,,
Virgilio Sport

Roma, il derby può attendere: contro il Ludogorets tre punti o addio Europa

Nella settimana del derby i giallorossi non possono fare calcoli: contro i bulgari obbligo di vittoria per non dire addio all'Europa League

03-11-2022 08:49

Novanta minuti per decidere il proprio destino in Europa. E magari anche per indirizzare il derby di domenica pomeriggio. L’introduzione accomuna il giovedì agonistico che attende Lazio e Roma, impegnate, in rigoroso ordine alfabetico e cronologico, a distanza di poche ore nell’ultima giornata della fase a gironi di Europa League, con in entrambi i casi la qualificazione ancora in bilico.

Europa League, Roma obbligata a battere il Ludogorets per andare avanti

Se dal punto di vista della classifica del raggruppamento a sorridere di più sono i biancocelesti, che procedere nella competizione potrà accontentarsi di un pareggio in casa del Feyenoord, la Roma avrà il vantaggio di giocare in casa, tutt’altro che trascurabile a pochi giorni da una delle partite più importanti dell’anno e quasi al termine di una prima parte di stagione intensissima e appesantita da sei partite giocate al giovedì sera.

I “privilegi” della squadra di José Mourinho terminano però qui, perché per fare strada in Europa League e assicurarsi il preliminare di febbraio contro una terza in arrivo dalla Champions League ed evitare quindi di retrocedere in Conference, trofeo del quale i giallorossi sono detentori, alle 21 all’Olimpico contro il Ludogorets ci sarà un solo risultato a disposizione: la vittoria. La classifica del gruppo C infatti parla chiaro, trasformando l’altra gara dell’ultima giornata, Betis-HJK, in un’amichevole, essendo gli spagnoli già certi del primo posto che vale il pass diretto per gli ottavi e i finlandesi già ultimi. Appaiate a quota 7 punti, Ludogorets e Roma giocheranno un vero e proprio spareggio, che vedrà i bulgari partire con il vantaggio del doppio risultato grazie al successo 2-1 dell’andata.

Un successo con qualsiasi risultato promuoverà la Roma al playoff, in caso contrario i giallorossi dovranno spareggiare con una terza della Conference League. Sulla carta non sembra esserci partita, ma i bulgari volano in campionato (secondo posto a -5 dal CSKA, miglior attacco e seconda miglior difesa) e sono in grado di creare grattacapi tattici ai giallorossi, chiamati dal canto loro a non farsi prendere dalla frenesia e dalla tentazione di scoprirsi per trovare presto il vantaggio per poi gestire risultato ed energie.

Roma-Ludogorets affidata a una quaterna montenegrina: al Var l’arbitro di Inter-Barcellona

L’arbitro designato per la partita è il montenegrino Nikola Dabanovic, che avrà come assistenti i connazionali Milovan Djukic e Vladan Todorovic. Il quarto ufficiale sarà Miloš Savovic, mentre in sala Var opereranno l’olandese Pol Van Boekel e il polacco Bartosz Frankowski nei panni di Avar. Van Boekel è stato poche settimane fa l’arbitro di Inter-Barcellona, match che ha scatenato la rabbia di giocatori e tifosi blaugrana per il mancato rigore concesso ai catalane per il presunto fallo di mano commesso da Dumfries nell’area nerazzurra. Dabanovic non ha precedent con Roma o Ludogorets, ma ne ha uno con le italiane, recente e poco propizio, il clamoroso 5-1 rifilato dal Midtjylland alla Lazio lo scorso settembre nella seconda giornata della fase a gironi di Europa League.

Il Ludogorets e quel precedente che preoccupa la Roma

Neppure i precedenti lasciano troppo tranquillo José Mourinho. La Roma, che non ha mai affrontato in casa il Ludogorets, ha infatti pareggiato nell’ultimo precedente casalingo con una squadra bulgara, lo 0-0 della fase a gironi dell’Europa League 2020-21, vincendo le altre tre gare (due con lo stesso CSKA e una con il Dunav Rose). Il Ludogorets vanta il 33% di successi in Italia, avendo vinto una partita su tre, curiosamente proprio all’Olimpico contro la Lazio nell’Europa League 2013-’14 (1-0): netti invece i ko subiti contro l’Inter nei sedicesimi di Europa League 2019-’20 e Milan (stesso punto dell’Europa League 2017-’18).

Roma-Ludogorets, le probabili formazioni: Mourinho recupera Zaniolo

Una buona notizia in sede di vigilia per Mourinho è arrivata dall’Uefa, che ha accolto il ricorso presentato dalla Roma contro le due giornate di squalifica comminate a Nicolò Zaniolo dopo l’espulsione contro il Betis: scontata la prima giornata contro l’HJK, l’attaccante tornerà a disposizione, ma dovrebbe partire dalla panchina dopo l’infortunio subito a Verona. Fuori per squalifica Gianluca Mancini, sarà Marash Kumbulla a completare il terzetto difensivo titolare, mentre in attacco sarà confermato Cristian Volpato, decisivo contro l’Hellas con gol e assist, al fianco di Pellegrini con Abraham unica punta. Sulle fasce Zalewski e El Shaarawy, panchina per Belotti.

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio; Kumbulla, Smalling, Ibanez; Zalewski, Cristante, Camara, El Shaarawy; Volpato, Pellegrini; Abraham. All.: J. Mourinho
Ludogorets (4-2-3-1): Padt; Witry, Verdon, Nedyalkov, Cicinho; Piotrowski, Naressi; Tekpetey, Cauly, Rick; Thiago. All.: A. Simundza.

Roma-Ludogorets, dove vederla in tv e streaming

La partita Roma-Ludogorets sarà trasmessa da Sky, ai canali Sky Sport Uno (canale 201), Sky Sport 4K (213) e Sky Sport HD (252) e in streaming su Sky Go e NOW, ma anche su DAZN, scaricando l’app sulla propria smart tv o su una console di gioco come Xbox e PlayStation. La gara sarà inoltre visibile in chiaro su TV8, canale numero 8 del digitale terrestre.

Clicca qui per abbonarti e vedere tutte le gare di Serie A live su DAZN

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...