Virgilio Sport

Serie B, risultati e classifica: il Parma manda il Lecco in C, crollo del Bari, pari in Samp-Como

Tutti i risultati, marcatori e classifica dopo il 35esimo turno di serie B: la capolista condanna i lombardi alla retrocessione, vincono Ascoli e Modena. Poker del Cosenza, colpo Reggiana a Palermo

Pubblicato:

Primo verdetto maturato in serie B: dopo una sola stagione, il Lecco retrocede in Serie C con tre giornate di anticipo. A condannare i lombardi è stata la sconfitta per 4-0 rimediata al Tardini contro il Parma. Con questa vittoria gli emiliani si portano a 73 punti, a sei lunghezze dal Venezia. Nel primo pomeriggio, pari senza gol tra Brescia e Spezia, vittoria del Modena contro il SudTirol e dell’Ascoli in casa della Ternana.

Nel secondo lotto di partite del pomeriggio, spicca il poker del Cosenza sul Bari e la vittoria della Reggiana in casa del Palermo. Solo pari in Sampdoria-Como. Nelle partite di venerdì sera, invece, il Pisa nel finale ha recuperato il doppio svantaggio contro il Catanzaro. Il Venezia, invece, ha preso tre punti pesantissimi battendo una diretta avversaria come la Cremonese.

La capolista Parma condanna il Lecco

Testa-coda senza storia al Tardini, dove la capolista Parma travolge per 4-0 il Lecco, matematicamente retrocesso in C, e compie un passo importante verso la promozione in Serie A. Grande protagonista Adrian Bernabé, autore di una doppietta già nella prima mezz’ora: il centrocampista spagnolo sblocca il risultato al 16′ sull’assist di Bonny e cala il tris raccogliendo l’invito dalla fascia di Hernani. In mezzo il raddoppio di Mihaila che si fionda sulla corta respinta della retroguardia ospite e scaraventa di destro alle spalle di Melgrati. Quest’ultimo bravo nella ripresa, a risultato già ampiamente segnato, a negare la gioia del gol a Estevez e Partipilo, in due circostanze, proprio come il collega Chichizola che salva l’imbattibilità salita a 411′ su Novakovich e Sersanti. Poi nel finale cala il poker Camara sulla verticalizzazione di Sohm.

Rivivi qui le emozioni di Parma-Lecco

Brescia e Spezia non trovano varchi

Termina in parità il confronto tra Brescia e Spezia. Pari in tutto: un tempo a testa di dominio, una traversa ciascuno e poche emozioni. Emozionante è risultato essere il gesto di Bisoli al momento dell’entrata in campo di Paghera, colpito in settimana da un terribile lutto: la perdita della cara mamma. Il capitano si è tolto la fascia e l’ha donata al braccio del compagno tra gli applausi del pubblico. Proprio Bisoli, al 40′ della ripresa, coglie una clamorosa traversa di testa su azione d’angolo. E all’ultimo minuto incredibile gol sbagliato da Kouda che da due passi centra la traversa. E’ 0-0.

L’Ascoli torna in corsa per la salvezza

L’Ascoli sbanca il Liberati per 1-0 e torna prepotentemente in corsa per la salvezza. La Ternana, dopo tre risultati utili consecutivi perde e torna in zona play-out. Breda in partenza si affida all’esperienza di Donisi, grande ex di giornata. Carrera, invece a Mantovani e Di Tacchio i rossoverdi da parte Ascoli. Primo tempo bloccato molto meglio il secondo con un paio di occasioni a testa. La più nitida della Ternana il palo colpito da due passi di Casasola. Per l’Ascoli da segnalare la conclusione di Rodriguez, sul successivo contropiede, parata da Vitali. Al 45′ il gol vittoria dei marchigiani. Bellusci calcia, Botteghin ci mette la testa e regala la vittoria all’Ascoli.

Il Modena ipoteca la salvezza

Novantadue giorni dopo il Modena ritrova la vittoria e ipoteca la salvezza, agganciando in classifica il Sudtirol. Fa festa il grande ex Bisoli (per quattro mesi in Alto Adige a inizio anno), che conquista il primo successo sulla nuova panchina dopo una gara noiosa. In avvio Gagno dice di no a Casiraghi, poi nel recupero nessuno riesce a impattare sul cross invitante di Battistella e si chiude un primo tempo da sbadigli. Al 22′ la gara si sblocca con l’ex Zaro che di testa su corner di Battistella sorprende la difesa biancorossa. La reazione ospite è nulla e solo una mischia nel finale con Rauti che viene murato fa venire i brividi al Braglia.

Il Como rallenta la Sampdoria

Continua la marcia verso la Serie A del Como che conquista un punto prezioso al Ferraris con la Samp. Finisce 1-1, ma per i blucerchiati è un pareggio che può complicare la corsa play-off. Nel primo tempo meglio gli ospiti con Stankovic che deve fare gli straordinari al 5′ su Cutrone e poi al 14′ con la conclusione dalla distanza di Gabrielloni. Poi la squadra di Pirlo prende le misure dopo la partenza sprint degli ospiti e si rende pericolosa al 43′ sulla stoccata di Ghilardi che esalta i riflessi di Semper. Nella ripresa al 20′ vantaggio Samp con il tiro dal limite di Borini su assist di Esposito ma il Como ci crede e pareggia dopo l’assolo di Verdi che scodella al centro dell’area ligure. Prima Nsame viene murato da un difensore del Doria, ma poi Cutrone ribadisce in fondo al sacco per il definitivo 1-1.

Colpaccio Reggiana a Palermo

La Reggiana supera il Palermo in rimonta e conquista tre punti d’oro in chiave salvezza dopo ben tre sconfitte consecutive. Primo ko, invece, per Mignani, che dal suo arrivo sulla panchina dei rosanero al posto di Corini aveva ottenuto tre pareggi. Brunori illude i rosanero nel primo tempo, ma la Reggiana, che aveva giocato meglio anche prima di aver subito gol, pareggia i conti con Portanova e poi ribalta la situazione con Rozzio vincendo con pieno merito.

Il Cittadella frena, la Feralpi spera

Terzo pari di fila per il Cittadella contro una FeralpiSalò che spera ancora nella salvezza che resta complicata e in salita. Sono gli ospiti a farsi pericolosi in avvio di gara, mentre i granata stentano a creare opportunità. Al minuto 21′ però Carissoni trova lo spiraglio giusto risolvendo una mischia espedendo in rete di sinistro. Timida reazione nella ripresa da parte dei bresciani che si procurano un’occasione con Compagnon, bravo in uscita Kastrati. Poi finale incandescente con salvataggio di Kastrati sul colpo di testa di La Mantia, ma il pareggio dei gardesani arriva comunque in pieno recupero su azione personale di Pietrelli che salta due avversari e mette dentro. E’ 1-1.

Il Cosenza travolge il Bari

Tre punti pesantissimi per il Cosenza nello scontro diretto con il Bari. Con altri quattro gol dopo quelli con la Reggiana. Dopo una punizione respinta a stento da Pissardo, il Cosenza passa al 5′ con un’azione da manuale Calo’-D’Orazio-Mazzocchi. Il Bari prova a reagire ma al 17′ il Cosenza raddoppia con il solito Tutino (16. centro) dopo uno scambio con Marras. Subito dopo con un’azione fotocopia Tutino sfiora il tris. A questo punto i calabresi spariscono dalla scena. E il Bari va vicino al gol con Kallon, Sibilli (palo) e Pucino, mentre Camporese sfiora l’autogol. Al 44′ un guizzo di Nasti riapre la partita. In avvio di ripresa il copione non cambia. Arriva il secondo palo barese con Nasti, poi ancora Benali e Sibilli mettono paura a Micai. Ma al 35′ arrivano la punizione chirurgica di Calò e il gol di Forte da poco in campo a chiudere i conti, regalare mezza salvezza al Cosenza e inguaiare il Bari che chiude in dieci per il rosso secco a Bellomo. Termina 4-1.

Pisa-Catanzaro 2-2: Moreo e Marin la riprendono

Il Pisa tutto cuore riesce a trovare un pareggio insperato. I toscani sotto di due gol nel finale rimontano il Catanzaro che nella ripresa è apparso rinunciatario. Il match è appena cominciato e il Catanzaro trova subito la rete del vantaggio con Pontisso che trova il colpo vincente su azione di calcio d’angolo dopo un bel servizio di Vandeputte. La reazione del Pisa arriva e costringe i calabresi sulla difensiva, i toscani spingono e vanno più volte vicino al pareggio ma chiudono i primi 45’ sotto di un gol. Nella ripresa il Pisa continua la sua spinta ma si espone al contropiede del Catanzaro che al 63’ trova la rete del raddoppio segnata da Ambrosino. I toscani però non mollano la presa ed al 74’ Moreo trova il gol che riapre la partita e rende il finale incandescente. Passano 7 minuti e arriva la rete del pareggio a firma Marin.

Venezia-Cremonese 2-1: Bjarkason decisivo

Grande prova di carattere del Venezia che avanza la sua candidatura alla promozione diretta superando in rimonta un’ottima Cremonese. Avvio di partita di grande tensione ed equilibrio su entrambi i fronti. Match fisico e tattico con un episodio che lo sblocca al 24’ grazie a Vazquez che sfrutta una sponda di testa di Pickel per la rete del vantaggio della Cremonese. I lagunari provano a reagire ma nel primo tempo fanno tanta fatica a trovare spazi contro la difesa grigiorossa. Nella ripresa però la gara cambia subito con il Venezia che con Gytkjaer trova la rete del pareggio con un rasoterra millimetrico. Sono i padroni di casa a prendere in mano le redini del match e a trovare anche il gol del vantaggio con Bjarkason che sfrutta alla perfezione un tracciante di Busio e batte Saro.

Le emozioni di Venezia-Cremonese

Serie B, 35esima giornata: i risultati

Venerdì 26 aprile

  • Pisa-Catanzaro 2-2
    Marcatori: 2’ Pontisso (C), 63’ Ambrosino (C), 74’ Romeo (P), 81’ Marin (P)
  • Venezia-Cremonese 2-1
    Marcatori: 24’ Vazquez (C), 48’ Gytkjaer (V), 76’ Bjarkason (V)

Sabato 27 aprile

  • Parma-Lecco 4-0
    Marcatori: 16′ pt Bernabé, 23′ pt Mihaila, 31′ pt Bernabé, 44′ st Camara.
  • Ternana-Ascoli 0-1
    Marcatori
    : 45′ st Botteghin
  • Modena-Sudtirol 1-0
    Marcatori:
    22′ st Zaro
  • Brescia-Spezia 0-0
  • Sampdoria-Como 1-1
    Marcatori: 20′ st Borini, 37′ st Cutrone
  • Cittadella-Feralpisalò 1-1
    Marcatori: 21′ pt Carissoni, 49′ st Pietrelli
  • Cosenza-Bari 4-1
    Marcatori: 5′ pt Mazzocchi, 17′ pt Tutino, 44′ pt Nasti, 34′ st Calò, 43′ st Forte
  • Palermo-Reggiana 1-2
    Marcatori: 35′ pt Brunori, 7′ st Portanova, 22′ st Rozzio

La classifica della serie B

Parma 73, Como 68, Venezia 67, Cremonese 60, Catanzaro 57, Palermo 52, Brescia 47, Sampdoria* 46, Pisa 45, Cittadella 45, Sudtirol 43, Modena 43, Reggiana 43, Cosenza 42, Ascoli 37, Ternana 37, Spezia 37, Bari 36, Feralpisalò 32, Lecco 26

*Sampdoria, 2 punti di penalizzazione

Serie B: la classifica marcatori

Serie B, risultati e classifica: il Parma manda il Lecco in C, crollo del Bari, pari in Samp-Como Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...