Virgilio Sport

Di Canio scatena il caos sul web: massacra Mourinho e si scaglia contro il razzismo

L’opinionista di Sky Sport è tornato ad attaccare duramente il portoghese dopo l’esonero dalla Roma e ha poi insultato i tifosi dell’Udinese che hanno offeso Maignan al Friuli

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

È un Paolo Di Canio a briglia sciolta quello dell’ultima puntata di Sky Sport Club: la bandiera della Lazio ha criticato duramente l’esperienza di José Mourinho alla Roma e s’è poi scagliato contro l’episodio di razzismo da parte dei tifosi dell’Udinese contro Mike Maignan che ha portato alla sospensione temporanea della partita tra i friulani e il Milan.

Di Canio massacra Mourinho

Paolo Di Canio non è mai stato tenero con José Mourinho, accusandolo più volte di non essere riuscito a portare la Roma al livello che ci si aspettava da lui e, sostanzialmente, di aver preso in giro i tifosi giallorossi. Accuse che l’ex calciatore e bandiera della Lazio ha ribadito nell’ultima puntata di Sky Sport Club, commentando l’esonero del portoghese. “I risultati ottenuti sono stati pessimi – ha detto Di Canio parlando di Mou -. Si è rotto tutto, e i giocatori si sono rotti i c…i. Il mister ha parlato male della squadra: altro che buttarsi nel fuoco per lui, i calciatori hanno gettato l’acqua sul fuoco per spegnerlo! La mentalità è sempre stata al ribasso, perché si sentiva parlare di avversari puntualmente superiori. Per non parlare delle foto infantili sui social… C’è chi la prende a ridere, ma sono state fatte delle cose di una gravità assurda”.

Di Canio e il rapporto tra Mourinho e i romanisti

Secondo Di Canio, l’unità dell’ambiente romano attorno a Mourinho è stata a lungo solo di facciata. “Ho tanti amici romanisti – ha continuato Di Canio – erano felicissimi, all’arrivo di Mourinho, ma gli stessi non vedevano l’ora che andasse via. Mourinho ha creato qualcosa di molto divisivo anche tra i tifosi. Sul piano tattico, poi, sembrava poter usare solo un modulo. Parlando con un procuratore amico mio, gli avevo detto: ‘Perché non gioca con il 4-3-3? Questa Roma può farlo’. In rosa vedo ragazzi capaci, terzini che hanno vinto campionati altrove, centrocampisti di fisicità come Cristante e di impostazione come ParedesPellegrini, nel modulo di De Rossi, può fare l’Hamsik del Napoli, mentre Dybala può essere il Messi del Barcellona. Sono bastati due allenamenti per cambiare volto alla Roma. Quantomeno si vede qualcosa di diverso” .

Di Canio e il razzismo in Udinese-Milan

Nel corso della puntata Di Canio ha pesantemente attaccato, arrivando anche all’insulto, i tifosi dell’Udinese che durante la gara col Milan si sono resi protagonisti dell’episodio di razzismo nei confronti di Mike Maignan. “L’Udinese è una delle squadre più multietniche della Serie A – ha dichiarato Di Canio – io avrei chiamato i miei 5 o 6 giocatori di colore, li avrei mandati sotto la curva e avrei detto ai tifosi: ‘c…i, fatelo adesso. C’è tanta gente c…a che ha amici di colore, ma poi allo stadio fanno così. Mi sarei messo con i giocatori di colore dell’Udinese e l’avrei messa a 5 metri da tifosi e dirgli ‘adesso lo fate anche a loro’”.

Di Canio contro Mourinho e razzismo: social impazziti

Le parole di Di Canio hanno generato numerose reazioni sul web. “Ehhhh la vendetta di Di Canio…”, il commento su X di Max, che si concentra l’attacco dell’ex Lazio a Mourinho. “Di Canio perfetto sulla Roma”, aggiunge Giovanni. I romanisti, però, non l’hanno presa bene: “Di Canio non si permetta di dare lezioni ai tifosi della Roma – scrive Marco -. Non parli di cosa vogliono i tifosi della Roma. Non esiste nulla di più lontano dai tifosi della Roma del signor Di Canio”. Ma sono soprattutto le dichiarazioni sui fatti di Udine a riscuotere successo. “Mourinho e Udine: strano, Di Canio non sbaglia manco stavolta”, aggiunge Massimiliano. “La curva della Lazio è sempre stata piena di estremisti di destra, portavano anche le bandiere con la svastica… però la condanna più dura l’ho sentita proprio da Di Canio”, sottolinea Simplyme.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...