Virgilio Sport

Serie B, partite e risultati 7a giornata. Il Como manda in crisi la Samp e Pirlo. Parma, avanti tutta. La classifica

Continua il momento nero della Sampdoria in serie B. La squadra di Andrea Pirlo si ferma anche sul campo della sorpresa Como. In testa resta il Parma che batte anche il Bari

Pubblicato:

Settima giornata di serie B: il Palermo sbanca Venezia, straripante Matteo Brunori che si sblocca ed esagera firmando una tripletta da urlo. Prova di forza dell’Ascoli che sfrutta il turno casalingo contro la Ternana e blinda i tre punti con la doppietta del portoghese Mendes.

Non si sbloccano Reggiana-Pisa, Spezia-Brescia e Sudtirol-Modena. Cosenza-Cremonese 1-2 e Lecco-Feralpi 1-2.

Parma-Bari 2-1: colpisce ancora Benedyczak

Il Parma continua la sua marcia in testa alla classifica. La squadra di Fabio Pecchia deve faticare e parecchio per vincere la resistenza del Bari. I padroni di casa passano in vantaggio con Partipilo dopo 14’, danno la sensazione di poter controllare il match ma ad inizio ripresa arriva immediata la rete del pareggio ad opera di Nasti. Gara in equilibrio e tutto da rifare con i Ducali che trovano il gol vittoria al minuto 81’ grazie a Benedyczak. Per il Parma 17 punti frutto di 5 vittorie e due pareggi, mentre il Bari non riesce a invertire la rotta.

Rivivi le emozioni live di Parma-Bari

Como-Sampdoria 1-0: Ioannou manda in crisi Pirlo

Altro risultato amaro per la Sampdoria che rimedia una sconfitta che fa male sul campo della sorpresa Como. Il match è molto equilibrato ed è la squadra di Pirlo che in più di una circostanza va vicina alla rete del vantaggio. Ma quando ci sono i momenti negativi tutto sembra girare per il verso sbagliato ed al 54’ è il Como a sbloccarla con Ioannou. Nel finale il forcing della Samp non produce l’effetto sperato ed arriva la sconfitta numero 4.

Rivivi tutte le emozioni di Como-Sampdoria

Catanzaro-Cittadella 1-1: Donnarumma risponde a Carissimi

Non riesce più a vincere il Catanzaro che si deve accontentare di un pareggio nel match casalingo contro il Cittadella. Partita dai grandi ritmi con i calabresi che vanno subito sotto: al 3’ ci pensa Carissoni a portare in vantaggio il Cittadella. La reazione dei padroni di casa è rabbiosa ed al 26’ arriva il pareggio dal dischetto con Alfredo Donnarumma. Nella ripresa assalto del Catanzaro che però non riesce a trovare la giocata che vale tre punti.

Rivivi tutte le emozioni di Catanzaro-Cittadella

Ascoli-Ternana 2-0

Gli umbri possono recriminare – soprattutto con se stessi ma anche per qualche decisione arbitrale dubbia e per una buona dose di malasorte – per una prima frazione di gioco affrontata col piglio giusto ma conclusa con lo svantaggio di misura.

Al 10′ rete annullata a Diakité per un tocco col braccio destro, Dionisi si fa ipnotizzare da Viviano e, al 14′, il fallo di Mendes su Casasola viene sanzionato con un calcio di rigore per la Ternana. La sfida tra l’estremo difensore locale e la punta ospite si rinnova ma l’esito non cambia: anche dagli 11 metri è Viviano a ipnotizzare Dionisi. Tanto spreco viene punito allo scadere del primo tempo: penalty all’Ascoli per un mani di Dionisi, Mendes non sbaglia.

Nella ripresa – con una Ternana mai doma e determinata nella ricerca del pari – il Var nega la gioia del gol a Raimondo e Mendes, come nella prima frazione, punisce gli avversari nei minuti finali. Pennellata del portoghese su calcio di punizione.

Rivivi le emozioni live di Ascoli-Ternana

Reggiana-Pisa 0-0

Gara giocata a viso aperto: la caccia ai tre punti ha fruttato occasioni da una parte e dall’altra ma entrambe le squadre hanno faticato in fase di finalizzazione.

Difese sul pezzo: le opportunità migliori sono dei toscani che si rendono pericolosi con Arena e Piccinini. Il forcing neroblu prosegue nei secondi 45′ ma la porta dei padroni di casa resta blindata

Rivivi le emozioni live di Reggiana-Pisa

Spezia-Brescia 0-0

Equilibrio e spinta propulsiva a trazione speculare: si traduce con un pari senza reti che consentono allo Spezia quantomeno di respirare dopo le quattro sconfitte consecutive. Liguri vicino al gol al 15′: Bandinelli ci prova dalla distanza ma Lezzerini con un intervento prodigioso nega il gol.

Nella ripresa le occasioni migliori sono dei locali: traversa di Verde al 10′, la girata in area di Kouda si spegne a lato di poco.

Rivivi le emozioni live di Spezia-Brescia

Sudtirol-Modena 0-0

Al Druso la prima frazione è spiazzante e accade quello che non ti aspetti: sono gli ospiti a tenere il pallino del gioco, fraseggiare e fare possesso mentre i padroni di casa puntano sulle ripartenze in velocità. Gli uomini di Bianco ci provano ma il solo Gerli centra la porta senza peraltro impensierire Poluzzi.

Ripresa sulla falsariga, è sempre Gerli a provarci con insistenza e va vicinissimo al colpaccio nei minuti di recupero, quando è l’intervento provvidenziale di Masiello a mantenere inviolata la porta dei locali.

Rivivi le emozioni live di Sudtirol-Modena

Venezia-Palermo 1-3

Lo zampino di Brunori in occasione del vantaggio dei rosaneri, che impiegano una manciata di minuti – 6 per la precisione – per sbloccare il punteggio. La punta di Corini, al primo pallone giocato, smarca Lund in area veneta: il fallo di Altare per Baroni è da rigore, il Var conferma e lo stesso Bunori si incarica del tiro. Joronen spiazzato.

Il Penzo può esultare al 46′: Pohjanpalo finalizza una manovra corale impostata da Lella e cocnlusa una prima volta da Johnsen e ribattuta in gol dal finlandese.

Nella ripresa è ancora Brunori a far esultare i compagni: al 17′ Lucioni ci prova sugli sviluppi di un angolo e Brunori, sul filo del fuorigioco, tocca la palla sotto porta.

La serata indimenticabile di Brunori tocca l’apice al 47′: il bomber raccoglie l’assist di Mancuso e trafigge Joronen.

Rivivi le emozioni live di Venezia-Palermo

Cosenza-Cremonese 1-2

Lo 0-0 con cui va in archivio la prima frazione di gioco è un punteggio tutt’altro che indicativo delle occasioni costruite da ambo le parti. Partono forte i padroni di casa che al 5′, con una conclusione dalla distanza di Cimino costringono Sarr all’intervento provvidenziale.

Ancora Cosenza al 14′: Canotto serve Marras che stoppa e conclude col mancino, palo scheggiato. Appena sale in cattedra bomber Coda, la Cremonese diventa subito pericolosa: l’attaccante prima si libera nello spazio e incrocia sul palo più lontano senza inquadrare lo specchio, poi piazza una pennellata dal vertice destro dell’area su cui Micai è costretto all’intervento plastico.

I minuti finali sono di marca locale: Tutino si mette in vetrina e, a tu per tu con Sarr, lo supera ma centra il palo. Ancora il numero 9 protagonista allo scadere: salta due avversari e conclude in porta ma Sarr si fa trovare pronto.

Il botta e risposta nella ripresa arriva a distanza di 2′: i primi a passare sono i grigiorossi al 16′ con Collocolo che raccoglie palla dopo una giocata in tandem tra Vazquez e Castagnetti e trafigge Micai con un piatto rasoterra. Due giri di lancette e Mazzocchi stacca di teta sugli sviluppi di un corner, nulla da fare per Sarr. Poi il bomber si prende tutta la scena: è il 34′ quando Massimo Coda, al sesto acuto consecutivo, raccoglie da Sernicola e, con un colpo di nuca, mette fuori causa Micai.

Rivivi le emozioni live di Cosenza-Cremonese

Lecco-Feralpisalò 1-2

Caso inverso è quello della sfida tra lombarde: i primi 45′ senza gol sono figli di un match contratto e avaro di emozioni. Migliore l’avvio degli ospiti che non si fanno trovare pronti al momento della finalizzazione, dei lecchesi l’occasione più pericolosa. Al 31′ una sponda di testa di Lepore raggiunge Ionita che interviene in tuffo e col colpo di testa lambisce il palo.

La ripresa, rispetto al primo tempo, è quasi un’altra gara: intensità, ritmi elevati, pressione e capovolgimenti di fronte. Bastano 6′ a Balestrero per regalare il vantaggio agli ospiti: gran gol al volo su assist di Parigini. 60 secondi e Buso pareggia con un colpo si testa su calcio d’angolo di Lepore.

Neppure il tempo di esultare nemmeno stavolta e Felici riporta avanti il Feralpi: scambio con Martella e azione personale da applausi con la retroguardia inerme e Saracco incolpevole.

Rivivi le emozioni live di Lecco-Feralpisalò

Risultati e programma della 7° giornata

Martedì 26 settembre ore 18.15

Cosenza-Cremonese 1-2
Marcatori: 16′ st Collocolo (Cr), 18′ st Mazzocchi (Co), 34′ st Coda (Cr)

Lecco-Feralpisalò 1-2
Marcatori: 6′ st Balestrero (F), 7′ st Buso (L), 9′ st Felici (F)

Martedì 26 settembre ore 20.30

Ascoli-Ternana 2-0
Marcatori: 42′ pt rig. e 44′ st Mendes

Reggiana-Pisa 0-0

Spezia-Brescia 0-0

Sudtirol-Modena 0-0

Venezia-Palermo 1-3
Marcatori: 6′ pt Brunori (P), 46′ pt Pohjanpalo (V), 17′ st Brunori (P), 47′ st Brunori (P)

Mercoledì 27 settembre ore 20.30

Parma-Bari 2-1

Marcatori: 14’ Partipilo (P), 46’ Nasti (B), 81’ Benedyczak (P)

Catanzaro-Cittadella 1-1

Marcatori: 3’ Carissoni (Ci), 26’ rig. Donnarumma (Ca)

Como-Sampdoria 1-0

Marcatore: 54’ Ioannou

La classifica aggiornata alla 7° giornata

Il Parma resta saldamente in testa alla classifica e comincia a fare prove di fuga. La sorpresa è il Como che raggiunge il Palermo al secondo posto.

La classifica:Parma 17, Palermo e Como 13, Modena, Venezia e Catanzaro 12, Sudtirol e Cremonese 10, Cittadella 9, Brescia, Cosenza, Pisa e Bari 8, Ascoli e Reggiana 7, Feralpisalò 4, Sampdoria 3, Spezia 2, Ternana 2, Lecco 1.

Sampdoria: 2 punti di penalizzazione
Lecco e Brescia: 3 partite in meno
Pisa, Como, Sudtirol, Spezia, Palermo e Modena: 1 partita in meno

La classifica marcatori alla 7° giornata

Resta leader della classifica marcatori Daniele Casiraghi del Sudtirol a quota 6, alle sue spalle c’è il terzetto formata da Coda della Cremonese, Benedyczak del Parma e Mendes dell’Ascoli tutti a 5 centri stagionali.

Abbonati qui a Dazn per vedere in diretta tutte le partite della Serie B 2023-24

Per seguire in diretta live tutte le partite vieni su Virgilio Sport

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...