Virgilio Sport

Come cambia l’Italia, a Malta gli azzurri giocheranno così

Dopo la sconfitta con l'Inghilterra l'Italia è già nelle condizioni di non poter più sbagliare: come cambia la formazione azzurra in vista della sfida con Malta, nazionale guidata da un italiano.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Squadra che perde, si cambia. Si annunciano novità nella nazionale azzurra per la seconda sfida delle qualificazioni a Euro 2024 contro Malta. La sconfitta di Napoli con l’Inghilterra e in particolare il primo tempo di sofferenza degli azzurri, a lungo in balia del gioco avversario e incapaci di dare assistenza a Retegui e all’attacco, provocheranno scossoni all’undici titolare. Almeno una novità per reparto, forse in alcuni casi due.

Italia, le novità di Mancini per la sfida di Malta

Nonostante gli impacci nelle uscite, Donnarumma sarà confermato tra i pali. In difesa, invece, potrebbe esserci spazio per Romagnoli al centro in coppia con Toloi, col sacrificio di Acerbi. A destra conferma per Di Lorenzo, a sinistra ballottaggio Spinazzola-Emerson. A centrocampo Jorginho e Verratti dovrebbero essere affiancati da Tonali al posto di Barella, che ha lasciato il ritiro infortunato. Davanti, paradossalmente, l’ultimo arrivato è già diventato un punto fermo: Retegui giocherà al centro del tridente con la conferma di Pellegrini a sinistra. Bocciato Berardi: al suo posto Politano è in vantaggio su Gnonto.

Al timone dei maltesi c’è un italiano: Marcolini

E Malta? Alla guida degli isolani da dicembre c’è un italiano, Michele Marcolini, ex centrocampista scuola Toro con un passato in serie A tra le fila di Bari, Atalanta e Chievo. Ha preso il posto di Devis Mangia, finito al centro di un caso torbido, e ne ha continuato l’opera lavorando soprattutto sulla mentalità dei suoi calciatori. Da qualche tempo, ormai, Malta non piazza più il tradizionale autobus davanti alla porta, prova a giocarsela a viso aperto con tutti. E i risultati lo dimostrano. Contro la Macedonia del Nord ha perso “solo” 2-1 e il risultato era inchiodato sullo 0-0 fino al 21′ della ripresa, quando Elmas lo ha sbloccato con una prodezza.

La situazione nel girone: la vittoria è d’obbligo

Inutile ribadire come l’Italia non abbia alternative alla vittoria a Malta. La sconfitta con l’Inghilterra ha posto subito gli azzurri nelle condizioni di dover rimontare e, quel che è peggio, a giugno l’Italia osserverà due giornate di riposo per le finali di Nations League: il rischio è quello di ritrovarsi a settembre nelle condizioni di dover recuperare parecchi punti alle concorrenti per i primi due posti: Macedonia del Nord e Ucraina. I balcanici in questo turno riposano, mentre gli ucraini debuttano domani alle 18 a Wembley contro gli inglesi.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...