggio fulmineo facilita le cose e lo Special One può impostare la gara come preferisce

Roma-Bologna, le pagelle dei felsinei

  • Skorupski 6 – Battezza male il rigore di Pellegrini, ma a inizio ripresa si supera su Zaniolo “lanciato” da Soumaoro
  • Posch 6 – Il migliore della retroguardia rossoblù, tiene a bada chi gli passa accanto e complica la gara a un El Shaarawy comunque poco ispirato (82′ Pyyhtia 6,5 – Entra e regala freschezza e peso in avanti al Bologna. Sfiora il pareggio e ci vuole un miracoloso Smalling per negargli l’1-1 nel finale)
  • Soumaoro 5,5 – L’assenza di una punta di peso semplifica le cose, ma a inizio ripresa rischia grosso con una giocata goffa sul cross di Celik che libera Zaniolo a due passi da Skorupski
  • Lucumì 5 – Affrettato e ingenuo a stendere Dybala in area con il fallo che porta al vantaggio giallorosso
  • Lykogiannis 5,5 – Si vede pochissimo sulla fascia di sua competenza (64′ Cambiaso sv)
  • Medel 6 – Solita buona prova a far legna e a rompere le linee di passaggio degli avversari. Non è lui che deve cambiare ritmo alla gara, ma il suo lo fa bene (64′ Schouten 6 – Abraham gli strozza l’urlo di gioia in gola sull’incornata che, in pieno recupero, avrebbe portato al pareggio)
  • Dominguez 5,5 – Con il passare dei minuti cresce il suo nervosismo e le ultime buone prove messe in mostra prima del mondiale
  • Orsolini 6,5 – Si gran lunga tra i migliori nei suoi. Svaria, inventa e prova a fare la differenza con maggiore concretezza rispetto al solito. La giocata decisiva, però, non arriva
  • Ferguson 5,5 – Meno brillante delle ultime uscite, lo scozzese si vede praticamente solo nell’occasione del mezzo contatto in area con Matic che l’arbitro Santoro punisce con il giallo per simulazione
  • Soriano 5 – Continua il momento no del capitano del Bologna. La sua prova dura meno di un’ora, ma nessuno se ne accorge (56′ Aebischer 5,5 – Leggermente meglio di Soriano, ma il momento dei suoi lo aiuta)
  • Arnautovic 5 – Quasi mai nella posizione giusta e meno presente del solito nella costruzione della manovra del Bologna. Viene fagocitato con facilità dall’ottima retroguardia giallorossa

Thiago Motta 6: Con le armi a sua disposizione fa quello che può. Il Bologna fa una buona gara, ma sbatte sulla prova maiuscola della retroguardia giallorossa.

Roma-Bologna, la pagella dell’arbitro

Alberto Santoro di Messina dirige l’incontro con grande personalità e attenzione. Zero sbavature e decisioni sempre corrette. Giusto assegnare il calcio di rigore alla Roma dopo appena 6′, ugualmente corretto ammonire Ferguson. Prova più che sufficiente: 6,5.

Roma, dal Milan al Napoli: tour de force a gennaio

Archiviato l’impegno contro il Bologna, i giallorossi di José Mourinho si apprestano ad affrontare il proprio tour de force di inizio anno che, dalla gara a San Siro contro il Milan di domenica la porterà fino al Maradona per la sfida al Napoli del grande ex, Luciano Spalletti. Nel mezzo, gli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Genoa, e le sfide in campionato con Fiorentina e Spezia. Un mese importante, che potrà dire molto sui reali obiettivi stagionali della Roma.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...