Virgilio Sport

Milan, ecco quando Ibra potrebbe dare una risposta: i tifosi si scatenano sul web

Lo svedese incontrerà il patron rossonero Cardinale e si capirà se ci sono margini per un suo ritorno da dirigente, ci sarebbe già l'ok di Pioli

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

C’è una data segnata in rosso sul calendario del Milan ed ha una duplice valenza: quel giorno i rossoneri affronteranno a San Siro il Psg in una gara che sarà decisiva per la qualificazione agli ottavi di Champions. Quel giorno allo stadio è atteso anche Gerry Cardinale e il patron dovrebbe approfittarne per incontrare Zlatan Ibrahimovic e mettere fine alla telenovela sul suo ritorno. Quel giorno è il 7 novembre e potrebbe essere l’alba di una nuova era.

Il ritorno di Ibra sempre più vicino

Il ritorno al Milan dell’ex attaccante svedese sembra infatti essere sempre più vicino. In queste settimane i contatti sono stati vivi e costanti e, nonostante quello che fanno trapelare le parti in causa, la fumata bianca potrebbe essere imminente. Tra i più favorevoli al suo rientro c’è sicuramente Stefano Pioli che ha dato subito il suo via libera al ritorno di Ibrahimovic, con cui ha un rapporto ottimo.

Pioli ha dato l’ok per l’arrivo di Ibra

L’asse Pioli-Ibra, che ha di fatto riportato il Diavolo al successo in Italia, è dunque pronto a riformarsi. Il nodo da sciogliere sarebbe solo sul ruolo. Ibra non vuole fare il fantoccio ma Cardinale intende rassicurarlo: Zlatan avrà un ruolo operativo, dovrà stare a stretto contatto quotidiano con la squadra. La sua presenza e il suo carisma nello spogliatoio darebbero nuove motivazioni a tutti.

I tifosi si dividono sul ritorno di Ibra

Fioccano le reazioni sul web: “Quindi è vero che gran parte del merito dello scudetto è di Ibra, che imbarazzo per Pioli”, oppure: Ma perché voi pensate che lo scudetto è stato merito di Pioli? Poveri fessi. Guarda caso appena Ibra mancava, la squadra andava in caduta libera” e poi: “Purtroppo è la dimostrazione che Pioli ha bisogno di un badante e in quello spogliatoio conta zero. Se viene Ibra è come se lo stessero delegittimando, ma niente lui resta sempre lì”

C’è chi scrive: “Io credo che l’idea di mettere Ibra in dirigenza ci sia sempre stata. Farlo ora che è un momento di difficoltà, poi neanche tanto dato che sei cmq a -3 dalla vetta, può sembrare un dare colpe all’allenatore” e ancora: “Arrivasse Ibra significa che si continua con il vergognoso pioli fino al fallimento per sostituirlo con Abate. Un allenatore bravo e affermato quando?”

Il web è scatenato: “L’eventuale arrivo di Ibra non farebbe altro che confermare che l’allenatore non ha più nessun tipo di considerazione all’interno del gruppo. L’ipotesi che Pioli rimanga lì solo perché fa comodo è sempre più concreta. A quel punto la contestazione alla dirigenza sarà sacrosanta” e infine: “Quindi alla fine arriva il badante? Siamo l’unica squadra al mondo – insieme al Napoli – in cui l’allenatore non è l’allenatore. Ma, nonostante tutto, siamo in corsa per la seconda stella. Forza Mister Ibra!”

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...