Virgilio Sport

Plusvalenze Juve, Agnelli non s'arrende: ricorso al Tar contro la squalifica

Andrea Agnelli fa ricorso al Tar del Lazio contro la squalifica per due anni rimediata per il caso plusvalenze. L'ex presidente della Juve prosegue la sua battaglia.

19-06-2023 20:57

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

L’ex presidente della Juve non si arrende. Sul filo di lana, proprio ai titoli di coda dell’ultimo giorno utile, Andrea Agnelli ha presentato ricorso al Tar del Lazio contro la decisione del Collegio di Garanzia presso il Coni che lo ha squalificato per due anni per la vicenda plusvalenze. Lo riporta l’Ansa, immediatamente ripresa da diversi organi di stampa. Agnelli, dunque, ha deciso di proseguire la sua battaglia seguendo l’iter della giustizia amministrativa.

Juve, la mossa di Agnelli: ricorso al Tar contro la squalifica

Proprio oggi, lunedì 19 giugno, scadevano i termini per presentare appello al tribunale amministrativo regionale del Lazio contro la squalifica comminata lo scorso aprile. Ventiquattro mesi di inibizione per Agnelli, presidente della Juve fino allo scorso novembre, quando ha presentato le dimissioni insieme all’intero cda, per la vicenda plusvalenze. Si trattava dello stesso filone che aveva portato alla penalizzazione di dieci punti in classifica per la Juventus. Una decurtazione costata, a conti fatti, la qualificazione in Champions alla società bianconera a vantaggio del Milan.

L’altra decisione a sorpresa: nessun patteggiamento con la Figc

Agnelli ha deciso di percorrere in solitaria, dunque, la strada del muro contro muro contro le istituzioni sportive. Nella sua battaglia l’ex numero uno bianconero sarà assistito dall’avvocato Vittorio Angiolini. Agnelli, tra l’altro, aveva deciso di non patteggiare col procuratore Chiné anche in relazione alle accuse che avrebbero dovuto portare al maxi processo Juve, a inizio giugno, poi evitato grazie all’accordo tra Juventus e Figc. L’ex presidente bianconero è convinto di aver operato nel giusto e non ha voluto riconoscere in quella sede, neppure implicitamente, la sua colpevolezza.

La nuova vita di Agnelli: ad Amsterdam con l’ossessione Superlega

Non è ancora chiaro quando sarà discusso il ricorso presentato da Agnelli contro la squalifica. Quel che è certo è che, almeno per il momento, si tratta più che altro di una battaglia di principio, avendo l’ex presidente ormai abbandonato qualsiasi incarico nella società bianconera. Dopo il matrimonio con Deniz Akalin, sposata lo scorso 29 aprile, si è trasferito ad Amsterdam, dove con tutta probabilità continua a seguire quel che resta di un suo vecchio pallino, il progetto Superlega, dal quale pure la Juve recentemente ha iniziato a smarcarsi.

Trionfi, successi e scandali: i 12 anni di Agnelli al timone della Juve

Dodici anni di presidenza per uno dei corsi più vincenti della storia del calcio europeo. Andrea Agnelli e la Juventus hanno rappresentato un binomio indissolubile (e per larghi tratti imbattibile) dal 2010 al 29 novembre 2022. A succedergli, il 18 gennaio 2023, è stato Gianluca Ferrero i cui compiti, duplici, sono altrettanti ardui: avviare un percorso di rigenerazione e provare a ricalcare le orme vincenti del predecessore. Più che un lavoro, un’impresa: Agnelli è stato il presidente più vincente della storia bianconera, sulla quale ha impresso a caratteri cubitali il proprio marchio con la bellezza di 19 trofei vinti. A rendere ancora più significativo il cammino bianconero di Agnelli, anche il successo dei due progetti paralleli, legati al settore femminile con la Juventus Women e alla Lega Pro con la Next Gen.

Amore e plusvalenze: gli affari di famiglia (e quelli del cuore)

La squalifica di due anni per il caso plusvalenze – inflitta dalla Corte Federale nella sentenza del 20 gennaio e confermata lo scorso 20 aprile dal Collegio di Garanzia – ha di fatto archiviato un capitolo professionale della carriera del bianconero, la cui parentesi nel mondo del calcio sembra conclusa. Anche il capitolo relativo alla Superlega, di cui è stato uno dei fautori principali, è di fatto tramontato con la recente presa di posizione del club, il cui nuovo corso coincide anche con la rinuncia alla competizione tanto agognata dall’ex presidente. Tutt’altro che interrotta, invece, la sua esperienza con altri rami delle aziende di famiglia: Agnelli contnua a essere azionista di Exor, Stellantis e della holding di investimento Lamse. Solo gioie nella sfera privata: recentissimo il matrimonio, in sordina, con Deniz Akalin.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...