Virgilio Sport

Moviola Italia-Norvegia under 21: dubbi su un rigore chiesto da Gnonto ancora senza Var

L'Italia under 21 va a casa dopo la sconfitta contro la Norvegia agli Europei di categoria, c'è un episodio arbitrale che ha suscitato le proteste degli azzurrini, contrasto su Gnonto ma il rammarico resta per i torti con la Francia

29-06-2023 09:52

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

L’Italia è fuori prematuramente dagli Europei under 21 e cosa ancora peggiore ancora una volta non si qualifica per le Olimpiadi del prossimo anno. Oramai una vera e propria congiura per il calcio italiano quella dei Giochi Olimpici. Nonostante la Francia ieri abbia fatto il suo dovere, “sbriciolando” la Svizzera e le paure del “biscotto“, non altrettanto hanno fatto gli azzurrini quanto mai intimiditi che hanno finito per perdere dal fanalino di coda Norvegia. E stavolta, a differenza del match coi francesi, non è nemmeno impossibile invocare gli episodi arbitrali e l’assenza del Var nella fase a gironi. Vediamo nel dettaglio cosa è successo ieri alla squadra di Nicolato.

Italia-Norvegia U21 arbitrata da Lambrechts

A dirigere ieri gli azzurrini di Nicolato nel loro terzo e purtroppo ultimo match agli Europei under 21 di Georgia e Romania, c’era il belga Erik Lambrechts, a completare la squadra arbitrale gli assistenti e connazionali Jo de Weirdt e Kevin Monteney mentre il quarto uomo era l’austriaco Sebastian Gishamer. Come più volte rimarcato in questa prima fase a gironi non era previsto il Var.

Lambrechts, 38enne belga in carriera ha due direzioni in Europa League, tutte quest’anno (Friburgo-Qarabag 2-1 e Arsenal-Zurigo 1-0) e tre in Conference League tra cui un precedente con il calcio italiano, ha “fischiato” infatti il successo della Fiorentina in casa degli Heart of Midlothian per 3-0. Prima dell’Italia u21 in questi Europee aveva già diretto Romania-Spagna finita col netto successo per 3-0 delle furie rosse.

Italia-Norvegia, Gnonto chiede il rigore: proteste azzurre

Partita abbastanza corretta tra Italia e Norvegia, decisa da un gol di Botheim della Salernitana nella ripresa che condanna gli azzurrini all’eliminazione dagli Europei e non li qualifica per le prossime Olimpiadi. Due sono gli ammoniti, tutti nel finale, per falli tattici a centrocampo, Evjen per gli scandinavi e Ricci per l’Italia.

Non ci sono tantissimi e grossissimi episodi da moviola, se non le vibrate proteste azzurre al 21′ del primo tempo, quando Gnonto finisce pesantemente a terra in area di rigore norvegese dopo uno scontro con un difensore avversario. L’arbitro fa giocare. La decisione alla moviola sembra corretta, visto che il difensore arriva prima sul pallone.

Fonte: imago

Nel finale gestione discutibile del recupero di Lambrechts che dà 5 minuti di recupero e fischia perentoriamente allo scoccare del 95′ senza concedere ulteriore recupero dal momento che c’erano stati diverse interruzioni, l’ammonizione di Ricci (da regolamento avrebbe dovuto dare ulteriori 30 secondi di recupero) e una breve sospensione per soccorrere Lovato finito a terra dolorante dopo un contrasto.

Rabbia Italia u21: i torti con la Francia fanno ancora male

In materia arbitrale inutile dirlo cresce ancora di più il rammarico dell’Italia under 21 per l’arbitraggio scandaloso della partita persa 2-1 contro la Francia. Al netto delle responsabilità degli azzurrini che ieri avrebbero potuto comodamente passare il girone battendo la Norvegia, addirittura anche pareggiando all’alba della vittoria della Francia sulla Svizzera, cresce la rabbia per i torti subiti in assenza di Var guarda caso introdotto dall’Uefa proprio dopo quello scempio almeno dai quarti in poi dove però gli azzurri di Nicolato non ci saranno.

Giusto per ricordare, l’episodio più clamoroso è quello riguardante il gol non concesso a Bellanova che avrebbe regalato nel finale il pareggio all’Italia Under 21: sul tiro dell’esterno la palla pare nettamente entrata, prima che il difensore della Francia Lukeba la ributti fuori. Niente goal-line technology, assistente piazzato male e la frittata è fatta. In precedenza, c’erano stati altri due episodi dubbi: sull’1-1 un braccio largo di Kalulu in area francese venne graziato dall’arbitro Lindhout, che poi non vide un fallo piuttosto netto di Gouiri su Okoli in occasione del 2-1 firmato da Barcola.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...