Virgilio Sport

Roma, Mourinho chi? Tifosi giallorossi ai piedi di De Rossi: Champions possibile

Il nuovo allenatore giallorosso ha dato la scossa: 7 vittorie e un pari dal suo arrivo, anche le vedove dello Special One devono ammettere la svolta

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

C’era una volta un re. Josè Mourinho per due anni e mezzo, fino allo scorso 16 gennaio, è stato l’indiscusso monarca di Roma. Aveva ipnotizzato le folle, che lo adoravano alla follia, aveva saputo sempre mascherare la pochezza tecnica della squadra con i suoi show, aveva esercitato tutto il suo carisma derivante da una carriera da vincente per fare dell’Olimpico un Colosseo e dei suoi giocatori dei gladiatori ma alla fine il re è stato mandato via. E con De Rossi è rinata una nuova Roma.

La Roma torna a sognare la Champions con De Rossi alla guida

Con la vittoria di ieri a Monza la Roma è momentaneamente quinta ma saldamente in zona-Champions, un traguardo che sembrava impossibile quando lo Special One fu allontanato. La cura De Rossi sta funzionando alla grande, sia dal punto di vista tattico (il ritorno alla difesa a quattro, la libertà concessa a Pellegrini, il gioco più spettacolare e propositivo) che dal punto di vista dei risultati.

Roma: i numeri dell’era De Rossi allenatore

Nelle nove partite dal suo avvento in panchina il bilancio presenta 7 vittorie, un pareggio (1-1 a Rotterdam in Europa League) e una sconfitta contro la capolista Inter. Ecco le gare:

  • Roma-Verona 2-1 (Serie A, 21esima giornata)
  • Salernitana-Roma 1-2 (Serie A, 22esima giornata)
  • Roma-Cagliari 4-0 (Serie A, 23esima giornata)
  • Roma-Inter 2-4 (Serie A, 24esima giornata)
  • Feyenoord-Roma 1-1 (Europa League, andata playoff)
  • Frosinone-Roma 0-3 (Serie A, 25esima giornata)
  • Roma-Feyenoord 5-3 dcr (Europa League, ritorno playoff)
  • Roma-Torino 3-2 (Serie A, 26esima giornata)
  • Monza-Roma 1-4 (Serie A, 27esima)

18 punti raccolti sui 21 a disposizione in campionato, dove i giallorossi occupano il 5° posto. E in Europa League è stato superato il durissimo ostacolo del Feyenoord: ora De Rossi sfiderà l’amico De Zerbi e il suo Brighton agli ottavi di finale

Roma, i numeri di Mourinho a confronto con De Rossi

Il paragone con Mourinho è schiacciante: 22 gol fatti con De Rossi, media di quasi 2,5 a gara mentre i numeri dello Special One recitavano 46% di vittorie, 32% di sconfitte e media gol di 1,64

Roma, i tifosi ai piedi di De Rossi

Fioccano i commenti sui social “C’è stata la conferma che Mourinho non serviva a niente,
Grazie Danielino nostro”, oppure: “A certi giocatori serve libertà tecnica e mentale per esprimersi al meglio. Pellegrini col primo Mourinho ce l’aveva giocando da 3/4ista nel 3-4-2-1. Da mezzala nel 3-5-2 l’aveva totalmente persa. Con De Rossi conta 5 gol e 3 assist in 9 gare e una freschezza atletica ritrovata” e anche: “Giocatori che si divertono in campo, sorridono, meno nervosismo: alla fine arrivano anche le vittorie e rendono l’atmosfera giallorossa ben diversa da quella vissuta con Mourinho”.

C’è chi scrive: “De Rossi sta valorizzando la rosa della Roma, che era forte già l’anno scorso, proponendo un calcio moderno, aggressivo, offensivo. Quello che non è mai riuscito a Mourinho che aveva trasformato questo gruppo in una squadra indisciplinata, tatticamente e caratterialmente” e poi: “Quelli che dicevano che era un salto nel buio con De Rossi e che sarebbe stato un disastro, dove sono ora? Il calcio “vecchio” non paga, quando lo capirete?” e ancora: “De Rossi ha liberato lo spogliatoio dalla figura ingombrante di Mourinho, ormai diventata opprimente. Ha trovato una squadra che non aspettava altro che voltare pagina e ritrovare leggerezza ed entusiasmo”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...