Virgilio Sport

Roma-Verona, moviola: dubbi su rigore, gol annullato e giallo a Paredes

La prova dell’arbitro Sacchi all’Olimpico analizzata ai raggi X dall’esperto di Dazn Marelli, il fischietto di Macerata ha ammonito solo due giocatori

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Arbitro giovane ma già provato, Luca Sacchi – scelto da Rocchi per l’esordio di De Rossi sulla panchina della Roma nella gara contro il Verona – era reduce da prove altalenanti. Maluccio in Udinese-Lazio, meglio in Juventus-Frosinone. Preciso sul regolamento anche se a volte si lascia prendere la mano, lascia giocare molto visto che anche lui si è allineato alla richiesta del designatore di non fischiare i cosiddetti mezzi falli. Propenso al dialogo se fatto con modi rispettosi, non accetta le proteste soprattutto se plateali ma come se l’è cavata ieri all’Olimpico?

Clicca qui per gli highlights di Roma-Verona

I precedenti di Sacchi con Roma e Verona

I precedenti con i giallorossi erano solo tre, ultimo la vittoria per 7-0 contro l’Empoli ad inizio campionato. In precedenza c’era stato proprio un incrocio con il Verona, ma al Bentegodi, con i giallorossi che imposero 1-3. Infine la sconfitta per 2-0 contro la Sampdoria. Per il Verona, invece, gli incroci con Sacchi erano ben 10, di cui cinque in Serie A e altrettanti in Serie B. Nel massimo campionato italiano ci sono tre vittorie con Lecce, Benevento e Venezia oltre che tre sconfitte con Atalanta e appunto Roma.

Sacchi ha ammonito solo due giocatori

Coadiuvato dagli assistenti: Capaldo e Affatato, con quarto ufficiale Massimi, Pairetto al Var e Valeri all’Avar, l’arbitro ha ammonito due giocatori, di cui uno della squadra di De Rossi: 41′ Paredes (R), 52′ Dawidowicz (V).

Roma-Verona, i casi dubbi

Questi i principali casi da moviola. Al 31’ proteste da parte dei giallorossi per un possibile tocco di mano di Magnani in area da rigore. Check del VAR che conferma l’impressione in campo di Sacchi: braccio lungo il corpo, nulla di irregolare nella respinta su El Shaarawy. Al 40’ giallo pesante per Paredes per un intervento con il piede a martello su Djuric: salterà, in quanto diffidato, la prossima sfida contro la Salernitana. Decisione giudicata eccessiva dall’argentino.

Al 56’ segna il Verona ma Sacchi fischia immediatamente un fallo di Folorunsho (autore del gol) su Karsdorp. Ne scaturisce un mini conflitto tra i giocatori in campo, con l’ex Bari che atterra Llorente. Al 76’ rigore per i gialloblù. Sacchi viene chiamato all’on-field review per un tocco di braccio di Llorente sul copo di testa di Djuric. Proteste dei giallorossi per un blocco a centrocampo di Serdar su Bove.

Per Marelli c’era il rigore per il Verona

A fare chiarezza è Luca Marelli. L’esperto di Dazn boccia Sacchi sul giallo a Paredes: “Ammonito per imprudenza o proteste successive, ma il fallo non c’era. È entrato sul pallone” ma gli dà ragione sul penalty per l’Hellas: “Quello che ha portato a chiamare il rigore è che Llorente guarda il pallone pur essendo di spalle e non toglie il braccio”. Appena sufficiente nel complesso la prova di Sacchi in Roma-Verona.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...