Virgilio Sport

Euro2024, Yamal minorenne, in Germania non può “lavorare” di notte: Spagna nei guai

La legge tedesca sul lavoro minore afferma gli atleti minorenni non possono lavorare oltre le 23:00. Con gli ottavi alle porte la Spagna rinuncerà a Yamal? Cosa rischia la Roja

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

A sedici anni Lamine Yamal è già una stella. Tanto nel Barcellona che lo ha lanciato tra i big senza paura quanto nella Spagna, in cui è sempre partito titolare nelle prime due uscite a Euro2024. Ma ha pur sempre 16 anni e, secondo la legge che vige in Germania, non può lavorare oltre 23:00.

Yamal, unico minorenne a Euro2024: che cosa dice la legge tedesca

Il classe 2007 di proprietà del Barcellona è l’unico calciatore minorenne impegnato a Euro2024 e, dunque, l’unico che rischia suo malgrado di entrare in conflitto con leggi tedesche sul lavoro minorile. In Germania chi non è ancora entrato nella maggiore età può lavorare fino alle 20:00, con una deroga concessa agli atleti che possono svolgere attività fino alle 23:00. Per la Spagna nessun problema contro la Croazia, visto che si è giocato alle 18:00. Al contrario, la seconda sfida con l’Italia è andata in scena alle 21:00, e il ct De La Fuente ha sostituito Yamal al minuto 71, ossia alle 22:30 circa. C’è infatti da considerare anche il post partita, tempo che viene considerato di lavoro: dalle docce agli impegni con i media non si possono sforare le 23:00.

Che cosa rischia la Spagna se contravviene alla regole

Come spiegato dal quotidiano tedesco Bild, se la Spagna dovesse impiegare l’enfant prodige Lamine Yamal oltre le 23:00 ora locale, scatterebbe una multa fino a 30mila euro. Finora non sono state comminare sanzioni e in ogni caso, proprio per evitare frizioni di ogni genere, la Federcalcio spagnola sta provando a ottenere una deroga dal governo tedesco. La Roja tornerà in campo stasera per l’ultimo match del Gruppo B contro l’Albania: si gioca di nuovo alle 21:00. Poi la competizione entrerà nel vivo con la fase a eliminazione diretta: in tal caso, dal momento che non sono previste sanzioni sportive, la Federazione iberica potrebbe anche decidere di accollarsi i 30mila euro di multa pur di non rinunciare ai guizzi del campioncino che il 13 luglio spegnerà 17 candeline.

Spagna in campo con l’Albania: il problema Yamal non si pone?

Con il primo posto nel Gruppo B e la qualificazione agli ottavi già in cassaforte stasera il ‘problema Yamal’ potrebbe non riproporsi, perché contro l’Albania De La Fuente pensa a un massiccio turnover. Sulla trequarti, infatti, è possibile l’impiego dal primo minuto di Oyarzabal, Dani Olmo e Ferran Torres alle spalle del centravanti del Real Madrid Joselu.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...