Virgilio Sport

Da Wim a Wem: Londra è azzurra. Berrettini e l'Italia per la storia

Alle 15.00 Matteo Berrettini sfiderà Novak Djokovic in finale a Wimbledon. Poi, in serata, a Wembley toccherà all'Italia di Mancini giocare la finale di Euro 2020

Pubblicato:

La storia è nelle braccia di Matteo Berrettini e nei piedi della Nazionale di calcio di Roberto Mancini.

L’undici luglio può entrare di diritto nei giorni da ricordare a livello sportivo. Tanta l’attesa e le speranze con il tennista romano che sarà il primo a scendere in campo in questa domenica di fuoco.

Alle 15.00, Berrettini sfiderà sul centrale di Wimbledon Novak Djokovic nella finale della terza prova dello Slam. Certo l’impresa, considerando l’avversario, non è delle più semplici ma nulla è impossibile soprattutto dopo le due settimane di tennis espresse dal romano.

Di certo non partirà da favorito contro il serbo che insegue il suo ventesimo Slam che, se conquistato, gli permetterebbe di raggiungere gli avversari di sempre, Roger Federer e Rafael Nadal.

Matteo con il suo diritto e il suo servizio ha però il potenziale per regalare all’Italia un trofeo mai vinto.

Non da meno sarà la sfida che affronteranno gli azzurri di Roberto Mancini. Nella bolgia di Wembley, davanti anche al Presidente Mattarella, accorso per sostenere l’Italia, la formazione azzurra tenterà di portare a casa la vittoria di Euro 2020.

In Inghilterra sono convinti che il successo sia già cosa fatta e da giorni riecheggia solo il motto “It’s Coming Home” che gli italiani hanno però già cambiato in “It’s Coming Rome”. Alla vigilia della rassegna quasi nessuno avrebbe dato l’Italia tra le favorite e invece match dopo match la formazione di Mancini ha dimostrato il proprio valore.

Gli azzurri hanno anche mostrato di saper soffrire senza perdere la testa e di saper tenere il sangue freddo anche ai rigori come contro la Spagna.

L’Italia aspetta di festeggiare un Europeo dal 1968  anche se nel mezzo, ci sono state quattro finali mondiali con due vittorie e la delusione per la mancata qualificazione a Russia 2018.  

Mancini dovrebbe dare fiducia all’undici delle scorse partite con l’unico dubbio Immobile.

Da Wim a Wem: Londra è azzurra. Berrettini e l'Italia per la storia Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Caricamento contenuti...