Virgilio Sport

Roma, il terzo acquisto di Friedkin spiazza tutti: tifosi in fermento

Nuovo "colpo" di mercato dei giallorossi: l'obiettivo è avere meno problemi con gli arbitri dopo mezza stagione travagliata

Pubblicato:

La lista, almeno a sentire la loro campana, è lunga. Si parte il 23 settembre quando capitan Pellegrini viene espulso con l’Udinese per una gomitata mai data e si finisce con Bologna-Roma quando Abraham, diffidato, viene ammonito senza avere colpe. Secondo la Roma sono stati davvero tanti gli errori arbitrali in questa stagione finora. Mourinho più di una volta si è lamentato in sala stampa e non di rado aveva ragione.

La lista degli errori arbitrali contro la Roma

Tanti gli episodi, nel derby sull’1-0 per la Lazio, c’è un contatto tra Hysaj e Zaniolo in area biancoceleste. Il fallo c’è ed ma Guida lascia correre e sul ribaltamento di fronte Pedro segna il 2-0. Inoltre, viene graziato dal secondo giallo Lucas Leiva. Poi in Juve-Roma del 17 ottobre i bianconeri passano in vantaggio al 16′ con Kean, ma nell’azione che porta al gol c’è un evidente fallo di mano di Cuadrado; il Var non ritiene di dover intervenire. La Roma pareggia con Abraham, ma il gol viene annullato per… calcio di rigore: Szczesny in uscita stende Mkhitaryan mentre l’armeno serve Tammy, che insacca, ma Orsato indica il dischetto. Sui cui va Veretout, che sbaglia, ma il penalty avrebbe dovuto essere ripetuto perché Chiellini entra in area ben prima che il francese calci.

Col Milan poi a inizio ripresa l’arbitro Maresca assegna un rigore al Milan per un semplice contrasto tra Ibañez e Ibrahimovic, in cui il brasiliano neanche colpisce lo svedese. Negli ultimi istanti di gioco Kjaer, nel tentativo di anticipare Pellegrini, lo colpisce sul piede: niente fischio e niente Var. Una settimana più tardi, a Venezia viene concesso un rigore ai veneti che non c’è. Il Var non ravvisa l’evidente errore di Aureliano e la squadra di Zanetti prima pareggia i conti, poi va a vincere.

La Roma ingaggia Calvarese come consulente arbitrale

Ecco allora la soluzione: i Friedkin hanno ingaggiato come consulente arbitrale l’ex fischietto Giampaolo Calvarese, che vanta oltre 150 gare dirette in carriera.  Una sorta di “terzo colpo di mercato” dopo Maitland-Niles e Oliveira. L’ex arbitro abruzzese ha iniziato qualche mese fa l’avventura come moviolista per le partite di Champions League trasmesse su Amazon Prime e dall’inizio del 2022 ha aperto questo canale di confronto, come match analyst per la Roma con un duplice compito: il primo è quello di fornire, telefonicamente in tempo reale, quella che possiamo genericamente definire “la moviola della partita“.

Come scrive La Repubblica Mourinho sarà consapevole di quanto successo in campo, prima di presentarsi ai microfoni delle pay-tv, ed avrà così modo di indirizzare al meglio la propria strategia comunicativa sulle tematiche arbitrali, avendo ricevuto un riscontro qualificato su eventuali torti subiti.

Il secondo compito invece è quello che riguarda la formazione: con incontri periodici che hanno luogo nel quartier generale giallorosso, Calvarese spiega e guida la squadra, tecnico e dirigenti alla comprensione delle norme, di come alcune regole siano cambiate nel tempo e fornisce loro gli strumenti necessari per leggere al meglio le decisioni prese dagli arbitri durante le gare. Particolare attenzione ovviamente al Var ma anche al margine di “protesta” che si può avere in campo nei confronti del direttore di gara.

Fioccano le reazioni dei tifosi: “Siamo messi male. Ha fatto più danni lui in campo …Cosa spiega?” o anche: “La maggior parte delle squadre hanno nello staff un ex arbitro, mi sembra una scelta corretta”, oppure: “In assoluto il migliore acquisto dei Friedkin dall’inizio della loro gestione!” e infine: “Al Milan je chiedono scusa. A noi ce danno consigli”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...