Virgilio Sport

Milan-PSG, Donnarumma torna a San Siro e i tifosi rossoneri indosseranno maglietta numero 71: il significato

Pronta accoglienza particolare (e provocatoria) per Donnarumma, alla prima a San Siro da avversario del Milan: maglia numero 71 "dedicata" al portiere del Paris Saint-Germain.

06-11-2023 13:10

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Tra i tanti motivi d’interesse della supersfida di Champions tra Milan e Paris Saint-Germain c’è quello legato al ritorno a San Siro di Gigio Donnarumma. Prima volta a Milano da avversario dei rossoneri per il portierone della Nazionale, che affronterà i suoi ex compagni e, soprattutto, i suoi ex tifosi. Se quelli dell’Inter per “celebrare” il ritorno di Lukaku nel match contro la Roma avevano tirato fuori i fischietti, quelli del Milan hanno pensato invece a delle “speciali” magliette.

Donnarumma torna a San Siro, tifosi con maglietta “speciale”

In onore (si fa per dire) di Donnarumma, i tifosi della Curva Sud, come riportato dal Corriere della Sera, indosseranno delle magliette con un numero particolare: il 71. Il riferimento non è casuale. Nella smorfia napoletana, che Gigio conoscerà bene essendo nato a Castellammare di Stabia, il numero 71 ha un significato eloquente, che in italiano si può tradurre con la perifrasi di “uomo senza valori”, ma che in napoletano è esprimibile in modo decisamente più colorito.

Insomma, magliette più che esplicite per provare a far arrivare il messaggio a Gigio nella maniera più chiara possibile. Non dovessero bastare le magliette, sono pronti pure fischietti e banconote (false, assicura il Corriere), in modo da provare per quanto possibile a rendere la vita difficile all’estremo difensore del Paris Saint-Germain.

I precedenti contro Gigio: dai fischi alle banconote false

Le contestazioni a Donnarumma, del resto, sono ormai una costante da parte dei tifosi rossoneri, che non hanno perdonato al portiere il fatto di aver rifiutato il rinnovo col Milan nel 2021 e di essere sbarcato a zero a Parigi. Già in occasione di Italia-Ucraina, valevole per qualificazioni a Euro 2024, i tifosi rossoneri presenti a San Siro hanno platealmente fischiato Gigio a ogni tocco del pallone, anche rischiando di deconcentrarlo e di danneggiare gli Azzurri nella tortuosa corsa verso gli Europei.

Qualche anno fa, nel 2017, la contestazione a Gigio che nicchiava sul rinnovo fu ancora più plateale: banconote false lanciate in Polonia durante gli Europei Under 21 e uno striscione ironico col cognome storpiato: “Dollarumma”. Di lì a un mesetto Donnarumma avrebbe prolungato il suo contratto col Milan fino al 2021, con sospensione di tutte le contestazioni a suo carico.

Tifosi del Milan ancora infuriati per il “tradimento” del 2021

Non si attenua, insomma, il risentimento dei sostenitori del Milan nei confronti dell’ex portiere rossonero, che Mihajlovic fece esordire giovanissimo, poco più che ragazzino, in massima serie. E sui social in tanti sembrano d’accordo con gli ultras sulle magliette “speciali”. “Giusto così”, scrive Rocco. “Non merita niente, possiamo anche perdere ma spero che Calabria gli segni in mezzo alle gambe”, è il pensiero di un altro utente.

“Sarà messo sotto pressione, dovremmo tirargli contro da ogni posizione”, il suggerimento di Alessandro. “Con la sfiga che continua a bersagliarci va a finire che ci segna contro proprio lui al 92′”, è la cupa previsione di un tifoso disincantato. Ma c’è chi non è proprio d’accordo sul destinatario degli strali: “Dovrebbero riservare le proprie attenzioni a Pioli…altro che“.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...