Virgilio Sport

Quanto vale vincere gli Europei di calcio? I premi in palio

Tutti i premi e i bonus previsti dall'Uefa per la partecipazione al suo torneo per nazionali più prestigioso: più di 30 milioni per chi trionfa

Pubblicato:

Quasi quanto un Mondiale. Conquistare gli Europei di calcio garantisce alla nazionale vincente non solo fama e gloria, ma anche un bel gruzzoletto. Fino a 34 milioni di euro, sette in più rispetto all’edizione del 2016. L’Uefa, infatti, per la prossima edizione ha aumentato le quote relative alla sua competizione più importante, almeno a livello di nazionali.

Europei, il montepremi

Rispetto all’edizione francese del 2016, per quella del 2020 – poi slittata al 2021 per l’emergenza Covid – il montepremi è cresciuto del 25%, arrivando a 371 milioni di euro. Una settantina di milioni in più, garantiti dalla maggior copertura di sponsor e tv. La questione tifosi allo stadio, con la decisione di aprire gli impianti al 25% della capienza, limiterà solo in parte la perdita di introiti legati all’affluenza di pubblico. Un problema che, al momento del rinvio, al quartier generale dell’Uefa, a Nyon si auguravano di non dover affrontare, e che l’apertura parziale risolve solo in parte. Evitata dunque un’edizione completamente a porte chiuse, e con essa, un danno che non sarebbe stato di poco conto.

Europei, i premi per le qualificate

Ognuna delle 24 nazionali qualificate si è garantita di diritto il premio di partecipazione stanziato dall’Uefa, che è di 9,25 milioni. Rispetto a Francia 2016, ogni partecipante intascherà un milione e 250mila euro in più: nella precedente edizione, infatti, a ogni qualificata andavano otto milioni. Il meccanismo, poi, ricalca quello della fase a gironi di Champions ed Europa League: ogni vittoria frutterà 1,5 milioni (nel 2016 era un milioncino tondo), mentre in caso di pareggio saranno assegnati 750mila euro a testa (500mila nel 2016).

Europei, quanto vale andare avanti nel torneo

Premi e bonus sono garantiti, naturalmente, a chi va avanti nel torneo. Le 16 qualificate agli ottavi, a cui accedono le prime due dei sei gironi eliminatori più le quattro migliori terze, porteranno a casa 2 milioni di euro a testa, mezzo milione in più rispetto a France 2016. La qualificazione ai quarti, invece, vale 3,25 milioni, esattamente il 30% in più rispetto alla passata edizione quando valeva 2,5 milioni. Accedere alle semifinali vale 5 milioni (uno in più del 2016) mentre la finale garantisce 7 milioni alla sconfitta (5 nel 2016) e 10 alla vincitrice (due in più dell’ultima edizione).

Europei 2020, la tabella dei premi

Riepilogando, in caso di percorso netto (tre vittorie nella fase a gironi e successo finale nel torneo) si possono vincere fino a 34 milioni di euro. Alla finalista andrebbe una quota compresa tra 31 e 27 milioni di euro (dipende dai risultati della fase a gironi), alle semifinaliste un massimo di 24 milioni. Fermarsi ai quarti frutterebbe comunque 20-22 milioni di euro, mentre approdare agli ottavi dovrebbe garantire 12-14 milioni. E le nazionali eliminate con zero punti? Intascherebbero in ogni caso i 9,25 milioni previsti per aver partecipato al torneo. L’Uefa sa essere generosa, quando vuole.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...