Virgilio Sport

Belgio-Romania, moviola: Lukaku e la maledizione del Var, chi ha ragione?

La prova di Simon Marciniak al RheinEnergieStadion di Colonia analizzata ai raggi X, il fischietto polacco ha ammonito tre giocatori in tutto il match

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Nato a Płock nel 1981 Simon Marciniak, designato per Belgio-Romania, vanta una grande considerazione in Uefa nonostante un curriculum con errori anche clamorosi. Comincia ad arbitrare nel 2002 e riesce a raggiungere i più alti livelli nel 2009, diventando arbitro Fifa nel 2011. La partita di maggior rilevanza arbitrata da Marciniak è senza dubbio la finale dei Mondiali di calcio Qatar 2022 Francia-Argentina. In Champions League 2022/23 gli è stata affidata la finale tra gli inglesi del Manchester City e l’Inter, giocata ad Istanbul e terminata con la prima e storica vittoria del club inglese allenato dallo spagnolo Pep Guardiola. In Champions League quest’anno sono stati 6 gli incontri diretti da Marciniak, tra cui la sfida tra Borussia Dortmund e Milan, la vittoria di misura della Lazio contro gli olandesi del Feyenoord allo stadio Olimpico di Roma e al Parco dei Principi il pareggio tra Paris Saint German e Newcastle United. Agli ottavi di finale è lui l’arbitro designato per il ritorno della sfida tra Atletico Madrid e Internazionale Milano, dove a passare il turno sono stati gli uomini di Diego Simeone solo dopo i calci di rigore. Dirige infine il ritorno della semifinale tra Real Madrid e Bayern Monaco al Santiago Bernabeu, terminata con la vittoria e con l’accesso alla finale di Wembley della squadra allenata da Carlo Ancelotti. Tuttavia, pesa molto l’errore commesso durante i minuti finali di questa partita, quando Marciniak ha interrotto l’azione pochi secondi prima che l’olandese ex Juventus Matthijs de Ligt segnasse il goal del pareggio, non consentendo così al VAR di poter intervenire. Vediamo come se l’è cavata ieri il fischietto polacco.

I precedenti di Marciniak con Belgio e Romania

Nessun precedente di Marciniak con le nazionali di Belgio e Romania.

L’arbitro ha ammonito tre giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Listkiewicz e Kupsik con il lituano Donatas Rumsas IV uomo e Kwiatkowski al Var, l’arbitro ha ammonito tre giocatori: 35′ Lukebakio (B), 60′ Bancu (R), 65′ Marin M. (R)

Belgio-Romania, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 35′ giallo a Lukebakio per un pestone che sembra involontario e accidentale a Dragus: Marciniak opta per la linea dura. Primo ammonito della partita. Al 59′ secondo cartellino giallo del match: Bancu atterra Trossard nella metà campo avversaria.Al 63′ De Bruyne serve Lukaku che conclude poi in rete, il gol sembra buono ma interviene ancora il Var, l’attaccante belga è in fuorigioco di pochi millimetri e per l’ex Roma è il terzo gol annullato in questi Europei. Al 65′ giallo ai danni di Marin per aver fermato un contropiede del Belgio. Nient’altro da segnalare, Belgio-Romania finisce 2-0.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...