Virgilio Sport

Sinner incontra Tortu durante le visite pre-olimpiche e ammette: "Non vedo l'ora di andare a Parigi"

Jannik Sinner si è spostato da Sesto Pusteria a Roma per le visite pre-olimpiche degli atleti CONI. Ha incontrato Tortu, spiegando che non vede l'ora di tornare a Parigi.

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Un incontro causale, ma di quelli che lasciano il segno. Perché Jannik Sinner e Filippo Tortu non sono due campioni come tanti: quando li vedi è inevitabile restare a contemplarli, soprattutto pensando alle grandi imprese raccolte nel corso delle rispettive carriere. Così Tortu, fresca medaglia d’argento nei 200 ai Campionati Europei (aspettando la 4×100 dove punta all’oro), ha avuto l’onore di incontrare quello che da poche ore è ufficialmente il nuovo numero 1 del tennis mondiale. E col quale tra meno di due mesi conta di scrivere assieme pagine di storia sportiva italiana.

Da Sesto alla Capitale, è sempre Sinner mania

Galeotta fu la visita all’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport di Roma, il quartier generale che il CONI ha scelto per far sottoporre gli atleti azzurri alle visite pre-olimpiche. Tortu non ha dovuto fare molta strada: è risaputo che si trovi a Roma in questi giorni e ha approfittato di qualche ora di break per sottoporsi al rituale delle visite.

Sinner nella Capitale c’è andato dopo essersi spostato da Sesto Pusteria, il paese che martedì lo ha celebrato con tutti gli onori del caso sia per la conquista della vetta del ranking ATP, sia per la vittoria vecchia ormai più di quattro mesi agli Australian Open. Ma la mente corre veloce a Parigi, il luogo da dove è rientrato da meno di una settimana, il luogo dove Jannik conta di riscrivere la storia del tennis italiano puntando ad andare a medaglia nel torneo di singolare (non disputerà il torneo di doppio, poiché il tandem con Sonego non ha ottenuto la qualificazione).

L’amore ritrovato con le Olimpiadi: “Ma prima Wimbledon”

Poco prima di sottoporsi alle visite di rito, Sinner ha provato a tirare un bilancio della stagione sul rosso, oltre a far sapere di essere in condizioni decisamente buone dopo i problemi all’anca che lo hanno condizionato prima di andare a Parigi (è costringerlo a saltare gli Internazionali d’Italia).

“Intanto sono felice di far parte dell’Italia Team. Sono inoltre soddisfatto di come sono andati gli esami oggi, perché sembrerebbe che io stia bene, e questa è la cosa più importante di tutte. Sono molto contento poi di partecipare alle Olimpiadi, appuntamento al quale tengo molto”.

Qualcuno ricorda come nel 2021 Sinner rinunciò a giocare il torneo di singolare a Tokyo: quella decisione da più parti fu vista con sospetto, ma adesso la prospettiva è cambiata e anche la voglia di giocare il torneo olimpico sembra garbare tanto all’altoatesino. Che prima proverà a dare l’assalto alla stagione sull’erba: “Cercherò di prepararmi al meglio per i prossimi appuntamenti, vale a dire i tornei di Halle e Wimbledon. Poi volgerò lo sguardo alle Olimpiadi, sperando di poter fare tanta strada e di vivere una bella avventura”.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...